fbpx


BEAUTY FORUM

For Professional use only

Gli ingredienti giusti per la perfetta wellness pedicure invernale

Una pausa di calore

  • Beauty Forum

In inverno, piedi freddi e pelle secca sono problemi persistenti per molte clienti. Sorprendile con una dose extra di calore: sarà come un abbraccio avvolgente, che donerà loro una piacevole sensazione di relax e sollievo anche quando saranno uscite dal tuo centro.

Piedi freddi, sensazioni fredde

Sulla pianta dei piedi si trovano circa 7000 tra terminazioni nervose e sanguigne. Da un punto di vista riflessologico, quest'area è collegata con l'intero organismo: il legame tra cerchi funzionali e organi interni, infatti, è molto stretto. Ecco perché i piedi freddi possono nuocere al nostro benessere generale. Un pediluvio caldo è spesso sufficiente per contrastare questa condizione. Allo stesso tempo l'eccesso di calore - come in caso di infiammazione, ad esempio - può essere dissipato attraverso i piedi. Il pediluvio stimola l'intero metabolismo, influenza positivamente il flusso linfatico e incentiva la depurazione dell'organismo.

Pediluvi caldi

Di norma, un buon trattamento per i piedi prevede, in apertura, il pediluvio; spesso però molti operatori non lo offrono, per svariate ragioni (magari semplicemente perché hanno optato per una procedura a secco).
Per far sì che il pediluvio riscaldi la cliente stimolandone la circolazione sanguigna, puoi aggiungere all'acqua qualche goccia di olio essenziale di rosmarino, di canfora o di salvia. Anche gli oli essenziali di arancio e di lavanda donano una sensazione di calore, andando ad agire però sul sistema limbico. Altri blend per piedi infreddoliti possono includere gli oli di menta piperita o di eucalipto. Il pediluvio, oltre a veicolare i principi attivi nella pelle, ha il compito di predisporre la cliente al rilassamento prima di iniziare con il trattamento "riscaldante" vero e proprio. Per accentuare questa funzione rituale, puoi aggiungere all'acqua dei petali di rosa o altre decorazioni scenografiche. Dal momento che la parola chiave del trattamento è "calore", completa l’allestimento con il bagliore intimo e discreto di una candela.

Maschere e impacchi

Per dare un tocco deluxe alla pedicure, maschere e impacchi sono ingredienti che non possono mancare. Le maschere cosmetiche hanno origini antichissime: le usavano già gli antichi Egizi, e più tardi i Greci e i Romani - il poeta Ovidio ne propone ad esempio una ricetta nel suo "Medicamina Faciei Femineae", poemetto sulle usanze di bellezza femminili dell’epoca.
Le maschere sono dei preparati cosmetici composti da sostanze che, una volta applicate, si induriscono e si solidificano, trasformandosi in una sorta di film che avvolge saldamente la pelle. Vanno rimosse dopo un tempo di posa di circa 15-20 minuti, quando sono ormai secche. Gli impacchi per i piedi, invece, non mutano la loro consistenza: rimangono elastici e morbidi e, quando vengono rimossi, sono ancora umidi. Va da sé, ovviamente, che ci possono essere delle eccezioni.

Paraffina profumata

Quando si parla di pedicure anti-freddo, non si possono ignorare i bagni di paraffina. Anzi: la possibilità di personalizzare il bagno aggiungendo delle fragranze a scelta del cliente ha riportato in auge questo trattamento. I bagni di paraffina sono perfetti per donare calore e idratazione nei giorni più freddi e possono essere utilizzati anche sui diabetici (a patto che non ci siano neuropatie in corso). Inoltre, lo strato d'aria che si forma tra la pelle e la paraffina svolge un'utile funzione termoisolante.

