fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

Facciamo chiarezza su definizioni e ingredienti ammessi in cosmesi naturale e vegana

Naturale o vegano?

  • Beauty Forum

Secondo i dati Eurispes del 2019, 7 italiani su 100 sono vegetariani o vegani: benché i vegetariani siano leggermente diminuiti, i vegani sono aumentati dell'1% rispetto all'anno precedente. A provare "nuovi" regimi alimentari sono soprattutto le donne, mentre la fascia d'età in cui questa scelta è più radicata è quella che va dai 35 ai 44 anni.
La filosofia vegana si sta diffondendo sempre di più, e questa tendenza influenzerà anche il settore cosmetico: il 24% degli intervistati da Eurispes, infatti, ha dichiarato di seguire il veganesimo (o il vegetarianesimo) anche come filosofia di vita, e non solo come scelta alimentare. Non è un caso, quindi, che sempre più persone scelgano di affidarsi a cosmetici vegani e si premurino che questi siano accompagnati da un sigillo che ne certifichi l'autenticità (come il "fiore" della Vegan Society britannica). Chi invece mangia vegetariano o compra bio ha la tendenza a scegliere cosmetici naturali di alta qualità; talvolta questi sono anche vegani, ma non è necessariamente una caratteristica determinante.
Naturale e vegano non sono infatti sinonimi: la formulazione di un cosmetico naturale può comprendere anche ingredienti di origine animale (come la cera d'api o la lanolina); un cosmetico vegano, d’altro canto, può invece contenere ingredienti sintetici - come gli oli minerali, i siliconi o i PEG-derivati - che non sono consentiti nella cosmesi naturale certificata.

CERTIFICAZIONI DIVERSE

Per un trattamento estetico in cabina sono perfetti i prodotti che rispondono alle esigenze dei consumatori vegani; si possono riconoscere grazie alle certificazioni come il "fiore" della Vegan Society britannica, che garantisce l'impiego di ingredienti naturali e biologici e la totale assenza di ingredienti di origine animale. Dal momento, però, che nei cosmetici certificati dalla Vegan Society è permesso l'utilizzo di ingredienti che non sono contemplati dalla cosmesi naturale, ha più senso cercare dei cosmetici certificati "NaTrue".
Sono molto pregiati i prodotti con una doppia certificazione, come il "fiore" della Vegan Society e la certificazione "NaTrue", entrambi registrati presso la British Vegan Society. Questi prodotti rispondono ai requisiti di cosmesi naturale definiti attualmente dal mercato europeo, e sono al contempo vegani al 100%.

pENSA VEGANO

Da dove partire per predisporre dei trattamenti estetici vegani, anticipando una tendenza che sarà sempre più diffusa tra la clientela?

PRINCIPI ATTIVI PERMESSI

  1. Vitamina E, un antiossidante che stabilizza i lipidi della membrana, aumenta l'idratazione della pelle e la rende più liscia.
  2. Cellule staminali vegetali come, ad esempio, la tuberosa.
  3. Burro di Karité, che grazie alla vitamina E, all'allantoina e al carotene crea una barriera sulla pelle che la protegge dalla secchezza mentre la nutre in profondità.
  4. Polvere di bambù, ricca di minerali e di silice; agisce in profondità nella pelle stimolando la rigenerazione cellulare.
  5. Acido ialuronico, sia ad alto che a basso peso molecolare. Quello ad alto peso molecolare si lega alle particelle di acqua e crea sulla pelle un film invisibile e dall'elasticità viscosa; regola inoltre l'idratazione e, grazie alla sua capacità igroscopica, rende la pelle più liscia e levigata. L'acido ialuronico a basso peso molecolare, invece, idrata velocemente la pelle in profondità e il suo effetto dura a lungo.
  6. Alcune cere:
    • La cera d'olivo, che idrata a fondo e rafforza le funzioni di difesa della pelle.
    • Un complesso lipidico formato da cera di Jojoba, di mimosa e di girasole, miscelato a un burro cosmetico duttile e liscio. Un mix di questo tipo idrata a fondo la pelle e la mantiene umettata a lungo. Il complesso contiene sia grassi insaturi che grassi saturi e fitosteroli, utili soprattutto in caso di pelle molto secca. Questi principi attivi vegetali aiutano a riequilibrare il livello di idratazione della pelle e a lenire le irritazioni. Il complesso, inoltre, è in grado di idratare fino a sei volte il suo peso e aiuta a creare sulla pelle un leggero film che la protegge dalla perdita di idratazione.

