fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

Tracciare il bilancio di fine anno per programmare promozioni e investimenti per quello nuovo

Hai pensato a tutto?

  • Beauty Forum

Il periodo tra Natale e Capodanno è per tradizione quello in cui ci fermiamo un momento e riflettiamo sull’anno che è appena trascorso. Benché il tran-tran lavorativo e privato ti abbia probabilmente privata di molte energie, specie nelle settimane che hanno preceduto il Natale, oltre al meritato riposo dovresti prenderti almeno una giornata per riflettere con tranquillità su quali siano state le scelte del 2016 che conviene portare avanti nel tuo istituto e quali attività hanno dato risultati così positivi da promettere un buon successo anche nel 2017. Se durante l’anno hai lavorato da sola, e hai raggiunto il tuo massimo limite di sopportazione, vale la pena prendere in considerazione l’idea di assumere un collaboratore. Hai in mente, magari già da qualche tempo, delle promozioni o altre iniziative che ti piacerebbe realizzare nel 2017? Scrivile! Se si mette qualcosa per iscritto è più difficile dimenticarlo. Non sei soddisfatta dell’assortimento che hai in magazzino, o stai pensando di rinnovare le linee di prodotto per raggiungere una nuova fascia di clienti? Non dimenticare che i nuovi prodotti (che tu decida di sostituirli oppure di integrarli a quelli che hai già) devono essere in linea con la filosofia generale del tuo istituto, altrimenti rischi di perdere credibilità di fronte alle tue clienti. Se decidi di puntare su una nuova linea di prodotti, inoltre, devi prendere in considerazione anche la necessità di accompagnare il cambiamento con servizi del tutto nuovi.

Da dove iniziare?

La cosa migliore è prendere qualche foglio bianco, una penna (o anche più di una, perché no?) e lasciar fluire il 2016 davanti ai tuoi occhi mettendolo nero su bianco. Com’è iniziato il tuo ultimo anno di attività? Ah già, lo scorso gennaio hai avuto l’idea di offrire come premio-fedeltà alle tue clienti abituali un prodotto di make up a prezzo di costo, magari da usare durante gli eventi del Carnevale. In base alla tua agenda, o al database del tuo computer, puoi risalire facilmente a quante delle tue clienti abbiano effettivamente aderito a questa iniziativa. Non sono state poi così tante? Allora non sarebbe redditizio proporre la stessa iniziativa anche nel 2017.

Eventi di marketing

Come ti sembra l’idea di elaborare una grande campagna promozionale rivolta alla fascia di clienti “madri e figlie”? Non solo potrebbe essere l’occasione per trasformare le madri in clienti abituali, ma potresti anche conquistare delle potenziali clienti future con le figlie. Il periodo in cui proporla può essere legato alla Festa della Mamma, ma non necessariamente. Anche la primavera inoltrata, ad esempio, potrebbe essere un buon momento. Inoltre, con una spesa minima potresti offrire dei servizi creati apposta non solo per le mamme, ma anche per le figlie. Sii creativa! Potrebbero sfruttare volentieri questa promozione anche i mariti delle tue clienti - naturalmente con i figli. Per far conoscere questa iniziativa, organizza (con un po’ di anticipo) un incontro informativo nel tuo istituto!
Valuta anche quali campagne promozionali potrebbero attirare le clienti durante il periodo estivo. Qualche esempio? “La giornata dei piedi ghiacciati”, con dei trattamenti extra-rinfrescanti per i piedi sudati in aggiunta alle sedute di pedicure; un trattamento continuativo “dopo- sole” sotto forma di pacchetto (ad esempio sei sedute da svolgersi nell’arco di due mesi); ancora, dei trattamenti per purificare e rinfrescare il viso quando, magari, la temperatura esterna è di 30° C o più.
Pensa anche a qualcosa di particolare da proporre durante quel periodo morto che si verifica ogni estate, quando la maggior parte delle clienti è in vacanza. Alcuni esempi? Un trattamento speciale nel tuo giardino (potresti allestire un gazebo di stoffa), un “Massaggio in Piscina” nella piscina comunale (ovviamente dopo aver richiesto tutti i permessi del caso!), o la “Tenda della Bellezza” durante un evento, una festa cittadina, una sagra locale…
Non è troppo presto per pianificare già le attività natalizie del prossimo anno, anzi: se quest’anno ti sei (di nuovo!) ridotta all’ultimo, è imperativo partire per tempo. Comincia a offrire “input natalizi” alle tue clienti già dopo la fine dell’estate, ad esempio offrendo loro un buono sconto da utilizzare in prodotti da rivendita nel mese di dicembre. In questa fase della progettazione non mettere freni alla tua fantasia! Per l’autunno, oltre ai classici e fondamentali protocolli post-abbronzatura, potresti già proporre dei trattamenti caratterizzati da un piacevole tepore, ad esempio per mani e piedi; anche i trattamenti Spa (come la talassoterapia) sono servizi molto richiesti. Inoltre, con l’arrivo dell’autunno, il periodo delle serate danzanti e della stagione teatrale è alle porte, e tornano alla ribalta anche il trucco da sera e quello da ballo. Con l’avvicinarsi delle festività, periodo che di anno in anno sembra diventare sempre più frenetico, potresti offrire dei massaggi rilassanti o alle pietre calde - tutte cose che aiuterebbero le tue clienti a staccare la spina per una o due ore.