Bagni di vapore

Sorprendi la cliente con qualcosa di completamente nuovo: una "pulizia calda" dei piedi attraverso un bagno di vapore. La procedura riscalda intensamente la pelle, che viene preparata con delicatezza alle fasi successive del trattamento. Abbina al vapore degli impacchi: quelli più in voga, al momento, sono quelli a base di erbe che sviluppano in maniera ottimale la loro azione grazie proprio al calore.
Promuovi il bagno di vapore tra le clienti puntando sulle seguenti caratteristiche:

  • Unghie e cuticole diventano più morbide senza però gonfiarsi.
  • Si riduce il rischio di seccare la pelle.
  • Il mantello acido della pelle non viene intaccato.
  • Può essere eseguita anche in caso di diabete.
  • Escludendo il contatto diretto con la pelle, è molto igienica.
  • Impiegando semplicemente vapore, elimina il rischio di reazioni allergiche.
  • La temperatura costante evita surriscaldamenti improvvisi.
  • Aiuta ad aprire i pori.
  • Stimola la circolazione sanguigna locale (il calore, infatti, aiuta a dilatare i vasi sanguigni).
  • L'impiego è molto confortevole per la cliente.
  • È un'introduzione perfetta e rilassante al successivo trattamento piedi.
  • Ha un impatto positivo sulla psiche.

Massaggio con candela

Declinare il classico candle massage in versione pedicure ti permette di offrire alla cliente un'esperienza di massaggio davvero particolare. Naturalmente, le tue mani svolgono ancora un ruolo indispensabile quando si tratta di eseguire le manualità specifiche. In questo caso, però, le mani sono accompagnate da un vettore d’eccezione.
Le candele da massaggio sono composte da una varietà di oli aromatici, da preziose sostante nutritive, da cere e da una base di burri. I loro diversi profumi rendono questo massaggio un'esperienza di calore unica per ogni cliente. Le fasi del massaggio sono la depurazione, il rassodamento, il rilassamento e la riattivazione.
La candela da massaggio è molte cose in una: è insieme lozione da massaggio riscaldante, balsamo curativo e crema idratante, e offre un'esperienza di benessere unica nel suo genere. Può essere utilizzata in massaggi anti-cellulite e per il rimodellamento corporeo, per il trattamento dei meridiani e anche per eseguire massaggi energetici. È perfetta per essere usata anche in aree circoscritte del corpo, come appunto gambe e piedi freddi. Le candele da massaggio vanno conservate in un luogo buio, lontano dalla luce diretta del sole, preferibilmente in un contenitore chiuso da un coperchio.
Caratteristiche del rituale:

  • Il massaggio aiuta la cliente a ritrovare il suo equilibrio interiore.
  • Da un punto di vista olistico, questo tipo di massaggio va vissuto come un’esperienza a tutto tondo, e non come un mero step del trattamento.
  • Durante il massaggio, è bene insistere sulle zone più problematiche.
  • La cliente deve percepire una pressione piacevole.
  • Il massaggio non deve presupporre manovre "rigide".
  • La cliente deve percepire di essere ascoltata dall'operatrice.
  • Gli effetti del massaggio durano a lungo.
  • Devi conoscere perfettamente e tenere conto delle controindicazioni.
  • L'empatia è una componente fondamentale di un buon massaggio.
  • Non è importante solo il servizio in sé, ma anche l’ambiente che circonda la cliente: è di estrema importanza, quindi, tutelare la sua intimità e farla sentire a proprio agio.

Un "massaggio riscaldante con candela" prevede solitamente sette passaggi:

