fbpx

For Professional use only

L’universo nail dialoga con molti altri campi dell’arte

Influenzati da cosa?

  • Nailpro

 

→ Questo articolo fa parte del Focus
Nailspiration

 

Per quanto negli anni sia riuscito a ritagliarsi una sua autonomia all’interno del settore della bellezza, diventandone a tutti gli effetti una delle più floride diramazioni, il mondo nail non è un’“isola”. Le sue logiche, al contrario, sono strettamente legate ad ambiti affini – come il make up, ad esempio – ma non solo: a influenzare colori e tendenze decorative sono spunti e suggestioni che provengono da discipline creative molto diverse.

ARTE E DESIGN

“Credo che tutto ciò che attiene al design possa influenzare il mondo del nailartist, perché i colori e le forme servono a creare cose nuove e, soprattutto, possono far venire nuove idee” dice Giancarlo Guccione, Responsabile Formazione Tecnica MissP, spiegando quanto l’uso del colore in pittura contribuisca a influenzarlo nella scelta degli accostamenti cromatici nelle nailart che realizza. Un esempio su tutti ce lo fa Graziella Manfrin, Master Pro KyLua, citando l’arte di Piet Mondrian: “Il ‘color block’ lanciato dal pittore olandese, poi ripreso dalla moda con stilisti come Yves Saint Laurent, torna ciclicamente come trend nell’abbigliamento, nel design, nella comunicazione visiva… e anche sulle unghie” spiega la nail designer. “Spesso sulle unghie è possibile riprodurre piccoli pezzi di un quadro; la pittura, con le sue forme e i suoi colori, può dare vita a creazioni molto divertenti” continua Giancarlo. Gli fa eco Tiziana Bellini, Master Educator e fondatrice del brand Tiziana Bellini: “Ovviamente realizzare una Gioconda su un’unghia può essere complicato, mentre le opere astratte di artisti più contemporanei, come Pollock ad esempio, sono perfette come spunto d’ispirazione per nail design estremamente creativi” spiega.

Spesso sulle unghie è possibile riprodurre piccoli pezzi di un quadro; la pittura, con le sue forme e i suoi colori, può dare vita a creazioni molto divertenti.
Giancarlo Guccione Responsabile Formazione Tecnica MissP


“Le mie più grandi ispirazioni risiedono in tutte le forme d’arte” ammette Eleonora Brunato, Master Educator Aboutluxe e Hand & Nail Harmony Master Educator; “nella scultura, ad esempio, le linee sinuose di una statua o i dettagli netti di una scultura moderna possono dare vita a spunti per nailart insolite; in architettura, invece, il capitello corinzio è un tipico soggetto dal quale prendo spunto”.

influenzati da cosa 1
Da abiti e accessori visti in passerella nasce spesso l’ispirazione per accostamenti cromatici e nailart.

MODA

Il legame tra mondo delle unghie e mondo della moda è ormai consolidato: l’interscambio tra i due settori è incredibilmente vivace, e il nail look come completamento dell’outfit è da tempo oggetto delle attenzioni della stampa specializzata e del pubblico, al pari di trucco e parrucco.
“Noi come azienda sfruttiamo molto le sfilate per decidere i colori da presentare per la nuova stagione” spiega Tiziana Bellini parlando del suo brand; “quest’anno, ad esempio, tra le varie new entry abbiamo scelto un verde scuro, molto utilizzato in passerella: Elisabetta Franchi, ad esempio, ha realizzato buona parte della sua collezione con questo colore” precisa.
“Il vantaggio del seguire gli stilisti sta nella possibilità di prendere spunto dagli abbinamenti che creano, sfruttando e reinterpretando idee vincenti senza necessariamente crearne di nuove” dice Giancarlo Guccione. “Se ad un certo punto la moda dice che è l’anno del metal o degli sberluccichii, ecco che sulle unghie vedremo comparire polveri cromate a effetto specchio, glitter, applicazioni preziose” spiega Graziella Manfrin. È d’accordo Ivana Gentile, NAilArtist e fondatrice della Ivynails School: “Nel periodo in cui impazzava la fantasia ‘tartan’ scozzese, abbiamo imparato a crearla sulle unghie, e così via” commenta. Il nail designer vive con le antenne costantemente sintonizzate sul prossimo trend e la moda, dalle Fashion Week alle riviste specializzate, è la fonte n°1 da cui attingere.

influenzati da cosa 2
Pattern come quelli associati all’arte di Piet Mondrian possono essere da spunto per nailart color-block.

SOCIAL E CELEBRITIES

“Moltissime clienti ultimamente scelgono la propria nailart tramite i social, per esempio Instagram o Pinterest, e arrivano in salone con le idee già ben chiare” sottolinea Ivana Gentile. L’universo social fornisce, d’altra parte, un repertorio di spunti e ispirazioni che, per vastità e varietà, è difficilmente eguagliabile offline. Secondo Tiziana Bellini, “i social hanno una forte influenza soprattutto sulle ragazze più giovani”; ecco perché l’onicotecnica dovrebbe “informarsi sui colori e le tendenze rese celebri dalle influencer più seguite e salvarsi qualche foto, utili per sbloccare le teenager indecise sulla scelta del nail look”.