Tip

Per poter fare una valutazione delle promozioni e delle iniziative che hanno avuto più successo durante l'anno è fondamentale tenerne traccia, annotando quante persone ne hanno usufruito, quanti profitti hanno generato e, magari, quante volte ti è stato chiesto di riproporle. Se non l'hai fatto quest'anno, prendi l'impegno di farlo il prossimo, magari proprio con l'aiuto delle clienti: proponi loro di compilare un breve questionario che valuti le novità introdotte nel tuo centro nel corso dell'anno. I risultati di questo piccolo sondaggio potrebbero aprirti gli occhi su aspetti che hai trascurato o sui quali, al contrario, hai avuto aspettative troppo alte.

Approccio orientato al cliente

Che cosa vorresti dalla tua estetista, se fossi al posto delle tue clienti? Di quali promozioni o servizi saresti contenta, di quali faresti volentieri a meno? Non dimenticarti, poi, dell’importanza di acquisire nuovi clienti. Con un passaparola efficace, non dovrai neanche spenderci troppo denaro!

Se desideri rinnovare la tua offerta con una nuova linea di prodotti, considera attentamente se questa si adatta alla filosofia e allo stile del tuo centro.

Investimenti

Il foglio successivo del tuo planning dovrebbe riguardare gli investimenti. È questa la sezione in cui inserire i nuovi prodotti, trattamenti o macchinari che ti piacerebbe aggiungere alla tua offerta. Se hai in mente una linea di prodotti in particolare, considera attentamente se questa si adatta alla filosofia e allo stile del tuo centro. Sii pronta a rispondere in modo plausibile alle domande delle tue clienti, qualora dovessero chiederti spiegazioni in merito a questo cambiamento. Una volta chiarito questo punto, resta da valutare se puoi effettivamente permetterti un’ulteriore linea, sia dal punto di vista economico sia dal punto di vista dello spazio. Controlla lo stato della tua contabilità, anche perché è questo il periodo in cui si deve redigere il bilancio di fine anno: con questi dati sottomano, avrai a disposizione le informazioni che ti servono per capire se l’anno appena trascorso sia stato abbastanza profittevole da permetterti di affrontare un nuovo investimento. Controlla anche se, al momento, le tue mensole e il tuo magazzino hanno ancora spazio a sufficienza. Se le risposte sono favorevoli, puoi seriamente valutare di mettere in atto questo progetto nel 2017.

