fbpx


BEAUTY FORUM

For Professional use only

A ogni problema cutaneo la sua soluzione

Problemi e soluzioni

  • Beauty Forum

Quello che chiamiamo "dermotipo" altro non è che la condizione "di partenza" che la pelle eredita geneticamente, senza considerare né l'azione dei fattori interni al corpo, né quella degli agenti esterni. Entrambe queste variabili possono però incidere profondamente sulla composizione della pelle, che è interessata da numerosi cambiamenti durante il corso della vita; oggi, dunque, più che di "dermotipo" si preferisce parlare di "stato" o "condizione" della pelle.
Come sappiamo, le tipologie cutanee sono diverse e ognuna ha le proprie caratteristiche peculiari. La "pelle normale" è tipica soprattutto - se non esclusivamente - dei giovani: è liscia, tonica, morbida, elastica e ben irrorata dai capillari sanguigni, cosa che la rende piacevolmente rosea. Ha inoltre pori fini e rughe praticamente inesistenti, non è né troppo secca né troppo grassa e il suo film idrolipidico, di spessore e consistenza adeguati, è in grado di proteggerla efficacemente dalla maggior parte delle aggressioni esterne, rendendola poco sensibile all'azione degli agenti ambientali. Dal momento che non si tratta, di fatto, di una pelle problematica, non verrà presa in esame in questa sede. Analizzeremo invece, in modo dettagliato, gli altri tipi di pelle problematica: vedremo quali sono le caratteristiche di ognuno di essi, quali sono le opzioni di trattamento a disposizione dell'estetista, cosa andrebbe e non andrebbe fatto e come ottenere risultati davvero significativi.

Come procedere a seconda del tipo di pelle

1. PELLE SECCA

È caratterizzata da cute secca e desquamata, accompagnata da una sensazione di tensione.

  • Principi attivi: Ceramidi, acido ialuronico, vitamina B3 (niacina), liposomi, urea, estratto di ippocastano, estratto di malva, Aloe vera, Pheohydrane (un complesso di ingredienti di origine marina dall'azione intensamente idratante).
  • Trattamenti: In caso di pelle secca vanno eseguiti trattamenti delicati, che non irritino la cute con un’eccessiva azione abrasiva. Si può supportare il trattamento con degli ultrasuoni e dei principi attivi adeguati. La cliente dovrebbe sottoporsi al trattamento regolarmente ogni due-tre settimane ma, se all'inizio del ciclo si vogliono accelerare i primi risultati, si può eseguire anche una seduta alla settimana.

2. PELLE SENSIBILE

Classifichiamo come pelle sensibile quella che reagisce a sollecitazioni chimiche o fisiche anche minime con arrossamenti, gonfiore, calore, prurito o una sensazione di tensione.

  • Principi attivi: Ceramidi, liposomi, urea, estratto di ippocastano, estratto di malva, enzimi (della papaya e dell'ananas), Aloe vera, Pheohydrane, estratto di lattuga, olio di noccioli di pesca.
  • Trattamenti: Per questo tipo di pelle si può predisporre un protocollo che includa peeling enzimatico, ultrasuoni, una maschera di principi attivi e un prodotto di chiusura adatto al tipo di pelle della cliente.

3. PELLE GRASSA

La pelle grassa si riconsoce subito per la sua consistenza spessa e robusta, per i pori dilatati, per i numerosi comedoni che la costellano e per quella tipica patina lucida data dalla sovrabbondanza di sebo.

  • Principi attivi: Liposomi, urea, estratto di fiori di tiglio, estratto di hamamelis, solfato di zinco, acido citrico, enzimi (della papaya e dell'ananas), Pheohydrane, argilla bianca.
  • Trattamenti: In caso di pelle grassa si consigliano dei trattamenti specifici che prevedano una fase di detersione profonda, un peeling enzimatico, una sessione di elettroporazione e una maschera a base di argilla bianca. In chiusura, si può applicare una crema a base di estratto di hamamelis.

4. PELLE IMPURA / MISTA

Con pelle impura identifichiamo un problema cutaneo che si manifesta soprattutto con la comparsa di acne (anche in età adulta). La pelle mista, invece, è una composizione cutanea più complessa in cui ad alcune aree grasse-lucide del viso se ne alternano altre normali o addirittura secche e in carenza di sebo.
Le zone più inclini alla sovrapproduzione di sebo sono quelle della zona T, che comprende la fronte, il naso e il mento. La pelle delle guance, invece, è solitamente più secca.