  1. Accendi la candela e preparala per l'utilizzo: capirai che è pronta quando lo strato superiore sarà diventato fluido.
  2. Spegni lo stoppino e attendi due o tre minuti prima di iniziare il massaggio: la candela manterrà la sua consistenza fluida per altri 50 minuti circa. Prima di applicare la cera sulla pelle, provane la temperatura sul dorso della mano e, quando ti sembra adeguata, fanne colare una piccola quantità sulla pelle.
  3. A questo punto, apri indice e medio a formare una V e spingi il liquido verso l’alto: la cliente avvertirà una sensazione molto piacevole.
  4. Con la cliente supina, comincia a massaggiare il dorso del piede e prosegui fino ad arrivare alla coscia. Distribuisci la cera disegnando dei piccoli cerchi sulla pelle, aprendo e chiudendo le dita. In un primo momento, la consistenza potrebbe sembrarti molto "cerosa" e poco scorrevole, ma più a lungo la lavorerai più la cera diventerà morbida ed elastica.
  5. I risultati sono molto più tangibili di quanto si pensi: la pelle è morbida, idratata, calda e piacevole al tatto, a un livello impossibile da ottenere con un normale olio da massaggio.
  6. Il calore del massaggio stimola la circolazione sanguigna e riduce la tensione, innescando una sensazione di rilassamento. I lievi arrossamenti che si formano sulle gambe sono assolutamente normali e scompaiono dopo poco tempo: segnalano semplicemente che il microcircolo è stato messo in moto.
  7. Non sarà solo la cliente a trarre beneficio da questo massaggio: anche le tue mani riceveranno una dose extra di idratazione.

Quando è il momento di concentrare il massaggio sulla zona dei piedi, fai fluire una goccia di cera negli spazi interdigitali e lasciala colare fino al tallone. Intreccia le tue dita con quelle dei piedi della cliente e spingi la cera, ancora liquida, avanti e indietro; con le dita, massaggiala poi lungo l'arco plantare. Prosegui mettendo un po’ cera sul palmo della tua mano e appoggiandovi il tallone della cliente: eseguendo dei movimenti circolari donerai all’area - tipicamente colpita da secchezza e ipercheratosi - una provvidenziale dose di calore e idratazione. A questo punto, invita la cliente a mettersi a pancia in giù e riprendi con il massaggio partendo dal tallone; muoviti verso l'alto arrivando fino alla coscia, poi torna indietro verso il tallone.
Questo massaggio può essere anche eseguito in sincrono - a patto, ovviamente, che tu abbia una collaboratrice che ne conosca le manovre. Terminato il rituale, puoi avvolgere i piedi della cliente in un panno caldo, oppure farle adagiare i talloni sopra un cuscino di noccioli di ciliegia riscaldato.

Pacchetto "hot"

Per invogliare le clienti a indugiare in questo caloroso trattamento "deluxe", è importante presentarlo a dovere. Descrivilo in questi termini nella brochure del tuo centro: "Ad accoglierti, una tazza XXL di cioccolata calda per riscaldarti l'anima. Poi, passeremo a riscaldarti i piedi: dopo una pulizia profonda e la rimozione delle callosità, li coccoleremo con un caldo pediluvio stimolante. Sarà poi la volta di una preziosa maschera allo zenzero, che nutrirà e riattiverà la pelle. Dopo la maschera si tornerà 'al caldo' con un piacevole bagno di paraffina, il must tra gli impacchi di calore per i piedi. Mentre la maschera sarà in posa, potrai viziarti degustando dell'ottimo cioccolato fondente aromatizzato al peperoncino o al pepe rosa, che ti riscalderanno da dentro. Chiuderà il trattamento un avvolgente candle massage fatto di movimenti rapidi e decisi."
Sfrutta questo trattamento anche per la rivendita. Oltre a una crema piedi nutriente e riscaldante, che puoi sia impiegare durante il trattamento sotto forma di maschera (prodotto due in uno), sia consigliare come prodotto di mantenimento domiciliare, puoi proporre alla tua cliente dei "calzini di bellezza" contenenti un mix di erbe che aiutino a stimolare leggermente il microcircolo. Parlane alla cliente durante un momento di pausa della pedicure. Una piccola selezione di tisane a tema (come la miscela "infuocata" di limone e zenzero) e magari di belle tazze sono il completamento perfetto per la tua rivendita.


Ursula Maria Schneider
Titolare del centro Drehpunkt Fuß di Wiesbaden (Germania), specializzato in trattamenti per i piedi. Consulente wellness per la Camera di Commercio e dell’Industria, insegna innovative tecniche di massaggio plantare.

 

#BF_beauty&care, #BeautyForum, #trattamentistagionali, #pedicure, #inverno, #BF_dic19_gen20


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102