fbpx
BEAUTY FORUM

For Professional use only

Rituali wellness in gravidanza: quali accorgimenti adottare

Una pausa di benessere

  • Beauty Forum

La gravidanza e il parto sono grandi sfide per una donna, non solo fisicamente, ma anche emotivamente. Per affrontarle con serenità e tranquillità, la futura madre non deve sottovalutare l'importanza del rilassamento. Ma come vanno strutturati i trattamenti wellness per future mamme?

 

→ Questo articolo fa parte del Dossier
Bellezza in dolce attesa

 

La gravidanza è una svolta significativa e decisiva nella vita di una donna. Un momento che porta con sé numerosi cambiamenti: niente è (né sarà) più come prima, e la futura madre non può fare altro che adattarsi alle nuove circostanze e alle nuove condizioni che la dolce attesa porta con sé. In questo periodo non è solo la pelle ad avere bisogno di cure e attenzioni particolari; molte donne lamentano anche un aumento delle tensioni muscolari, soprattutto sulla schiena e sul collo. Per donare sollievo a queste zone sotto stress, trattamenti wellness studiati ad hoc, come i massaggi, rappresentano una graditissima soluzione.
È per questo motivo che, nel nostro centro, abbiamo deciso di rivolgerci in particolar modo a questo specifico target di clienti, con l’obiettivo di aiutarle a sentirsi bene con il loro corpo durante questo periodo così particolare della loro vita.
Purtroppo sul tema del massaggio in gravidanza circolano una miriade di bufale e falsi miti. Molte professioniste interessate a introdurre il servizio nei propri istituti ricevono informazioni contrastanti, o addirittura inesatte, finendo per rinunciare. L’ambito è sicuramente delicato, e per padroneggiarlo è indispensabile una formazione specifica e altamente qualificata. I trattamenti wellness rivolti a donne in gravidanza vanno eseguiti solo da chi è in possesso delle adeguate conoscenze e competenze, meglio ancora se in sinergia con ginecologo e/o ostetrica. È basilare conoscere, oltre alle possibili controindicazioni, la natura dei cambiamenti fisiologici e psicologici che avvengono in un momento così particolare della vita di una donna.

Il rilassamento è tutto

Per trattare in modo adeguato una cliente in dolce attesa è necessario fare attenzione ad alcune tappe fondamentali della gravidanza.

  1. Durante il primo trimestre (settimane 0-12)
    Spesso la donna si sente stanca e soffre di nausee.
    Il suo corpo investe molte energie nella costruzione della placenta.
    Durante le prime 12 settimane è meglio non eseguire massaggi: anche se non sono pericolosi per l’embrione né mettono a rischio i naturali processi in corso, durante il primo trimestre c’è un rischio molto elevato di complicazioni ed è bene tenerne conto.

  2. Durante il secondo trimestre (settimane 13-28)
    L’utero si dilata fino ad arrivare al livello dell’ombelico. La donna ha più energie del trimestre precedente e gran parte delle nausee sono cessate.
    I massaggi in questo trimestre si dovrebbero concentrare sulle articolazioni e la muscolatura, entrambe messi a dura prova soprattutto dall’aumento di peso.
    In questa fase, l’obiettivo principale di un massaggio è quello di favorire la circolazione linfatica.

  3. Durante il terzo trimestre (settimane 29-40)
    L’utero si dilata fino ad arrivare al livello dello sterno. Disturbi tipici di questo periodo sono il dolore ai muscoli e alle articolazioni, la pressione sul nervo sciatico e la formazione di edemi.
    Siccome il feto nel ventre materno sta crescendo e si prende sempre più spazio, è possibile che la madre inizi a soffrire di “fiato corto”.
    I muscoli della nuca e della schiena sono particolarmente sollecitati e spesso doloranti.
    A causa del peso supplementare che grava sul ventre e del baricentro spostato, la muscolatura delle gambe e delle natiche è costretta a lavorare di più per mantenere il corpo in equilibrio, con conseguenti fastidi e dolori.

A cosa fare attenzione

Controindicazioni generali al massaggio: febbre, malattie infettive, diabete, irritazioni, pressione alta.
Controindicazioni al massaggio in zone specifiche: herpes, vene varicose, nervi infiammati, eczemi. Controindicazioni in gravidanza: gravidanze a rischio, sanguinamenti, rischio di parto prematuro.
Effetti positivi: si sbloccano gli irrigidimenti muscolari e si allenta lo stress (del corpo e della mente) in vista del parto.
Oli aromatici per il massaggio: per i dolori alla schiena si possono usare lavanda, mandarino e franchincenso; per le smagliature, l’olio di lavanda o quello di neroli sono ottime scelte.

 

Importante

Da ricordare: gli oli che usi devono essere sempre e solo naturali, puri e biologici, senza sostanze chimiche aggiunte. Prima di usarli, parlane sempre con la cliente: concordate di persona se vuole usare un olio oppure no, quale vuole usare e se, per caso, ne trova sgradevole l'odore.

 

Alexandra Burger
Estetista e visagista, ha 14 anni di esperienza nel mondo delle Spa.

 

Questo articolo fa parte del Dossier
Bellezza in dolce attesa

Gli altri articoli del Dossier:

A prova di pancione
Trattamenti e consigli di bellezza per future mamme

Effetti indesiderati
Come gestire i 4 disturbi più diffusi in gravidanza

Un problema in meno
Piccola guida all’epilazione in dolce attesa

Piedi più leggeri
Consigli per una pedicure efficace e rilassante

SOS Neomamma
In forma dopo il parto: i trend della medicina estetica

 

#BeautyForum, #wellness, #massaggio, #BF_dossier, #BF_nov17, #bellezzaindolceattesa, #gravidanza


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102