fbpx

For Professional use only

10 Miti sulle Unghie

10 Miti sulle Unghie

  • Nailpro

Bufale e leggende metropolitane hanno ormai invaso la nostra quotidianità, e il mondo delle unghie non fa certo eccezione. È giunto il momento di sfatare qualche mito! Ne abbiamo raccolti 10 (più 1): sono tutti delle invenzioni, oppure hanno un fondo di verità? Scopriamolo insieme.

 

Questo articolo fa parte del focus
Back To Basics

 

Complici la massiccia diffusione dell'accesso a internet e l'esplosione dei social network, negli ultimi anni abbiamo assistito alla proliferazione di bufale e fake news in ogni ambito del sapere - una fitta rete di disinformazione dalla quale, spesso, è difficile districarsi. Il mondo delle unghie non fa certo eccezione: "Il gel è meglio dell'acrilico", "Le unghie devono essere limate sempre nello stesso verso" oppure "Le macchie bianche indicano una carenza di calcio" sono frasi che avrai sentito milioni di volte anche tu - e non sono neanche le più assurde! C'è, però, qualcosa di vero dietro a queste affermazioni?

Mito #1

L'ASSUNZIONE DI ALCUNI MEDICINALI PEGGIORA L'ADESIONE DI UNA RICOSTRUZIONE?
In questo caso, la risposta è "ni": è vero che alcuni farmaci particolarmente forti (come quelli a base di ormoni) possono alterare la struttura delle unghie e rendere, quindi, più difficile l'adesione dei prodotti, ma si tratta di casi limite; nella maggior parte dei casi, invece, l'assunzione di medicinali non influenza la capacità di adesione di una ricostruzione.

Mito #2

I GEL UV SONO MIGLIORI PER LE UNGHIE RISPETTO ALL'ACRILICO?
Assolutamente no: sia i gel UV che gli acrilici sono composti dalla stessa sostanza di base, cioè l'acrilato. Non ha dunque senso ritenere un prodotto migliore dell'altro.

10 miti unghie1

Mito #3

LE UNGHIE HANNO BISOGNO DI UNA PAUSA TRA UNA RICOSTRUZIONE E L'ALTRA?
Se è fatta a regola d'arte, no. Una ricostruzione correttamente eseguita non rovina l'unghia naturale che, quindi, non ha bisogno di alcuna pausa per rigenerarsi.

 

Mito #4

LE MACCHIE BIANCHE SULLE UNGHIE INDICANO UNA CARENZA DI CALCIO?
No! Le macchie bianche non sono un segnale d'allarme del nostro corpo, ma la conseguenza di un trauma ungueale avvenuto in corrispondenza della matrice. Le unghie sono composte da cellule di cheratina ammassate una accanto all'altra (come delle tegole) e che, a loro volta, si stratificano formando dei "fogli" di sostanza cornea; quando questi strati vengono "scossi" da un trauma o un urto, le cellule si spostano formando delle piccole "cavità" - che sono appunto le macchioline bianche. Il fenomeno prende il nome scientifico di "leuconichia".

10 miti unghie2

Mito #5

TAGLIARE LE CUTICOLE LE FARÀ CRESCERE ANCORA DI PIÙ?
Dipende: i lembi bianchi di pelle morta che spuntano dall'area cuticolare e vengono trascinati in avanti dalla crescita dell’unghia si possono rimuovere senza problemi; la parte di pelle "sana" saldamente attaccata al dito, invece, va lasciata stare: serve a proteggere la matrice ungueale dalle infiltrazioni di sporcizia e batteri e, se viene a mancare, il corpo inizierà a produrne di più per difendersi.

Mito #6

LE UNGHIE VANNO LIMATE SEMPRE NELLO STESSO VERSO?
No, non è necessario; andrebbero, però, limate preferibilmente con una lima di vetro: il movimento della limatura genera un leggero calore che fa "sciogliere" l'unghia naturale, facilitando il lavoro.

10 miti unghie3

Mito #7

LE LAMPADE UV AUMENTANO IL RISCHIO DI CANCRO ALLA PELLE?
No! Nelle lampade UV per le unghie vengono usati dei raggi UV-B: sono raggi a bassa frequenza e non penetrano in profondità nella pelle. Inoltre, vista la loro bassa intensità, non causano neanche bruciature sulle mani. Un discorso diverso va fatto, invece, per le lampade dei solarium, dove vengono usati dei raggi UV-A: hanno una frequenza più alta e penetrano più in profondità negli strati cutanei, cosa che può causare bruciature e arrossamenti.

Mito #8

UNA RICOSTRUZIONE POTREBBE ROVINARE LE UNGHIE IN MANIERA PERMANENTE?
Se la ricostruzione viene eseguita correttamente, no: sotto il prodotto, l'unghia sarà esattamente come prima del trattamento. Se però la ricostruzione si solleva dalla lamina o viene strappata via dalla cliente, può accadere che la struttura dell’unghia naturale ne risenta e diventi più sottile e fragile. Anche in questo caso, però, il cambiamento non è permanente: un ciclo completo di crescita (che dura circa tre mesi), e l'unghia tornerà come prima.

Mito #9

SULLE UNGHIE NATURALI SI PUÒ VEDERE SE HO UNA MALATTIA?
Sì! Le unghie sono un importante indicatore dello stato di salute del nostro corpo. Se noti delle macchie scure, delle linee trasversali ondulate o un'altra anomalia particolare è bene consigliare alla cliente di consultare un medico per approfondimenti.

Mito #10

LE UNGHIE RICOSTRUITE DEVONO ESSERE PER FORZA SPESSE?
Dipende dalla lunghezza della ricostruzione: se supera di poco il bordo libero, il rinforzo necessario è minimo e l'unghia ricostruita può essere più sottile; se supera di molto il bordo libero, invece, la ricostruzione deve essere leggermente più spessa. Attenzione, però: una ricostruzione ha bisogno di equilibrio e, se non viene bilanciata correttamente, sarà comunque instabile nonostante il suo spessore. Sfatiamo questo falso mito: un'unghia più spessa non è per forza più resistente! (Abbiamo visto come si esegue il corretto bilanciamento dell'unghia sul numero di luglio/agosto di Nailpro, ndr.).

Mito Extra

METTERE L'OLIO PER CUTICOLE SU UNA RICOSTRUZIONE NE CAUSA IL SOLLEVAMENTO?
No! Non è l'olio per cuticole a far sollevare una ricostruzione, ma una preparazione imprecisa dell'unghia, un uso scorretto dei promotori di adesione o un'unghia naturale inadatta al servizio. Anzi: l'olio per cuticole andrebbe applicato sempre in chiusura di trattamento per ridonare all'unghia idratazione e nutrimento; in questo caso, meglio scegliere un prodotto a rapido assorbimento.

 

Diana Hattwig

 

Questo articolo fa parte del Focus
Back To Basics

Gli altri articoli del Focus:

 

Pericolo Soffocamento?
Le unghie respirano davvero? Per rispondere, facciamo un

passo indietro e vediamo da cos'è composta l'unghia naturale.

Tipi e Forme
Come impostare l'analisi preliminare per scegliere

il trattamento e la forma delle unghie migliori per ogni cliente.


 

 

#Nailpro, #NP_focus, #backtobasics, #NP_sett_ott_20


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102