  • Principi attivi: vitamina A (Retinol), vitamina B3 (niacina), AHA (alfa-idrossiacidi), BHA (beta-idrossiacidi), liposomi, urea, estratto di fiori di tiglio, estratto di hamamelis, enzimi (della papaya e dell'ananas), Aloe vera, estratto di tamarindo.
  • Trattamenti: I trattamenti migliori per questi tipi di pelle sono quelli che sfruttano l'azione degli acidi della frutta: si comincia con una detersione e si continua con un peeling enzimatico, per intensificare il risultato del passaggio precedente. Si prosegue, poi, con un trattamento agli alfa- o ai beta- idrossiacidi e, una volta rimosso, si applica una maschera idratante che combini, ad esempio la vitamina A o B con l’Aloe vera, da lasciare in posa per circa 15-20 minuti. Dopo aver rimosso la maschera si può concludere il trattamento con l'applicazione di una crema specifica.

5. PELLE CON RUGHE

I fattori che scatenano questo tipo di pelle sono diversi: da una parte, può trattarsi di una carenza di idratazione, di acido ialuronico o di collagene nella pelle; dall'altra, può essere la conseguenza dell'assunzione di alcuni medicinali, dei danni dei raggi solari oppure di un utilizzo eccessivo di prodotti cosmetici.
Questo tipo di pelle si manifesta tipicamente dopo i 30 anni.

  • Principi attivi: vitamina A (Retinol), acido ialuronico, vitamina B3 (niacina), AHA (alfa-idrossiacidi), BHA (beta-idrossiacidi), liposomi, urea, enzimi (della papaya e dell'ananas), Aloe vera, Pheohydrane, collagene, "Syn Ake" (tripeptide estratto dal veleno della vipera).
  • Trattamenti: In caso di pelle con rughe si consiglia di abbinare alla microdermoabrasione diamantata (DMD) un trattamento con ultrasuoni. Si inizia con la detersione del viso, un peeling enzimatico e la microdermoabrasione, poi si applicano dei principi attivi da far penetrare nella pelle con l'ausilio degli ultrasuoni; si prosegue, quindi, con una maschera a base di vitamina A, collagene e acido ialuronico da lasciare in posa per 15-20 minuti. Una volta rimossa la maschera, si può concludere il trattamento applicando una crema a base di Syn Ake.


Cosa fare e cosa non fare in istituto e a casa

DA FARE IN ISTITUTO:

  • Eseguire un'anamnesi accurata.
  • Utilizzare correttamente i principi attivi.
  • Disporre un ciclo di trattamenti e non limitarsi al trattamento singolo.
  • Sviluppare un concept di trattamento specifico per ogni caso.

DA NON FARE IN ISTITUTO:

  • Fare un'anamnesi poco accurata o non farla affatto.
  • Non assegnare un trattamento domiciliare che aiuti a contrastare il problema della cliente.
  • Non spiegare nulla del trattamento.
  • Utilizzare i principi attivi in modo scorretto.
  • Dare consigli errati per la cura domiciliare.

DA FARE A CASA:

  • Seguire regolarmente una beauty routine adatta al proprio tipo di pelle.
  • Detergere il viso mattino e sera.
  • Utilizzare sempre due asciugamani: uno per il viso e un altro per le mani.
  • Non toccarsi il viso con le mani sporche.
  • Usare prodotti con filtro solare.

DA NON FARE A CASA:

  • Usare troppi prodotti contemporaneamente.
  • Spremere da soli le impurità.
  • Applicare troppo make up che ostruisce i pori.
  • Abusare di nicotina e/o alcol.

Proposta di trattamento n.1: Trattamento per pelle sensibile

Passaggi:

  1. Detersione.
  2. Ultrasuoni con principi attivi (estratto di malva, Aloe vera).
  3. Maschera con principi attivi (urea, estratto di ippocastano, vitamina B3).
  4. Prodotto di chiusura adatto al tipo di pelle.

Proposta di trattamento n.2: Trattamento agli enzimi

Passaggi:

  1. Detersione.
  2. Peeling enzimatico.
  3. Ultrasuoni con principi attivi (ceramidi, liposomi).
  4. Maschera ai principi attivi (Aloe vera, Pheohydrane, estratto di franchincenso).
  5. Prodotto di chiusura adatto al tipo di pelle.


Fabienne Pinger
Estetista e Spa Manager, vanta un'esperienza internazionale nel settore dell'estetica e del benessere.

 

#BeautyForum, #BF_dossier, #viso, #BF_dic19_gen20, #pelliproblematiche


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102