fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

Desideri e aspettative delle clienti "top"

Troppo esigente? Nessun problema!

  • Beauty Forum

Non importa che sia il trattamento migliore al mondo, né se questo sia eseguito dal dermatologo o dall'estetista: se le aspettative della paziente (o della cliente) sono irrealizzabili, non saranno mai soddisfatte. Una consulenza preliminare mirata e approfondita evita questo inconveniente. Vediamo quali sono i tre desideri più richiesti dalle clienti più esigenti.

 

→ Questo articolo fa parte del Dossier
First Class Beauty

 

Le aspettative delle pazienti (e delle clienti) di oggi sono estremamente alte: ognuna di loro vuole avere la tua totale attenzione quando si trova nel tuo istituto, e oltre al servizio impeccabile e a una consulenza mirata, tiene in enorme considerazione anche la qualità del trattamento.
Soddisfare tutti questi requisiti  è spesso difficile, soprattutto quando si parla di trattamenti anti-age "on-the-go"; d'altra parte, però, anche se i trattamenti invasivi e mini-invasivi di medicina estetica possono dare dei risultat sorprendenti, non fanno comunque miracoli, soprattutto se la paziente si è fatta un'idea sbagliata.

TIP
Prima di iniziare qualunque trattamento va sempre effettuato un colloquio preliminare approfondito con la paziente/cliente per mettere subito in chiaro quali risultati aspettarsi fin da subito e quali, invece, arriveranno col tempo.

PAZIENTI ESIGENTI

1. Il desiderio: Una pelle omogenea, senza irregolarità o iperpigmentazioni.
Se prima si credeva che le iperpigmentazioni fossero provocate soltanto dal fotoinvecchiamento, oggi si sa che possono essere causate anche dagli ormoni o dall’inquinamento ambientale. Un metodo molto efficace per schiarirle è la combinazione tra microneedling e l’applicazione di un siero specifico per lo schiarimento dei pigmenti cutanei (il trattamento, ovviamente, deve essere eseguito da un medico estetico competente), ma anche l’impiego degli acidi della frutta ha dato buoni risultati. Per ridurre il rischio di effetti collaterali, l’impiego degli acidi della frutta andrebbe limitato ai mesi più poveri di luce (autunno e inverno).
La paziente che cerca una soluzione alle sue iperpigmentazioni deve mettere in conto una buone dose di pazienza, oltre che di tempo: per vedere i primi risultati soddisfacenti, infatti, servono almeno dai quattro ai cinque trattamenti.

2. Il desiderio: Un viso più tonico, senza rughe né linee di espressione.
Di metodi per rassodare e rimpolpare la pelle senza chirurgia ce ne sono parecchi. Uno di questi è la mesoterapia, un trattamento di medicina estetica che aiuta a ringiovanire in modo naturale la pelle di viso, collo e décolleté. Il trattamento consiste nell’iniezione in profondità di un cocktail di principi attivi attraverso dei microscopici canali, aperti nella pelle da uno speciale manipolo. I principi attivi, scelti in maniera individuale a seconda della pelle della cliente, vanno applicati direttamente nei punti in cui l’invecchiamento appare più evidente. Si può, così, ritardare - o addirittura evitare - il lifting chirurgico.
Risultati altrettanto soddisfacenti si ottengono con l’uso di macchinari per la stimolazione della sintesi del collagene, come gli ultrasuoni. Il manipolo del macchinario rilascia un fascio di energia che raggiunge tre diversi strati della pelle, mettendo in moto un effetto lifting estremamente naturale.
Mentre gli effetti della mesoterapia sono visibili fin da subito, per gli ultrasuoni servono almeno dai tre ai sei mesi prima di vedere dei risultati apprezzabili. Questo va detto chiaramente alla paziente/cliente prima di iniziare il ciclo di trattamenti.

3. Il desiderio: Una silhouette perfetta, senza cellulite né cuscinetti adiposi.
Quando, nonostante tutti i suoi sforzi, la paziente/cliente non riesce a ottenere la silhouette dei suoi sogni, può ricorrere a uno dei numerosi metodi per il modellamento della figura. Prima di iniziare, però, deve esserle ben chiaro che nel body contouring non esiste nessun metodo multi-funzione, ma che ognuno di essi lavora in modo specifico per migliorare specifici inestetismi. È, però, possibile combinare più tecniche insieme per massimizzare i risultati.
Il grande classico del body contouring è il trattamento con gli ultra-suoni, una tecnologia estremamente avanzata che si basa sulla combinazione di ultrasuoni e radiofrequenza: mentre la radiofrequenza riscalda i tessuti, restringendo così i fasci di collagene nei tessuti connettivi, gli ultrasuoni distruggono gli involucri delle cellule adipose. Questo metodo è perfetto per combattere le lassità dei tessuti connettivi di cosce e glutei.
Ovviamente, il successo del trattamento dipende molto dallo stile di vita ad esso abbinato: a prescindere dai trattamenti in istituto, per avere dei risultati servono un adeguato esercizio fisico e una dieta sana ed equilibrata.

