fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

INNOVAZIONI, TENDENZE E CURIOSITÀ SUI TONICI VISO

Il Buongiorno si Vede dal Tonico

  • Beauty Forum

INNOVAZIONI, TENDENZE E CURIOSITÀ SUI TONICI VISO - "Tonico?" Se la tua cliente fa spallucce quando glielo nomini, vuol dire che è arrivato il momento di una consulenza e una spiegazione approfondita: perché aggiungerlo alla beauty routine? Noi, di buone ragioni, ne abbiamo molte!

Cosa dice la regola n.1 della skin care? "Il viso va deterso due volte al giorno, mattino e sera". Naturalmente tu, professionista della pelle, lo sai bene, e lo sanno anche le clienti che regolarmente si affidano a te per la pulizia della loro pelle; ma hai mai provato a chiedere loro con quali prodotti si lavano il viso quando sono a casa?
Tra i metodi più diffusi ci sono sicuramente il latte detergente passato su un batuffolo di cotone, la semplice acqua oppure le salviette pre-imbevute di detergente. Tutto qui? Sfortunatamente sì. Cosa manca? Il tonico: un componente fondamentale per la corretta detersione del viso, ma che spesso viene trascurato perché si conosce poco. E dire che è un vero e proprio tuttofare!
Il tonico non è né un detergente in senso stretto, né un vero e proprio prodotto di bellezza; svolge, però, tre funzioni molto importanti che lo rendono imprescindibile per una beauty routine davvero completa.

Funzione n.1: usato dopo il detergente o lo struccante, purifica la pelle più in profondità liberandola dai residui di sporcizia, sudore, cellule morte e make up.

Funzione n.2: aiuta la pelle a mantenere il suo sano livello di pH, che deve essere tra 5.0 e 6.0. Il pH della flora cutanea è leggermente acido, perché deve proteggere l'organismo dall'aggressione di funghi e batteri.

Funzione n.3: prepara la pelle a ricevere meglio i principi attivi dei prodotti che verranno applicati dopo, come il siero, l'essenza o la crema.

il buongiorno tonicoÈ importante usare i prodotti giusti, quando si pulisce il viso! 

Tip

Il tonico due volte al giorno 

Che sia il classico tonico, l'acqua micellare o un tonico a base di AHA non importa: la cosa importante è applicare il prodotto ogni giorno con un dischetto di cotone dopo aver pulito il viso. Un passaggio in più che non richiede molto tempo, ma che ha un grande valore aggiunto! 
In fondo si sa che per avere una pelle sana, pura e omogenea non si può prescindere da una pulizia profonda e accurata.

TONICO O ACQUA MICELLARE?

A prescindere dal tipo di pelle, il tonico svolge due azioni: pulire delicatamente la pelle e, contemporaneamente, nutrirla e trattarla. Attenzione, però: i prodotti troppo aggressivi e irritanti non sono mai una buona scelta per l'utilizzo quotidiano!
Se, ad esempio, la tua cliente sta cercando un'alternativa più delicata al classico struccante o al detergente viso, consigliale di sostituire il tonico con un'acqua micellare delicata e priva di alcol. L'acqua micellare ha molti vantaggi: è delicata sulla pelle, riesce a rimuovere il trucco waterproof, si può usare anche sulla pelle sensibile e sulle aree del viso più delicate, come il contorno occhi. La differenza tra il classico tonico e l'acqua micellare sta nelle "micelle", delle piccole molecole tensioattive composte da una testa lipofila (che, cioè, si lega alle sostanze grasse) e una coda idrofila (che, invece, si lega all'acqua). Questa struttura permette alle micelle di rimuovere dalla pelle come un magnete sia le sostanze idrosolubili che quelle liposolubili, senza dover sfregare o esercitare alcuna pressione. Ciò consente di risparmiare cotone, struccante per il viso, struccante occhi e, soprattutto, tempo. 
Non stupisce che i prodotti micellari siano così amati da tutti! La loro praticità li rende perfetti per quando si viaggia o si va in vacanza, oppure per le neo-mamme nel primo anno di vita del loro bambino - quando, cioè, il tempo a disposizione per la beauty routine è decisamente ridotto. 

