fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

le potenzialità spesso ignorate del make up, declinato questa volta in modalità autunnale

Sguardi d'Autunno

  • Beauty Forum

IL MAKE UP IN ISTITUTO - Secondo appuntamento con le potenzialità spesso ignorate del make up, declinato questa volta in modalità autunnale. Il focus? Sull'incarnato e, soprattutto, sugli occhi.

Il make up è un'opportunità interessante per gli istituti e le Spa in generale ma, come considerato più volte, avere un'ampia gamma di referenze può rendere più complessa la gestione del magazzino; per questo molte aziende che producono cosmetici professionali gestiscono questo inconveniente con delle proposte di look stagionale. I vantaggi sono molteplici: un prodotto moda, in linea con le tendenze delle collezioni autunno/inverno e primavera/estate, un'edizione limitata - che coinvolge la cliente inducendola all'acquisto di qualcosa che non sarà poi sempre disponibile - e l'opportunità di potersi concentrare su un argomento ben preciso per aggiungerlo ai normali suggerimenti di beauty routine.
Per questa stagione autunno/inverno 2020-21 le parole d'ordine sono due: esaltare la luminosità dell'incarnato e valorizzare, intensificandoli, gli occhi.

INCARNATO AUTUNNALE

"Lo scopo principale del colore dovrebbe essere quello di servire l'espressione il meglio possibile", affermò Henri Matisse, quindi anche il make up è uno strumento atto a valorizzare e far emergere i dettagli che svelano l'identità di un volto. Il colore al servizio, appunto, dell'espressione: il trucco non deve parlare di sé, ma far emergere ciò che vogliamo esaltare. Vediamo insieme alcuni suggerimenti semplici che possiamo condividere con le nostre clienti, ad esempio dopo un trattamento viso.
Partiamo dall’incarnato: la regola di base è sempre quella di utilizzare prodotti di qualità che, come abbiamo visto sul numero precedente per i correttori, siano in grado di fondersi perfettamente con la pelle per lasciarle un aspetto naturale e leggero; con l'arrivo della stagione più fredda, ovviamente, via libera al fondotinta, che dovrà essere adatto al tipo di pelle non solo da un punto di vista cromatico, ma soprattutto dovrà essere effetto mat per le pelli più seborroiche, idratante per le pelli più secche e distensivo per non enfatizzare eventuali rughe. Per questo è bene che l’operatore, oltre a consigliare siero e crema, possa anche già inserire nella beauty routine il fondotinta più adatto. Per aumentare la tenuta della base, questa stagione prevede effetti naturali, dalle tonalità delicate e leggermente rosate per enfatizzare l'effetto luce.

A ME GLI OCCHI

Protagonisti indiscussi delle nuove tendenze rimangono gli occhi. Ecco dunque l'idea moda per valorizzarli rendendo lo sguardo più profondo e misterioso in tre semplici passaggi: uniformare, ridisegnare, illuminare.
Sovente, quando trucco, mi accorgo che le clienti finali tenderebbero a truccare la palpebra in maniera eccessiva, ottenendo l'effetto opposto a quello desiderato. L'esempio che spesso faccio per spiegare meglio questo passaggio è quello di un quadro: la cornice ha l'obiettivo di metterlo in risalto, non di prenderne il sopravvento! Dunque lo scopo è quello di mettere in risalto l'iride, l'espressività, il mistero che può celarsi dietro a uno sguardo; palpebra e sopracciglia devono essere truccate con questo obiettivo.

 occhio1

Step 1 Iniziamo uniformando la palpebra con una tonalità bruna chiara, tendente al tortora e non al marrone; ricordiamo infatti che le tonalità marroni contengono anche dei pigmenti aranciati che spesso danno effetti indesiderati. La tonalità deve essere opaca, per conferire una base neutra. 

 occhio2

Step 2 Disegniamo scegliendo sempre una tonalità bruna. La protagonista non sarà la riga fatta con la matita, bensì effettuando dei tratti infracigliari sia sulle ciglia superiori che inferiori: otterremo quella che viene definita intensificazione dello sguardo. Ovviamente la mina della matita dovrà essere sufficientemente morbida e a lunga tenuta.

 occhio3

Step 3 Illuminiamo con tonalità dorate, ma non eccessivamente glitterate, l'angolo esterno superiore e inferiore dell'occhio per esaltare la luminosità e l'espressività dell'iride.

 occhio4

Per concludere con stile la definizione dello sguardo non possiamo dimenticare le sopracciglia, che contribuiscono in modo molto significativo a delimitare la zona del contorno occhi, donando espressività a tutto il volto. Assicuriamoci sempre che la linea sia perfetta e correggiamo eventuali carenze o imperfezioni con la matita specifica, che può essere poi impreziosita dal mascara per sopracciglia che facilita la determinazione dei tratti. Un parametro da tenere sempre in considerazione sono i parallelismi, ovvero la giusta armonia delle linee nella struttura sopraccigliare: le linee devono sempre essere parallele tra l’inizio e il punto più alto, indispensabile per ottenere un’espressione distesa e solare.

