fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

Focus sul Lip Blushing, il nuovo trend per la dermopigmentazione labbra

Sulla bocca di tutte

  • Beauty Forum

 

Questo articolo fa parte del Dossier
Pelle al top

 

Fino a pochi anni fa, prima dei social media, la diffusione di mode e trend era un processo lento e graduale, tanto che potevano volerci degli anni prima che prendessero piede. Oggi, invece, bastano pochi clic o uno "scroll" sullo smartphone perché una nuova tendenza raggiunga migliaia di persone in ogni parte del mondo. A influencer e beauty blogger basta un minuto per dettare una moda che subito si diffonderà tra milioni di utenti, crescerà a dismisura e verrà ripostata in tempo zero.
Non stupisce, quindi, che le clienti di oggi siano abituate alla novità e siano alla ricerca di metodi sempre nuovi, anche quando si tratta di dermopigmentazione. Il trucco semipermanente è di grande tendenza ormai da diversi anni, e in tempi recenti si è evoluto moltissimo, permettendo di ottenere risultati sempre più realistici e naturali.

AL PASSO CON I TREND

Se il trend del contorno labbra "vistoso" sta progressivamente tramontando, in cima alla lista dei desideri di molte donne ci sono labbra piene, visibilmente voluminose ma dalla sfumatura che sia il più naturale possibile - un effetto filler, ma senza filler! Il "lip blushing" è la risposta a questa esigenza, e non è un caso che in tutta Europa si stiano moltiplicando i corsi di formazione incentrati su questa tecnica. Conoscerla è obbligatorio: le clienti oggi scoprono in fretta le novità, e altrettanto velocemente vogliono essere le prime a sfoggiarle.
Alcune di voi, a questo punto, potrebbero trovarsi in disaccordo: "Non mi interessa seguire ogni singolo trend di bellezza che si gonfia in fretta e altrettanto in fretta viene dimenticato!", oppure "Non bisogna seguire ogni minima moda!". Volenti o nolenti, però, davanti a noi c'è una nuova generazione di clienti, e chi vuole aumentare i propri profitti e allargare la propria clientela dovrebbe riflettere a fondo su questo cambiamento, se non vuole cadere nel dimenticatoio.
Il "lip blushing" - o "powder lips", "candy lips", "starlight gloss" - è un beauty trend probabilmente destinato a durare nel tempo e assolutamente facile da far proprio per il dermopigmentista che voglia aggiornare e modernizzare la propria offerta.

fORSE NON LO SAI, MA...

L’effetto pieno e glossy del lip blushing può essere ottenuto anche con il make up "normale". Come? Tamponando con le dita un rossetto in una fresca e luminosa tonalità pastello sulle labbra, per farle apparire più giovani e ben irrorate dalla circolazione sanguigna.
Il colore appare delicatamente traslucido e non assomiglia per nulla alla texture di un rossetto coprente. Le labbra non vengono contornate né sono nettamente delimitate, ma si nota comunque che il contorno è leggermente più chiaro rispetto al centro.
Se l'obiettivo è quello di far apparire la bocca più grande, va assolutamente usato un colore naturale. Se le labbra naturali hanno una tonalità molto scura, è necessario un marcato effetto glossy.

CONSIGLI GENERALI

Per prima cosa, bisogna ricordare che la pulizia delle aree trattate non dovrebbe mai essere troppo intensa o aggressiva. Potrebbe succedere, infatti, che un pigmento battuto correttamente debba essere ribattuto. Meglio tamponare l'area con dei pad relativamente asciutti o degli asciugamani, da passare solo alla fine di ogni sessione.
Tra una passata e l'altra, si consiglia di applicare una cosiddetta "maschera di colore" sulle aree delle labbra che di volta in volta non sono trattate attivamente, così da far penetrare nella pelle ulteriore pigmento.
In chiusura di trattamento, la pelle viene "sigillata" con un prodotto apposito. Come cura domiciliare va dato alla cliente un balsamo riparatore a base di propoli, principio attivo che ha un'azione antibatterica.

