fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

Intervista esclusiva a Giulia De Marco, fondatrice di Daimon

Giulia De Marco

  • Beauty Forum

A tu per tu con una giovane imprenditrice del mondo Beauty: Giulia De Marco, fondatrice di Daimon, realtà dinamica specializzata in cosmetici funzionali per viso e corpo. Con lei parliamo di scienza e natura, di formazione e informazione: gli ingredienti necessari per una bellezza consapevole.

 

Quando e come hai mosso i primi passi nel settore Beauty?

La prima cosa che ricordo? Il Cosmoprof: ero una studentessa universitaria, il mio ragazzo in quegli anni lavorava nel settore Beauty e con la sua azienda esponeva. Presi la macchina e mi feci il tragitto da Cordignano - in provincia di Treviso - fino a Bologna senza fermarmi neanche per un caffè! Passai un'intera giornata a passeggiare da uno stand all'altro, soffermandomi alla ricerca di volantini e spiegazioni. Si chiama colpo di fulmine? Finiti gli studi di economia aziendale entrai a lavorare in un'azienda del settore Estetica, da lì iniziai ad approfondire giorno dopo giorno, oltre alla parte commerciale e marketing per le quali ero stata assunta, anche tutto quanto c'era da sapere e da ricercare ogni giorno in questo fantastico settore.

 

Come descriveresti il ruolo dell'estetista oggi?

Ho sempre pensato e detto una cosa: oggi l'estetista ha un compito molto più importante di quello che crede di avere, soprattutto dopo gli accadimenti di questi ultimi mesi. Credo che l'operatrice
del benessere abbia una missione: prendersi cura e far star bene ogni persona, ogni donna, ogni uomo, giovane o meno giovane che ha bisogno di dedicarsi del tempo, una coccola, di ritrovare se stesso. Tutti, dico tutti, abbiamo un dovere verso noi stessi: dedicarci del tempo. L'estetista è la consulente di bellezza e benessere e deve essere lei la prima a dedicarsi del tempo. La cosa più forte che può trasmettere è l'importanza di prendersi cura di sé e che non è mai troppo tardi per iniziare a farlo.

 

La parola "Daimon" ha un significato preciso: quale?

Secondo la filosofia, Daimon significa "spirito guida"; anagrammando la parola se ne ottengono altre tre importanti: oltre a "dinamo" e "domani", "nomadi". I nomadi siamo noi, che ci spostiamo, viaggiamo e dedichiamo ogni giorno a supporto del centro estetico. Essere nomadi, nella nostra visione, non significa spostarsi senza una meta, ma essere sempre nel posto giusto al momento giusto. L'azienda pone le sue fondamenta sul rapporto umano, che credo non sia da considerarsi fornitore-cliente, ma una vera e propria partnership. Questi nomadi hanno un "campo base": la sede Daimon, dove si possono trovare soluzioni e partecipare ad eventi e giornate formative con un team esperto e sempre aggiornato, composto da esperti del settore.

 

La ricerca in ambito Beauty lavora a pieno ritmo: quali sono i principi attivi del momento?

Possiamo parlare di cosmetici funzionali e peptidi, sequenze di amminoacidi simili a quelli che troviamo naturalmente nel nostro corpo, che mimano l'azione della proteina naturale a cui assomigliano, legandosi al recettore cellulare e inviando dei segnali per la regolazione dei processi biologici. Ogni peptide ha una missione, un compito specifico; uno fra tutti, il Fattore di Crescita Epidermico (EGF), che agisce sia a livello epidermico che dermico. Con l'introduzione dei peptidi, i trattamenti sono diventati delle vere e proprie terapie di bellezza. Si è poi sviluppata la tecnica di microincapsulazione, attraverso cui le sostanze funzionali sono inglobate in nanocapsule di natura lipofila, di dimensioni infinitesimali, in grado di attraversare l'epidermide per rilasciare le sostanze in profondità e quindi potenziarne l'efficacia.

 

La vocazione al naturale e al biologico è un trend inarrestabile: come rispondere a questa nuova esigenza del mercato?

Anche noi scegliamo con i nostri laboratori di produzione l'utilizzo di piante da coltivazione biologica, estratti e oli essenziali titolati, oli spremuti a freddo, cere vegetali. La natura ci dà le materie prime di cui abbiamo bisogno per creare un cosmetico funzionale, dall'efficacia garantita; non ci accontentiamo del cosmetico tradizionale, o di quello la cui unica argomentazione è il bollino "green"! Uniamo la natura alla ricerca cosmetologica, ovvero alla scienza. Lavoriamo con il territorio e ricerchiamo piccoli produttori di qualità nelle materie prime. Dobbiamo garantire qualità, sicurezza, funzionalità e risultati.

 

Grazie al web le clienti credono di essere più informate, mentre in realtà sono spesso dis-informate: come combattere questo fenomeno?

Invito sempre i centri estetici che lavorano con noi ad organizzare con le proprie clienti dei salotti informativi, degli eventi a tema. Il web ci riempie di informazioni, di immagini, di insicurezze; l'estetista è una consulente di bellezza, pertanto chi meglio di lei può consigliare cosa va bene per ciascuna pelle? Educare il cliente alla beauty routine significa diventare protagonista del proprio ruolo.

 

In Daimon date molta importanza alla formazione: quali sono, a tuo avviso, le caratteristiche di un'offerta formativa di qualità?

Formazione e informazione continua, sempre aggiornata, creata sulle reali esigenze dei centri estetici. La formazione ci deve accompagnare tutta la vita, dobbiamo essere ricettivi e saperci modulare anche a seconda delle esigenze di mercato, oggi più di ieri. La formazione in casa Daimon non è solo parlare di prodotto, ma è confronto, è incontro con esperti del settore, consiglio e creazione di nuovi percorsi e strategie di lavoro con e per il centro estetico.

 

#BeautyForum, #inogninumero, #uncaffècon, #BF_mag_giu_20


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102