UNA BEAUTY ROUTINE CONSAPEVOLE

Partendo dunque dal look stagionale, come possiamo animare l'istituto con questa opportunità?
Innanzitutto l'argomento moda ci dà sempre uno stimolo per far vedere alle clienti qualcosa di nuovo; coinvolgere con i consigli di trucco è divertente, ma soprattutto le donne sono sempre alla ricerca di informazioni su questo argomento. Quale migliore occasione per far provare un nuovo look che possa realizzarsi con pochi gesti facili, ma di effetto e replicabili a casa, se non dopo un trattamento viso? 
Questo ci permette non solo di enfatizzare il risultato ottenuto con il trattamento, bensì fa comprendere ancora una volta che un cosmetico di qualità non inficia i benefici della pulizia o dell'esfoliazione, ma anzi contribuisce a proteggere la pelle dalle aggressioni esterne. 
A questo punto ritengo interessante fare alcune considerazioni su una sostanza che spesso genera confusione tra la sua funzione di emulsionante setificante e l'idea di minacciosa sostanza occlusiva. Per questo chiediamo di spiegarci meglio, da un punto di vista prettamente chimico, che cos’è il dimeticone al dottor Eugenio Vuillermin.

dimethicone 

"Il silicio è un elemento chimico molto abbondante sulla terra. Dopo l’ossigeno è il secondo elemento presente nella crosta terrestre ed è il quarto elemento più diffuso nell’universo dopo l’idrogeno, l’elio e l’ossigeno. Non c’è da stupirsi, quindi, se lo troviamo combinato insieme ad altri elementi per formare una grande quantità di sostanze tra cui i poliossilani (più comunemente detti siliconi). Uno dei più comuni composti di questa famiglia è il dimeticone, una molecola composta da silicio, ossigeno, idrogeno e carbonio. I dimeticoni sono fluidi idrorepellenti con bassa tensione superficiale. La tensione superficiale è la forza di coesione fra le molecole superficiali di un liquido: per capirci, è la forza che dà forma per esempio alle gocce d’acqua. Abbassare tale forza vuol dire aumentare la permeabilità della barriera superficiale del liquido. Questo è il motivo per cui il dimeticone forma una barriera permeabile ai gas. Se da un lato è vero che crea un film sulla pelle, anche grazie alle sue proprietà idrorepellenti, è anche vero che permette alla pelle di respirare grazie alla sua permeabilità. Queste particolari proprietà chimico fisiche fanno sì che l’industria farmaceutica e cosmetica ne facciano un grande utilizzo."

Se da un lato dunque il make up è un'occasione per coinvolgere la cliente con suggerimenti moda e consigli sul look stagionale, la scelta di avere in istituto o a casa cosmetici di eccellente qualità ci permette di sfruttare anche questo canale per insegnare alle nostre clienti a prendersi cura della propria pelle con una beauty routine personalizzata, che comprenda anche la scelta del giusto fondotinta. Certamente sarà un approccio differente e le coinvolgerà in modo più completo e professionale rispetto alla semplice valutazione della tonalità, e ancora una volta potremo far percepire il valore aggiunto dei professionisti del settore, che conoscono la pelle e possono consigliare i gesti e i prodotti adatti per mantenerla sana, radiosa e valorizzarla al meglio.

→ !¡ ←

Il Make Up Ai Tempi Del Covid

Mai come in questo periodo il make up può sembrare difficile da gestire in istituto; in seguito alle nuove normative di igiene e sicurezza, infatti, molte strutture - in particolare le Spa - mi hanno chiesto suggerimenti per come poter continuare a erogare il servizio trucco attenendosi agli standard previsti. Ecco alcune considerazioni.

Per l'applicazione delle basi in crema ovviamente non abbiamo problemi: sarà sufficiente depositarle su una palette in plexiglas sterilizzabile e utilizzarle da lì. Il quesito maggiore arriva sempre sui prodotti relativi al trucco occhi, che peraltro saranno sempre più al centro dell'attenzione. Una validissima soluzione è quella di utilizzare scovolini e pennelli usa e getta (che in alternativa possono essere regalati alla cliente), così come per le labbra. Certo, esistono anche ottime soluzioni disinfettanti per pennelli, ma se il prodotto non viene messo su una palette prima di utilizzarlo si abbassa comunque la soglia di sicurezza. Trovo inoltre molto bella e accattivante la soluzione della "palette-tavolozza" per coinvolgere la cliente anche nella creazione dei suoi colori personalizzati.

 

Elena Frigerio
Formatrice tecnica e consulente Beauty & Wellness.

Eugenio Vuillermin
Dottore in Chimica Industriale.

 

#BeautyForum, #BF_style, #makeup, #nail, #BF_sett_ott20


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102