fbpx

For Professional use only

Pedicure per piedi a prova di sport

A prova di sport

  • Nailpro

 

Questo articolo fa parte del Focus
Happy Feet

 

È UN MOMENTO IN CUI I RUNNER NON VEDONO L'ORA DI RIEMPIRE I PARCHI CITTADINI: tenersi in forma con la corsa o la camminata veloce è sempre un'ottima idea, ma comporta un carico lavoro non indifferente per i piedi, che si flettono, frenano, bilanciano e trasportano il peso corporeo per lunghi tratti di strada. Il più delle volte, non si presta sufficiente attenzione alle sollecitazioni a cui sono sottoposti tendini, articolazioni e pelle dei piedi. In quanto esperta, puoi aiutare la tua clientela sportiva a prevenire fastidi e inestetismi legati all'attività fisica.

L'ANALISI PRELIMINARE

Quando sai che il tuo cliente è uno sportivo, dedica all'analisi preliminare dei piedi un'attenzione in più, osservandoli attentamente alla ricerca di eventuali ipercheratosi, segni di traumi o piccole ferite. Ciò che rileverai ti sarà utile per impostare la pedicure nel modo giusto.
Chi pratica sport ha la tendenza a tagliare le unghie dei piedi molto corte, pensando di diminuirne la pressione contro la scarpa; un'unghia troppo corta, tuttavia, è più soggetta a infiammazioni che talvolta degenerano, dando origine al doloroso fenomeno dell'unghia incarnita. Se ti capita di incontrare un'unghia incarnita, evita di procedere con la pedicure, soprattutto se l'infiammazione è nella sua fase più acuta e dolorosa; consiglia al cliente di rivolgersi a un podologo, che valuterà come procedere per correggere il disturbo. Per prevenire il formarsi delle unghie incarnite il taglio dovrebbe assecondare il più possibile la forma del dito, evitando che rimangano spigoli troppo affilati che potrebbero penetrare nella carne. Chiedi poi al cliente di informarti su eventuali problemi specifici - se, ad esempio, gli si formano spesso delle vesciche - ed esamina nuovamente i piedi per ricercare eventuali contusioni o escoriazioni.

SCARPE E CALZE ADATTE

Durante il colloquio preliminare chiedi al cliente quale sport pratica e che tipo di scarpe indossa durante l'attività: tieni a mente che, all'interno di una calzatura sportiva, dovrebbe esserci circa un dito di distanza tra la punta del piede e il bordo interno della scarpa, in modo che le dita non vi urtino contro durante le frenate e i cambi di direzione. Questi micro traumi potrebbero infatti causare ematomi nell'area del letto ungueale, dando origine a discromie di colore nero o bluastro e provocando, in alcuni casi, la caduta dell'unghia.
Quando si tratta di comfort e benessere dei piedi in causa non ci sono solo le scarpe, ma anche le calze. Sarebbe meglio preferire quelle senza cuciture e di un materiale capace di assorbire velocemente il sudore: offrono meno occasioni di sfregamento e riducono il rischio che si formino delle vesciche. Spesso, tra gli sportivi, la comparsa di escoriazioni, duroni e calli sono il segnale di scarpe e/o calze non adatte al proprio piede.
Le calze utilizzate durante l'attività fisica dovrebbero essere lavate alla fine di ogni allenamento; le scarpe, invece, vanno fatte arieggiare regolarmente prima di essere indossate di nuovo. Chi si allena più volte la settimana dovrebbe averne un paio di riserva, da usare nel caso in cui le prime non si siano asciugate in tempo.

Di micosi ai piedi o alle unghie sembra soffrire circa l'80% dei giocatori di calcio e circa il 70% dei corridori professionisti.