Nuovi collaboratori

Se durante il 2016 ti sei sentita sopraffatta dal lavoro, perché magari gestisci l’intero istituto da sola, prendi in considerazione l’idea di assumere una collaboratrice, che sia solo una semplice assistente o un’altra estetista a tutti gli effetti.
Ci sono alcune cose importanti a cui pensare, se deciderai di procedere con questo progetto. Per prima cosa, una volta che avrai scelto la persona da assumere, dovrai farle firmare una lettera di assunzione (il contratto), in cui saranno specificati gli orari, la retribuzione, le mansioni e tutto ciò che avrete stabilito durante la trattativa di lavoro. Dovrai poi compilare il Modello Unificato LAV (che puoi trovare sia sul sito del Ministero del Lavoro che sul sito della Previdenza Sociale) e consegnarlo alla sede provinciale dello Sportello Unico dei Centri per l’Impiego entro il giorno precedente l’assunzione. Dovrai inoltre occuparti del versamento dei contributi previdenziali all’INPS e dei premi assicurativi all’INAIL. Una volta assunto un dipendente, ti conviene affidare la gestione delle buste paga e degli altri documenti importanti a qualcuno di esterno, come un consulente fiscale o un commercialista (se già non ne hai uno). Nelle sue mani potrai riporre, oltre alla gestione dell’amministrazione generale, anche la responsabilità della correttezza della burocrazia: non c’è nessun altro campo in cui si rischiano di commettere così tanti errori!

Pianificazione del budget

La pianificazione del budget è fondamentale perché, nonostante le idee siano sicuramente molto buone, non sempre si dispone dei mezzi adeguati per realizzarle. Ciò significa che è giunto il momento di fare i conti. Dai una struttura più precisa ai progetti che hai scritto e risali ai costi che comporterebbe realizzarle tutte (aiutati consultando internet, le pubblicità, i tuoi fornitori ecc.). Secondo alcune statistiche, le spese del personale non dovrebbero superare, in media, il 12-14% del fatturato dell’istituto. Tieni anche conto che l’assunzione di una collaboratrice a tempo pieno, perché sia conveniente, deve incrementare il tuo volume di affari di circa 30.000 € all’anno. Inoltre, può succedere che le clienti di lunga data, pur vedendo abbastanza positivamente un ingrandimento dell’istituto, al tempo stesso preferiscano che sia comunque la titolare a seguirle durante i trattamenti. Un’alternativa potrebbe essere assumere una segretaria amministrativa che gestisca le chiamate in entrata e in uscita, gli appuntamenti, il rifornimento dei prodotti, la cassa e le altre faccende burocratiche.

Costi

Hai calcolato i costi, hai elaborato una stima del denaro che ti servirebbe per concretizzare i tuoi progetti ed ecco che arriva la doccia fredda. Sicuramente non ti sarà possibile realizzare tutto quanto. Se vuoi fare un investimento, valuta se è assolutamente necessario (come, ad esempio, la sostituzione di un’apparecchiatura difettosa o troppo vecchia) oppure no. È ovvio che gli investimenti necessari hanno la priorità sugli altri. Controlla sui tuoi libri contabili quanto hai effettivamente guadagnato nel 2016 e decidi quale percentuale di quei guadagni vuoi reinvestire nel tuo istituto. Da questa scelta dipenderà quali attività, tra quelle su cui hai fantasticato, potrai veramente realizzare nell'anno nuovo.

Appuntamenti fissi

La programmazione del lavoro è fondamentale. Calendario alla mano, stabilisci in modo chiaro quali saranno gli appuntamenti fissi (privati e lavorativi) del prossimo anno: i compleanni, gli anniversari, i periodi di vacanza, le fiere di settore, i corsi di formazione e aggiornamento, le scadenze delle tasse e dei pagamenti ai fornitori, il periodo di tempo che servirà per le attività promozionali e per la pubblicità (tradizionale e via web). Con una pianificazione accurata, il prossimo anno niente potrà andare storto!


Claudia Gesang
Diplomata in Marketing, oltre che estetista e naturopata, insegna in numerose scuole di Estetica e collabora con numerose riviste tedesche di Beauty e Wellness.

 

#BeautyForum, #BF_life&work, #business, #vitainistituto, #BF_dic16_gen17


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102