Noi come azienda sfruttiamo molto le sfilate per decidere i colori da presentare per la nuova stagione. Quest’anno ad esempio abbiamo puntato su un verde scuro, molto usato dai designer – Elisabetta Franchi ha realizzato buona parte della sua collezione con questo colore.
Tiziana Bellini Master Educator e fondatrice del brand Tiziana Bellini

Il ruolo di influencer e celebrità ha un peso specifico notevole sui social, sia per quanto riguarda le forme delle unghie che per quanto concerne le decorazioni. Ci fa qualche esempio Graziella Manfrin: “Rihanna ama cambiare spesso look: dapprincipio sfoggiava unghie a stiletto, poi baby boomer e ultimamente ama le ‘jade nails’, unghie che ricordano le sfumature della giada; Jennifer Lopez porta unghie a mandorla affusolata, con nail look sempre sofisticati, prediligendo laccature a effetto shimmer; Gigi Hadid, super seguita sui social, di contro ama i nail look basici, con unghie corte e laccature a colori naturali, mentre per le occasioni speciali non rinuncia a un tocco d’oro”.

Moltissime clienti ultimamente scelgono la propria nailart tramite i social, per esempio Instagram o Pinterest, e arrivano in salone con le idee già ben chiare.
Ivana Gentile NailArtist e fondatrice della Ivynails School

 

influenzati da cosa 3Le celebrità su Instagram sono un’inesauribile fonte di idee per onicotecniche e clienti. 2 esempi? Le jelly nails in giallo di Kerry Washington e le unghie a tema Pikachu sfoggiate da Blake Lively per la presentazione del film sui Pokemon.


Dal canto suo, Giancarlo Guccione usa i social “per scoprire quali forme vadano per la maggiore nei diversi Paesi del mondo e anche per capire quale sia lo standard di presentazione della manicure in foto e video, in modo da realizzare lavori sempre al top”. Non va infatti dimenticato che i social, Instagram in primis, oltre a essere un serbatoio di idee sono anche un prezioso portfolio attraverso il quale far conoscere la propria arte al più ampio pubblico possibile.

 

Una semplice passeggiata in centro può trasformarsi in un mondo di ispirazioni che danzano sul pennello da nailart.
Eleonora Brunato Master Educator Aboutluxe e Hand & Nail Harmony Educator

 

TUTTO CIÒ CHE CI CIRCONDA

“La fantasia di un abito in vetrina, gli elementi decorativi e le sfumature di colore dei vetri di Murano sono tutte fonti di spunto. Una semplice passeggiata in centro può trasformarsi in un mondo di ispirazioni che danzano sul pennello da nailart” riflette Eleonora Brunato, mettendo l’accento su come sia la capacità di osservazione dell’artista, spesso, a fare la differenza.
Molte volte è poi proprio la cliente a dischiudere un mondo di idee ancora inesplorate: pensiamo a quella che chiede un’accent nail con un personaggio di fantasia al quale è particolarmente affezionata, o a quella che desidera un design personalizzato per celebrare un’occasione o una ricorrenza particolare, come ad esempio un anniversario, una nascita, la laurea e chi più ne ha più ne metta.

Rihanna è passata dallo stiletto alla babyboomer, per approdare ora alle “jade nails”, unghie che ricordano le sfumature della giada. Jennifer Lopez porta unghie a mandorla affusolata, con laccature a effetto shimmer.
Graziella Manfrin Master Pro KyLua

La morale della favola? Per recepire gli spunti creativi che il mondo mette a disposizione del nail designer è indispensabile essere predisposti al nuovo, evitando di adagiarsi sugli allori del già noto: il fatto che un certo stile abbia funzionato per anni con la tua clientela non significa che tu lo debba sposare per la vita. Limitare la propria palette di colori a quelli che le clienti storiche chiedono sempre, proporre sempre il solito repertorio di 4-5 decori che ti riescono bene non fa altro che gettare un’ombra di “vecchio” sulla tua attività. Le clienti, anche quelle più affezionate, presto o tardi si stufano di un'onicotecnica che non è in grado di sorprenderle con qualcosa di fresco, moderno e innovativo. L'estro si nutre di tutto ciò che ci circonda: non smettere di lasciarti contagiare!

Valeria Federighi

 


Questo articolo fa parte del Focus
Nailspiration

Gli altri articoli del Focus:

Codice Blu
Puntuale come ogni anno, nel mese di dicembre il Pantone Color Institute ha annunciato quello che,
secondo le tendenze mondiali, sarà il colore del nuovo anno.

 

#Nailpro, #NP_focus, #NP_gen_feb_20, #nailspiration, #consiglideitecnici


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102