→!¡←

Toner Wash Method

In Corea sta spopolando un nuovo beauty trend chiamato "Toner Wash": consiste nel lavarsi il viso con un mix di acqua e tonico (in proporzione di 9:1) per donare alla pelle dei principi attivi già durante la fase della detersione e, al contempo, ridurne la secchezza.

I TONICI AGLI ACIDI DELLA FRUTTA

Altrettanto pratici e amati sono i tonici con acidi della frutta o con acido lattico, il vero trend del momento. Gli acidi della frutta (AHA), come l'acido glicolico, l'acido citrico, l'acido malico o l'acido tartarico, svolgono un effetto peeling sullo strato superficiale della pelle e, aggiunti al tonico, aiutano a rimuovere efficacemente pelle morta, particelle di sporco e residui di make up. Inoltre, l'utilizzo regolare permette di esfoliare la cute migliorando sensibilmente l'aspetto della pelle matura, di quella con iperpigmentazioni, di quella mista e di quella grassa con comedoni e impurità, regalando al contempo un incarnato luminoso e sano.
C'è però un lato negativo: questi tonici, come gli altri prodotti nominati finora, seccano molto la pelle e la rendono più sensibile al sole, aumentando potenzialmente il rischio di scottature, macchie e invecchiamento cutaneo precoce.
Un consiglio per la cliente: suggeriscile di abbinare al tonico viso una crema idratante con filtro solare e di evitare lunghe esposizioni al sole.

concentrati bellezza 2A seconda dei desideri e del tipo di pelle della cliente, consigliale un tonico o un'acqua micellare per la fase di detersione.

Ad Ogni Pelle Il Suo Prodotto

  • In caso di pelle grassa, terreno fertile per i batteri, può essere adatto un tonico che contenga una piccola quantità di alcol, che aiuta a rimuovere il grasso in eccesso e a seccare leggermente la pelle. Al tonico andrebbero abbinati ingredienti attivi come l'acqua di cetriolo, l'olio di semi di anguria, l'hamamelis, i fiori di tiglio, il tè verde, l'olio di lavanda o l'acido salicilico per rinfrescare, opacizzare e disinfettare la pelle. Per alleviare le infiammazioni, invece, sono perfetti l'allantoina, il pantenolo e il bisabololo, mentre per restringere l'aspetto dei pori dilatati si possono usare tonici a base di vitamina C, di niacinamide e l'acido salicilico.

  • Sulla pelle secca vanno usati solo ed esclusivamente tonici che non contengano alcuna traccia di alcol. L'ideale sarebbe idratare la cute già durante la detersione, e i migliori principi attivi per farlo sono l'acqua termale, l'estratto di fico d'India, l'estratto di alghe, il burro di Karité, l'olio di cocco, olio essenziale di rosa, l'Aloe vera e l'acido ialuronico.
    In caso di pelle matura, meglio scegliere un tonico arricchito di lipidi e ingredienti idratanti e dall'azione rimpolpante e rassodante. Un ingrediente perfetto per questa pelle è il Retinol, mentre la vitamina C, grazie alla sua azione schiarente, è molto utile per contrastare le iperpigmentazioni. Altri principi attivi da tenere in considerazione sono l'acido ialuronico (l'idratante per eccellenza), l'olio di Argan e l'olio di melograno, che oltre a idratare nutrono anche la pelle. In caso di incarnato grigio e spento, invece, meglio ricorrere agli acidi della frutta: grazie alla loro azione esfoliante, rendono la pelle di nuovo fresca e rosea.

  • La detersione della pelle sensibile deve essere estremamente delicata e ridurre fin da subito prurito e sensazione di tensione. Il tonico, quindi, deve aiutare a riequilibrare il pH cutaneo e alleviare gli arrossamenti senza sovraccaricare la pelle. I principi attivi più indicati sono la vitamina B5, la camomilla, il dexpantenolo, il burro di karité, l'olio di mandorla e l'Aloe vera.

 

Lea Becker
Giornalista, scrive di lifestyle, moda e bellezza per riviste di settore. È specializzata in cura della pelle e cosmesi decorativa.

 

#BF_beauty&care, #BeautyForum, #viso, #BF_sett_ott20


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102