fbpx

For Professional use only

Come diventare l'altro, come divenire noi il soggetto della bramosia di lui, e commutare il "tranquillo principino" in un atleta al galoppo o un suddito sudato? Semplice: vestendo i panni della perfetta "str...".

Agli uomini piacciono le str...? Allora diventiamolo! (O no?) (Prima parte)

  • Nailpro

Come diventare l'altro, come divenire noi il soggetto della bramosia di lui, e commutare il "tranquillo principino" in un atleta al galoppo o un suddito sudato? Semplice: vestendo i panni della perfetta "str...".

Il cantante Marco Ferradini, nel lontano 1981, nella canzone Teorema cantava: “Prendi una donna, trattala male, lascia che ti aspetti per ore. Non farti vivo e quando la chiami, fallo come fosse un favore...”. Ecco, a distanza di 38 anni (ma è così da sempre) le dinamiche maschio/femmina sono qui riassunte, in una direzione e nell’altra. Quel che rimane, come un epitome quasi biblico, è che essere str... pare metodo sempre efficace all’interno delle relazioni. Qualcuno fugge, qualcuno insegue, in un eterno gioco da atleti con un grande fiato. Essere il soggetto “sfuggente” e imprendibile rende e fa sentire chi lo è dominante, l’unico in grado di dettare le regole di quel rapporto. Statisticamente (ahimè), sono più le donne le grandi velociste che “corrono dietro” a qualcuno... Ma come diventare l’altro, come divenire noi il soggetto della bramosia di lui, e commutare il “tranquillo principino” in un atleta al galoppo o un suddito sudato? Semplice (dicono le amiche durante l’aperitivo e nei forum al femminile sul web): bisogna vestire i panni della perfetta str... ai cui piedi si lanciano uomini che a dirla tutta, forse, sarebbe meglio evitare comunque. Ok, sviluppata la premessa, passiamo ai fatti: come tramutarci? Di seguito alcune regole. I messaggini. Adottate la regola del costante ritardo nel rispondere. Lui vede la spunta di lettura, voi da ex persone corrette avete cognizione che sarebbe giusto rispondere. Invece NO! La str... lascia lo spasimante appeso alle lancette dell’orologio e con una mano sempre aggrappata allo smartphone! Quando vi degnerete di rispondere (dalle 2 alle 3 ore dopo), è basilare che nei toni e nelle lettere siate gentili ma anche diabolicamente concise: che senta il vostro ambiguo dolceamaro disinteresse. Gli inviti: “Facciamo un week-end (o una cena, un aperitivo)?”. La direttiva qui è lesinare i “sì”, farli letteralmente cadere dall’alto e prendersi (di nuovo!) un mucchio di tempo per rispondere (anche se avete già preparato la valigia). Coerentemente, sulla scia delle prime regole di partenza, centellinate anche la vostra disponibilità, ma mostratevi di fronte a lui sempre predisposta verso “altri”, amiche e/o soprattutto amici (maschi), “bravi ragazzi” che “stimate tanto” e con i quali talvolta uscite (dicendoglielo), perché vi mettono di buon umore e hanno bisogno di voi, della vostra compagnia. Generosità (verso gli altri), freddezza e amorevolezza (della terza, poca). Lo so, è un atteggiamento davvero perfido. Economizzare l’ascolto. Fatto salvo il punto che lui, la nostra vittima, ha bisogno di essere ignorato, così si sente ferito (vivo) e così gli si accresce ancor più il desiderio di voi e di diventare il centro delle vostre attenzioni, qualora dovesse confidarsi con voi, e raccontarsi mettendosi “a nudo”, annuite con faccia spianata (senza trapelare emozioni) e non indagate, non fate domande premurose...

 

K. C. Z.

 

 

#inogninumero, #Nailpro, #kcz, #NP_mag_giu_19


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102