fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

Le esigenze della pelle a 20 anni e una proposta di trattamento da cabina

Giovani fin da giovani

  • Beauty Forum

Nel Dossier di BEAUTY FORUM di maggio/giugno abbiamo parlato in modo approfondito di come le esigenze della pelle - e quindi delle clienti - cambino a seconda dell'età. A partire da questo numero, vi proponiamo idee di trattamento per clienti di 20, 30, 40 e 50 anni. A 20 anni la pelle è al top della sua forma e non è particolarmente complicato prendersene cura: appare tonica, dinamica ed elastica, non mostra ancora tracce di rughe e, normalmente, è perfettamente idratata. Le cellule cutanee di una pelle giovane necessitano mediamente di 28 giorni per rinnovarsi. Un’alimentazione scorretta o irregolare, una reiterata mancanza di sonno, i frequenti sbalzi climatici dovuti ai viaggi, una skin care non ottimale e i cambiamenti ormonali possono, però, lasciare tracce visibili. L'evidenza di questi primi segni può variare a seconda delel condizioni cutanee, ma le conseguenze sono grossomodo uguali per tutte: la pelle perde il suo equlibrio e iniziano a comparire delle piccole anomalie come, ad esempio, diffuse impurità (comedoni, papule o pustole).

10 cose da fare a 20 anni

  1. Detergere a fondo la pelle mattina e sera.
  2. Rimuovere periodicamente le cellule morte con un peeling enzimatico o uno scrub.
  3. Prevenire l’invecchiamento cutaneo con una crema giorno e una crema notte che siano adatte al proprio tipo di pelle.
  4. Proteggere la pelle dai raggi UV in ogni momento dell’anno.
  5. Coccolare di tanto in tanto la pelle con qualche extra, come una maschera express.
  6. Proteggere le delicate aree del contorno occhi e labbra.
  7. Preferire make up con polveri minerali invece di utilizzare prodotti a base di siliconi.
  8. Avere un’alimentazione sana e varia e assumere la giusta quantità giornaliera di liquidi.
  9. Svolgere attività fisica all'aria aperta per stimolare e tenere in allenamento, oltre al corpo, anche la pelle.
  10. Evitare la nicotina.

Il momento della prevenzione

Per mantenere la pelle in equilibrio, e per garantire l'integrità della sua barriera protettiva, la corretta beauty routine è essenziale. A questo scopo, la regolarità è un fattore importante, soprattutto in questa fase della vita: è qui che si decide come apparirà la pelle negli anni a venire. La parola chiave è dunque prevenzione. Quotidiani gesti di skin care riequilibrante, adatti alle esigenze attuali della pelle e uniti a trattamenti mirati in istituto, possono proteggerla e garantirle il corretto nutrimento. Già a partire dai 25 anni, infatti, la riproduzione cellulare rallenta, diminuendo la capacità di rigenerazione della pelle e portando a una progressiva perdita di idratazione. Verso la fine dei vent’anni, poi, iniziano a comparire le prime rughe leggere in forma di piccole linee.
Sottoponi le tue clienti ventenni a trattamenti riequilibranti che, però, non portino via loro troppo tempo. Spesso accade che le giovani donne trascurino la cura della propria pelle, abituate a vederla sempre perfetta: fanno le ore piccole e si dimenticano di struccarsi, prendono il sole senza adeguate protezioni e via dicendo. Quando però notano che la pelle non ha più la capacità di recupero a cui erano abituate e che stanno comparendo difetti e irregolarità, si cimentano nei primi esperimenti domiciliari fai da te. Solo in ultima battuta si rivolgono alla professionista. Ciò significa che, prima di tutto, queste clienti vanno educate alla corretta skin care.
Il servizio da cabina perfetto per loro è un trattamento viso all’Aloe vera, che aiuta a migliorare la resistenza della pelle e a farle ritrovare il suo equilibrio. L’Aloe vera, inoltre, lenisce e idrata la cute e ha un’azione astringente.
Secondo alcuni studi scientifici, ci sono anche altri ingredienti che sembrano stimolare la riproduzione cellulare e favorire la rigenerazione dei tessuti: amminoacidi, enzimi, minerali e microelementi fanno tutti parte di questo insieme.
Nel prossimo paragrafo sono dettagliati i passaggi del trattamento viso a base di Aloe vera. Il protocollo può ovviamente essere modificato a seconda delle esigenze della cliente, aggiungendo ad esempio una seduta di ultrasuoni o di elettroporazione.

Esecuzione del trattamento a base di Aloe vera

  1. Detergi la pelle della cliente con un gel delicato. Ingredienti come radice di liquirizia e allantoina, in questa fase, hanno un forte potere lenitivo.

  2. Esegui un’anamnesi approfondita della pelle e una consulenza dettagliata.

  3. Prosegui con una detersione più intensa, usando un peeling enzimatico (ad esempio con papaina).

  4. Una volta neutralizzato il peeling, picchietta sulla pelle un tonico.

  5. A seconda delle condizioni della cute, procedi alla spremitura manuale delle impurità.

  6. Applica uno strato abbondante di puro gel di Aloe vera su viso e décolleté e lascialo agire per circa 15 minuti.

  7. Trascorso il tempo di posa, rimuovi il gel e lavora i residui facendoli penetrare con un breve massaggio.

  8. Applica poi un prodotto idratante con Aloe vera e un balsamo labbra con estratto di Aloe vera e cera d’api. In chiusura, massaggia una crema rinfrescante priva di elementi lipidici (ad esempio a base di cellule staminali di stella alpina).

 

Laura Schöpperl
Estetista, dirige un istituto specializzato in rinnovamento cutaneo a Regensburg, in Germania. È anche tra i responsabili formativi della scuola di estetica H. Döpfer di Regensburg.

 

#BF_beauty&care, #BeautyForum, #viso, #trattamento, #BF_sett_ott19


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102