ALLARME MICOSI

Un problema molto frequente tra gli sportivi è rappresentato dalle micosi ai piedi o alle unghie, di cui sembra soffrire circa l'80% dei giocatori di calcio e circa il 70% dei corridori professionisti. Non è un caso, infatti, se la più nota infezione micotica sia conosciuta con l'appellativo di "piede d'atleta".
Le micosi si propagano soprattutto sui pavimenti di spogliatoi e docce comuni; le microferite presenti sulla pelle o le unghie tagliate troppo corte permettono ai funghi di penetrare con facilità; il microclima caldo-umido che si forma all'interno delle scarpe da ginnastica a causa della sudorazione dei piedi, inoltre, fornisce loro l'ambiente ottimale per riprodursi.
Per prevenire questo disturbo, chi pratica attività sportiva dovrebbe asciugare accuratamente i piedi dopo averli lavati, spazi interdigitali compresi. Chi ha una particolare predisposizione al problema dovrebbe portare sempre con sé uno spray o una crema antimicotica che contenga clotrimazolo o olio essenziale di Tea Tree. Di questi prodotti ne esistono, in genere, anche formati da viaggio, perfetti da trasportare comodamente nel borsone.
Con le loro 500 ghiandole sudoripare per cm2 (all'incirca la stessa quantità delle mani e delle ascelle), non sorprende che i piedi siano estremamente sudati dopo una corsa e che, a seconda della composizione della microflora cutanea di ognuno, la pelle possa emanare quel tipico e sgradevole odore di sudore. I deodoranti per i piedi (in spray o in crema) a base di alluminio e di sostanze aromatizzanti sono i prodotti ideali per evitare questo inconveniente: l'azione dell'alluminio riduce la sudorazione, senza limitarsi a nasconderne solo l'odore.

a prova sport1

UNA PEDICURE AD HOC

Eseguire un pediluvio arricchito da oli essenziali dal potere rinfrescante è spesso molto apprezzato dai clienti sportivi. Quando poi arriva il momento di occuparsi delle ipercheratosi, fai attenzione a non rimuoverle completamente, anche se il cliente lo desidera per un fattore estetico: l'ispessimento della pelle è una protezione molto utile e, d'altra parte, una volta che un callo o un durone vengono rimossi del tutto si riformano più velocemente. Inoltre, eliminati tutti gli ispessimenti, il piede sarà più sensibile alla pressione, cosa che potrebbe incidere negativamente sul rendimento durante l'attività sportiva.
Prosegui il trattamento applicando una maschera nutriente per i piedi ed eseguendo un massaggio energico: questi passaggi non solo cureranno la pelle ma, grazie alla loro azione rilassante, lasceranno al tuo cliente un ricordo positivo e piacevole dell'intero trattamento.
Per un cliente sportivo è importante effettuare pedicure regolari in istituto, ma è anche fondamentale il mantenimento a casa tra una seduta e l'altra: consiglia dei prodotti adatti e spiegagli che, prendendosi cura della pelle dei piedi, a giovarne saranno anche le prestazioni sportive.
Se la pelle del cliente è particolarmente secca o incline a sviluppare calli e duroni, suggeriscigli prodotti ricchi, a base di urea, burro di Karité e preziosi oli vegetali; sulle pelli da normali a leggermente secche, invece, è sufficiente applicare un leggero balsamo, magari a base di olio di Jojoba, vitamina E e pantenolo. Dal momento che la pelle dei piedi è più umida rispetto ad altre parti del corpo, per deodorarla conviene scegliere un deodorante in crema o un gel specifico dalla texture leggera. Molti sportivi, inoltre, amano rinfrescare i piedi dopo l'allenamento con prodotti a base di mentolo, olio essenziale di pino mugo o Aloe vera. Un piede sano è un piede efficiente, e questo vale per chi pratica sport a qualunque livello. Trasmetti questa filosofia ai tuoi clienti, e la loro stagione sportiva proseguirà senza intoppi.

Consigli per gli acquisti

a prova sport2

Il momento migliore per acquistare un paio di scarpe sportive? Il tardo pomeriggio. A causa della pressione del peso corporeo, infatti, nel corso della giornata i piedi si gonfiano del 4% circa, ingrandendosi anche di alcuni millimetri e, complice un leggero appiattimento della fascia plantare, arrivano ad allungarsi fino a un centimetro (ce lo spiega in modo approfondito Ivano Burello nell'articolo "5 regole per piedi sani", ndr.).

Evelyn Fein

 

Questo articolo fa parte del Focus
Happy Feet

Gli altri articoli del Focus:

Specialista dei piedi
La chiave per il successo di un servizio
pedicure? La specializzazione!

Passi felpati
Rimetti in sesto i piedi delle tue clienti
scegliendo tra i tanti esfolianti disponibili

5 regole per piedi sani
L'esperienza di decenni nella cura dei piedi condensata
in 5 fondamentali pilastri per il loro benessere

 

 

#piedi, #Nailpro, #NP_focus, #NP_mag_giu_20, #happyfeet


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102