fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

Canali professionali: riaprire è vitale

Canali professionali: riaprire è vitale

  • Beauty Forum

Nell'arco di poche settimane le nostre vite sono cambiate: l’emergenza Coronavirus ci ha chiamati a modificare radicalmente le nostre abitudini, in famiglia, nel tempo libero, nelle relazioni sociali, nel lavoro. Ognuno di noi sta fronteggiando questa sfida al meglio delle proprie capacità.

Anche il nostro settore ha dovuto affrontare gli effetti della pandemia, in particolare i canali professionali. Con il DPCM 11 marzo 2020 è infatti scattato il lockdown dei saloni di acconciatura ed estetica, anche se molte realtà avevano già optato per la chiusura a fine febbraio. Stiamo parlando di 130.000 saloni dedicati al benessere (95.000 saloni di acconciatura, 35.000 saloni di estetica) che si basano sul lavoro di oltre 263.000 addetti, generando un giro di affari annuale di 6 miliardi.

I giorni di lockdown hanno oggettivamente messo a dura prova i saloni, con i loro addetti e le loro famiglie, ma anche le numerose realtà imprenditoriali ad essi collegati, dai distributori, agli agenti, ai formatori. Realtà che per la maggioranza dei casi generano marginalità già ridotte al minimo per la loro sussistenza.

Ecco perché riaprire il prima possibile è cruciale. Il prolungarsi delle chiusure avrebbe infatti impatti sia sul canale distributivo di acconciatori e centri estetici sia sulla filiera produttiva, con inevitabili ricadute occupazionali. Le conseguenze sarebbero la cessazione definitiva di oltre un terzo delle attività - fino a 50.000 negozi, con la probabile ricaduta occupazionale per oltre 100.000 addetti - con il rischio di favorire la nascita e la diffusione di lavoro nero a domicilio senza controlli né misure di sicurezza, incrementando in modo esponenziale il pericolo di contagio che le misure vorrebbero evitare.

Il settore è certamente in grado di darsi ulteriori regole igienico-sanitarie rigorose, a completamento di quelle efficaci già normalmente applicate, per una ripresa rapida che coniughi attenzione alla salute e alla sicurezza degli operatori e dei clienti, richiesta di benessere dei cittadini e riduzione degli impatti sociali.


Cosmetica Italia, in collaborazione con CNA e Confartigianato, sta promuovendo il confronto con Governo e Istituzioni responsabili per promuovere una giusta conoscenza delle dinamiche di centri estetici e saloni di acconciatura; l’appello che viene lanciato è far ripartire al più presto la filiera, per limitare le innegabili difficoltà finanziarie a cui dovranno far fronte soprattutto i piccoli e medi esercizi, che rappresentano oltre il 90% delle attività legate alla cura della persona. Senza dimenticare un altro aspetto legato alla forte attesa di gran parte della popolazione di tornare a fruire dei servizi di cura della persona, utili al mantenimento del benessere psico-fisico.

 

Fabio Berchi
Presidente del Gruppo Cosmetici per l'Estetica di Cosmetica Italia

 

#BeautyForum, #inogninumero, #cosmeticaItalia, #BF_mag_giu_20


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102