La formulazione di un cosmetico naturale può comprendere anche ingredienti di origine animale; un cosmetico vegano, d’altro canto, può invece contenere ingredienti sintetici.

COSMESI VEGANA: COSA SI PUÒ E COSA NON SI PUÒ USARE?

Non è consentito l'utilizzo di:

  • Ingredienti testati sugli animali (che, in ogni caso, sono già vietati in qualunque prodotto cosmetico dal 2013).
  • Principi attivi di origine animale come la gelatina, la cera d'api, la lanolina, il miele, le proteine della seta, il latte o la propoli.


È consentito l'utilizzo di:

  • Tamponi e dischetti in fibra di bambù, in cotone e in altri materiali biologici.
  • Asciugamani e coperte in cotone biologico.
  • Spazzole e pettini in legno, resina o materiali sintetici.
  • Pennelli di legno o bambù con setole sintetiche.
  • Accessori in vetro o legno.
  • Pietre naturali.
  • Forbici, pinzette etc. in acciaio inossidabile.
  • Cere vegetali naturali di alta qualità.
  • Estratti vegetali puri ricavati da fiori, foglie e radici.
  • Materie prime minerali naturali.
  • Oli essenziali e aromi.
  • Cellule staminali vegetali.
  • Ingredienti sintetici.
  • Oli minerali.
  • Siliconi.
  • Grassi naturali provenienti dalle noci di cocco o dalla Jojoba.
  • Emulsionanti provenienti da fonti vegetali genuine.

 

Proposta di trattamento vegano e bio

Trattamento estetico vegano e biologico a base di cellule staminali vegetali di tuberosa e acido ialuronico ad alto peso molecolare:

  1. 1. Prima di iniziare, offri alla cliente un drink a base di papaya (ricca di vitamina A, C, E e di betacarotene) e metti della musica rilassante.

  2. Esegui una detersione express del viso con una lozione micellare.

  3. Applica un peeling a base di polvere di bambù.

  4. Nebulizza del vapore arricchito da estratto di rosmarino.

  5. Rimuovi il peeling, poi lavora delicatamente sul viso della cliente una mezza fiala di prodotto base di acqua d'uva, cellule staminali vegetali di tuberosa e acido ialuronico ad alto peso molecolare.

  6. Prosegui ora con un massaggio: aiutati con un olio per massaggi lunghi (come quello di avocado, di Jojoba o di cardo mariano) arricchito da acido ialuronico, per donare anche un forte effetto idratante.

  7. Applica quindi una maschera idratante ad azione lenitiva per donare nuova vitalità al viso, distendere la pelle e rendere l'incarnato radioso.

  8. Massaggia sul viso ciò che è rimasto della fiala utilizzata in precedenza.

  9. Concludi applicando una crema giorno, un prodotto per il contorno occhi e un tonico a base di acqua d’uva.

  10. Se la cliente lo desidera, realizza per lei un leggero make up da giorno - ovviamente utilizzando solo cosmetici vegani e biologici:
    • Fondotinta a base di estratti scelti di bambù, alghe e fiori;
    • Blush;
    • Ombretto, eyeliner, mascara;
    • Matita labbra e rossetto;
    • Fissa il make up con una cipria trasparente a base di estratto di bambù e di foglie di rosa.

 

Christiane Laszig
Estetista e truccatrice, lavora per il cinema e la televisione e forma nuovi visagisti. Come autrice tratta temi legati a cosmesi, antiage e make up.

 

#BF_beauty&care, #cosmetologia, #BeautyForum, #cosmesinaturale, #BF_apr20


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102