 


Per quanto riguarda il trucco semipermanente alle labbra, il lip blushing è l’ultima tendenza e ha visto un aumento dell’8% rispetto a febbraio 2019. Il lip blushing è una tecnica di tatuaggio che sostituisce il filler; rispetto alle classiche punturine garantisce un risultato molto più naturale e permette di correggere eventuali problemi di forme, dimensioni e discromie.
(Dati Treatwell)


 

COME SI LAVORA

  • La tecnica di base per il lip blushing è la tecnica "powdering". A differenza del classico tatuaggio labbra, in cui il colore viene lavorato in modo denso e coprente, nel caso del lip blushing avviene l'esatto contrario.
  • Per ottenere l’effetto desiderato, la mano deve muoversi più velocemente rispetto alla tecnica di delineazione classica. Più velocemente la mano si muove lungo la mucosa, più lontani tra loro saranno i punti di ingresso dell'ago. Per questo, il dermografo deve essere impostato a una velocità estremamente bassa - possibilmente, la velocità minima consentita dall’apparecchiatura che si sta utilizzando.
    La velocità del dermografo determina anche la profondità di penetrazione dell’ago: una velocità inferiore permette al colore di rimanere più superficiale e "soffuso", ed è proprio il risultato che si vuole ottenere con la tecnica powdering; con una velocità maggiore il colore viene inciso più profondamente, e la cosa non è adatta a questo tipo di lavoro. Alla giusta velocità, il colore viene inserito nella pelle grazie all’effetto vacuum prodotto dall’ago mentre si ritrae verso l'alto. Si creano, così, dei micro-punti estremamente piccoli. L'ago penetra poco all'interno della pelle, che deve essere sempre ben tesa, ma è comunque sufficiente all’inserimento della giusta quantità di pigmento richiesta da questa tecnica.
  • La sensazione del trattamento cambia radicalmente. Laddove un dermopigmentista esperto sappia determinare se il colore stia penetrando correttamente nella pelle in base alla vibrazione del tessuto, in questo caso è come se l’ago "danzasse" sulla pelle.

Lip Blushing: come si esegue

LA SCELTA DEL COLORE

  • Lavorare rapidamente con la mano significa distribuire i punti di ingresso del colore su un'area più vasta, distanziandoli maggiormente tra loro rispetto al classico riempimento; ha dunque senso, per ottenere il desiderato effetto traslucido, lavorare con colori intensi: nuance rosate, aranciate o rossi freddi, che in caso di labbra scure vanno schiariti con l’ausilio del pigmento bianco.
  • Il colore non deve asciugare troppo, né essere troppo compatto. A questo scopo, si consiglia di mescolare il colore a uno "skin top", prodotto in grado di rendere il pigmento più oleoso. Per la sua formulazione, oltretutto, lo skin top favorisce anche la vasocostrizione, prevenendo il sanguinamento e facilitando così il trattamento.

I MOVIMENTI

  • Attenzione! I movimenti eseguiti per tracciare il colore non devono essere troppo ripetitivi, o risulteranno troppo evidenti. Se l’applicatore viene mosso sempre nella stessa direzione lineare, presto spunteranno delle linee non volute. Se vengono disegnati troppo spesso dei cerchi o degli ovali, daranno vita a evidenti segni circolari.
  • Per queste ragioni, quindi, i movimenti andrebbero variati, partendo ad esempio da movimenti paralleli al contorno labbra, angolandoli poi da una parte e dall’altra, passando dunque a movimenti circolari e via dicendo.

LA SCELTA DELL'AGO

  • Più l'ago è sottile, più piccoli saranno i punti d'ingresso della polvere, ma più lungo sarà il lavoro.
  • Più l'ago è spesso, più velocemente finirai il lavoro, ma potrebbe perdersi l'effetto soffuso.

 

Holger Hoffmann
International PMU Master, autore del manuale "The Art of Micropigmentation 1+2" e direttore creativo della Goldeneye Permanent System GmbH, è anche insegnante e creatore della linea di pigmenti Coloressense.

 

 

Questo articolo fa parte del Dossier
Pelle al top

Gli altri articoli del Dossier:

Una pelle più pura
Pelle grassa e pori dilatati:
caus e soluzioni.

Guardiamoci negli occhi
I migliori principi attivi e trattamenti
per il contorno occhi

Il Massaggio dell'Eterna Giovinezza
Origine e benefici del massaggio
giapponese Kobido

 

#BeautyForum, #BF_dossier, #viso, #dermopigmentazione, #visoaltop, #BF_apr20


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102