 


Secondo le statistiche di Treatwell, sempre più centri estetici in Italia scelgono di collaborare con un medico per offrire servizi di medicina estetica accanto a quelli di estetica tradizionale. I clienti che scelgono questi istituti lo fanno in genere per sottoporsi a trattamenti quali criolipolisi, lifting non chirurgici, peeling chimici e filler.
(Dati Treatwell)


 

TIPI DI CLIENTI ESIGENTI

Qualunque estetista si ritrova quotidianamente ad avere a che fare con clienti che pensano di essersi auto-analizzate correttamente la pelle (senza, però, rendersi conto di essersi sbagliate). In un contesto del genere, l’analisi preliminare professionale e oggettiva della pelle assume un’importanza cruciale.
Usare un’apparecchiatura computerizzata è molto utile per capire cosa manchi esattamente alla pelle e cosa fare per migliorarla in modo duraturo. A seconda del risultato dell'analisi puoi adattare il concept del trattamento al tipo e alla composizione cutanea della singola cliente, aumentando così le possibilità di successo a prescindere dalla condizione di partenza.

1. Pelle sensibile: Se la pelle della cliente è particolarmente sensibile te ne accorgi subito. I suoi segni distintivi sono arrossamenti, screpolature e gonfiori spesso accompagnati da bruciore, prurito e una sensazione di tensione. La prima cosa da fare è riportare la pelle a uno stato di “calma” ed equilibrio impiegando dei trattamenti lenitivi che aiutino a stabilizzare la barriera cutanea. In questi trattamenti vanno usati delicati preparati “skin-friendly” e principi attivi ben equilibrati tra loro; ha dato ottimi risultati, ad esempio, l’applicazione di un peptide biomimetico che aiuta a ridurre eritemi e irritazioni mentre aumenta la soglia di tolleranza della pelle. Non vanno eseguiti, invece, trattamenti troppo lunghi o intensivi, né peeling troppo aggressivi (soprattutto durante i momenti di irritazione acuta). Prima di ottenere una stabilizzazione sensibile e percepibile della pelle è necessario un periodo di trattamento di circa quattro settimane.

2. Pelle in carenza di idratazione: La pelle in carenza di idratazione non è quella che ha problemi a produrre lipidi (come la pelle secca), ma quella che non ha a disposizione abbastanza depositi di idratazione e non riesce a trattenere efficacemente gli agenti idratanti. Per garantire un livello di idratazione stabile bisogna ricorrere a moisturizer a base di principi attivi naturali a struttura molecolare breve, come gli amminoacidi, l’acido pirrolidin-carbonico (o prolina), l’urea, i booster di filaggrina o l’acido ialuronico.
Il trattamento professionale in istituto deve mirare a ristabilire il corretto livello di idratazione nella pelle. Sono perfette, a questo scopo, le maschere calco a base di collagene, meglio se applicate dopo una microdermoabrasione e su una maschera in tessuto a base anch’essa di collagene; questo dona alla pelle un’idratazione intensa e aiuta a ridurre la perdita di agenti idratanti.
Il risultato: le rughe da pelle secca appaiono visibilmente minimizzate e si riduce la sensazione di tensione. È anche possibile ridurre l’applicazione continuativa dei booster di filaggrina, che può causare la comparsa di eruzioni maculo-papulari.

 

Dr. Christian Merkel
Dermatologo e titolare di un centro per terapie dermatologiche e al laser. È specializzato in trattamenti estetici come le iniezioni di filler e i trattamenti al laser.

Kathleen Söder
Estetista e titolare della Reviderm Skinmedics a Rielasingen, in Germania. I suoi punti di forza sono i trattamenti per le pelli problematiche ed esigenti.

 

 

Questo articolo fa parte del Dossier
First Class Beauty

Gli altri articoli del Dossier:

Standard vs. Lusso
Quale tipo di trattamento proporre a chi?

Un corpo meraviglioso
Laserlipolisi e lipomassage: una
combinazione di successo

Osa con il lusso
Cosa caratterizza un centro estetico di lusso?

Più di un semplice trend
Le tendenze del momento influenzano le clienti:
fatti trovare preparata!

 

#BeautyForum, #BF_dossier, #comunicazione, #BF_feb_mar20, #firstclassbeauty


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102