fbpx


BEAUTY FORUM

For Professional use only

Principi attivi per la pelle sensibile e secca

Allarme ipersensibilità

  • Beauty Forum

L'ipersensibilità cutanea può manifestarsi in molti modi diversi, ma a contraddistinguerla è, fondamentalmente, la scarsa capacità della pelle di tollerare gli stimoli esogeni (sbalzi termici, climatizzatori, prodotti cosmetici) ed endogeni (stati emotivi, stress). La pelle del viso si presenta sgradevolmente arrossata ed è spesso accompagnata da irritazione, prurito, sensazione di tensione e infiammazioni. Benché a presentarne i sintomi sia circa il 50% della popolazione, non esiste una definizione chiara di pelle sensibile. Si tratta, infatti, di una condizione scatenata da fattori diversi, tra cui giocano un ruolo fondamentale il danneggiamento (anche leggero) della barriera cutanea, reazioni estreme alle irritazioni e un'attività ridotta del sistema immunitario. Spesso, inoltre, la pelle sensibile è anche secca. Nella maggior parte dei casi, quindi, è bene che chi ne soffre si rivolga solo ed esclusivamente a professionisti competenti, evitando cure fai da te.
La pelle secca è sempre caratterizzata da uno squilibrio nelle riserve di idratazione e nella quantità di lipidi; manca, inoltre, lo strato protettivo cutaneo composto dal sebo, e la funzione di barriera della pelle risulta compromessa. Aumenta, perciò, la perdita di acqua transepidermica (TEWL) e diminuisce la capacità della pelle di trattenere e distribuire correttamente l'idratazione. Oltre alla sensazione di tensione e alla formazione di piccole rughe, quindi, possono presentarsi altri problemi come desquamazione, prurito e, in alcuni casi, eczema.

Trattamenti specifici

La pelle sensibile ha bisogno di trattamenti specifici sia in cabina che a casa, tassativamente coadiuvati da prodotti cosmetici ad alta tollerabilità cutanea. Gli obiettivi principali del trattamento sono, generalmente: lenire la pelle, alleviare le irritazioni, proteggere e rinforzare la barriera cutanea e ridurre la secchezza. Un ottimo prodotto da utilizzare è l'olio di echium, che contiene elevate quantità di acidi grassi essenziali e, soprattutto, di acido stearidonico, presente in una concentrazione superiore al 12%. Questo acido è estremamente importante per la pelle sensibile in virtù delle sue eccellenti qualità antinfiammatorie. Altro componente prezioso dell'olio di echium è l'acido gamma-linolenico, che agisce come uno "stucco" nello strato corneo migliorando la funzione barriera della pelle e riducendo la perdita di acqua transepidermica. Se non si ha a disposizione l'olio di echium, l’acido gamma-linoleico si può trovare nell'olio di borragine o in quello di enotera.
Un altro alleato della pelle sensibile è il cardiospermum halicacabum, una pianta tropicale usata in farmacologia per trattare eruzioni cutanee allergiche pruriginose. Le sue straordinarie capacità antinfiammatorie e lenitive, attribuibili alla presenza di steroli vegetali (come il beta-sitosterolo o il campesterolo) e di triterpeni in quantità elevate, vengono sfruttate con successo anche nelle formulazioni di alcuni prodotti cosmetici. Nei trattamenti estetici per pelli sensibili, l'estratto di cardiospermum halicacabum viene usato come sostituto vegetale del cortisone per lenire prurito e irritazioni.
L'Aloe vera, infine, è un altro prodotto portentoso: non solo è una pianta fortemente idratante (ogni singola foglia può rilasciare fino a 1 litro di idratazione nei tessuti), ma aiuta anche a lenire le irritazioni e a rimarginare le piccole ferite. Si può quindi impiegare con successo nel trattamento della pelle sensibile.

Consigli di trattamento per pelli sensibili e secche

In caso di pelli sensibili e secche bisogna:

  • Usare prodotti detergenti delicati, così da alterare il meno possibile il naturale equilibrio cutaneo.
  • Usare acqua tiepida per lavare il viso, in modo da irritare il meno possibile la pelle.
  • Prediligere peeling enzimatici rispetto a quelli meccanici. Vanno evitati anche i peeling chimici troppo aggressivi.
  • Ridurre al minimo il contatto con potenziali allergeni (come, ad esempio, i profumi artificiali).
  • Ridurre i fattori di stress e proteggere la pelle dai raggi UV.
  • Prestare attenzione alla tollerabilità cutanea dei prodotti cosmetici.
  • Evitare il consumo di nicotina e l'abuso di sostanze alcoliche e cercare di condurre uno stile di vita sano, dormendo un numero adeguato di ore, adottando un buon regime alimentare, bevendo molta acqua e facendo movimento all’aria aperta.

Obiettivi del trattamento

Il trattamento estetico per pelli caratterizzate da ipersensibilità e secchezza deve, prima di tutto, idratare efficacemente la cute e fornirle i lipidi che le mancano. Un buon equilibrio di liquidi e un'idratazione profonda dello strato corneo la faranno apparire subito più giovanile, morbida e fresca. Per ottenere questo risultato si può scegliere tra una vasta gamma di principi attivi.
Il primo di questi è l'acido ialuronico, componente essenziale del "cemento" che tiene insieme i nostri tessuti connettivi e quelli di sostegno. Ha un'elevata capacità di trattenere l'idratazione, cosa che consente di migliorare molto l'elasticità e il tono della pelle. Dona anche un'immediata sensazione di freschezza grazie alla sua capacità di legarsi velocemente alle particelle d'acqua. Un grammo di acido ialuronico riesce a trattenere anche 6 litri di acqua, cosa che lo rende uno degli ingredienti cosmetici più importanti per i preparati cosmetico-dermatologici.
L'urea è un altro ingrediente molto apprezzato dal punto di vista dermatologico. La sua importanza nei prodotti cosmetici deriva dal suo contributo al NMF ("Natural Moisturizing Factor", o "Fattore naturale di idratazione"): rappresenta, infatti, il 7% dei fattori di idratazione naturali della pelle. È soprattutto quando la pelle è più secca e desquamata, quindi più fragile e screpolata, che l'urea risulta efficace: idrata a lungo e aiuta a levigare visibilmente e rapidamente le aree più ruvide.
L'"Aquaxyl", invece, è un complesso di agenti idratanti che aiuta ad aumentare le riserve di idratazione nei tessuti e a migliorarne la distribuzione. Alcuni studi hanno evidenziato che l'utilizzo di questo complesso migliora la quantità di acqua transepidermica già tra i 15 e i 30 giorni di utilizzo.
Esistono, infine, numerosi ingredienti attivi che vengono ricavati dalle alghe (come l'Hydranov P). Agiscono tra gli strati più profondi della pelle e la superficie cutanea, ripristinando l’idratazione mancante.

Proposta di trattamento specifico per pelli sensibili, arrossate, secche e irritate

Passaggi:

  1. Detergi la pelle con un prodotto delicato, poi applica come tonico una delicata lozione alle erbe.
  2. Esegui un delicato peeling enzimatico, poi riapplica il tonico.
  3. Massaggia delicatamente un prodotto in fiala ad azione lenitiva fino a compelto assoribmento.
  4. Miscela una maschera viso per pelli sensibili con un prodotto schiumogeno specifico ad azione calmante.*
  5. Infine, esegui un massaggio con una crema nutriente e lenitiva.**

* Consiglio: esegui un massaggio rinfrescante sulla maschera usando delle sfere ghiacciate.

** Questa crema chiude il trattamento: al termine, tamponane via eventuali eccedenze.


Christine Schrammek-Drusio
Dermatologa, allergologa ed esperta di antiaging, ha sviluppato famosi protocolli di trattamento.

 

#BF_beauty&care, #dermatologia, #BeautyForum, #viso, #trattamento, #BF_nov19


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102