fbpx

For Professional use only

Interviste esclusive ad Alessandra Marchesi, Eleonora Bortoletto, Greta Mancinelli e Monica Mistura

Alla Ricerca dell'Ispirazione: i Consigli dei Tecnici

  • Nailpro

 

→ Questo articolo fa parte del Focus
Alla ricerca dell'ispirazione

 

Da dove arriva l'ispirazione? È la domanda a cui cerchiamo di rispondere in questo Focus che analizza l'arte sulle unghie non dal punto di vista delle tecniche decorative o degli strumenti, ma dell'idea. Ovvero il motore che, in qualunque forma d'arte, innesca la scintilla creativa che dà origine all'opera. La teoria romantica secondo cui i grandi capolavori sono frutto di un colpo di genio improvviso dell'artista è da tempo superata. Per creare il bello ci vogliono senz'altro estro e intuito, ma anche studio, aggiornamento, pazienza ed esperienza. I NailArtist hanno a disposizione molti strumenti per alimentare la propria creatività: dalle passerelle di moda ai social, dai corsi di formazione fino alle riviste di settore (la gallery "Detto tra le Unghie" di Nailpro, ad esempio, è pensata proprio per offrire idee e ispirazioni su temi insoliti). Senza dimenticare i nail brand, che hanno ormai capito l'importanza dello storytelling nella creazione delle loro collezioni colore, associando loro un messaggio e una narrazione ben precisi. Al tavolo da manicure, però, bisogna fare i conti anche con i desideri della cliente, che ha i propri colori preferiti, ama certi tipi di decori e non altri, o magari è rimasta colpita dalla manicure di un'amica o di una celebrità e vorrebbe poterla sfoggiare a sua volta. Si tratta allora di un lavoro di compromesso, che ancora una volta evidenzia l'importanza di saper personalizzare il servizio. Ne parliamo con quattro professioniste d'eccezione: Alessandra Marchesi, Eleonora Bortoletto, Greta Mancinelli e Monica Mistura.

 

1. Quali sono le risorse migliori per tenersi aggiornate sulle tendenze colore e gli stili decorativi?

(ALESSANDRA MARCHESI)
I social sono una fonte inesauribile di ispirazione: con milioni se non miliardi di utenti a livello mondiale, sono il luogo ideale dove tenersi aggiornate con facilità sulle tendenze internazionali. In più, quasi tutte le celebrity più trendy sono molto attive sui social, e i loro profili spesso rappresentano una vera miniera di idee interessanti. Ho sempre pensato che il nail look possa essere un complemento irrinunciabile di un outfit ben studiato; ecco perché mi piace osservare le proposte delle menti più creative del settore, seguendo le passerelle delle settimane della moda.

(ELEONORA BORTOLETTO)
Ogni periodo ha un suo stile, con accessori e colori che lo caratterizzano. Le passerelle della stagione, le riviste e i social giocano un ruolo decisivo per chi vuole essere sempre "avanti" e distinguersi da ciò che potrebbe risultare scontato. Essenziale è saper coniugare le tendenze del momento senza perdere di vista valori universali come bellezza, eleganza e semplicità. Curiosità, fantasia e una spiccata vena artistica sono gli ingredienti che vanno a completare il quadro.

(GRETA MANCINELLI) 
Chi si occupa di studiare le tendenze emergenti sa che esistono delle aree specifiche in cui sarà possibile, con ogni probabilità, individuare i primi indizi della nascita di una nuova moda, di un cortocircuito destinato a rivoluzionare il mercato. In generale, le tendenze nascono nei backstage delle più prestigiose sfilate di moda, diramandosi poi in tutti i settori che ne assimilano le essenze secondo i canoni che li caratterizzano. Importanti fonti di aggiornamento sono i redazionali e i social media, dove le più importanti aziende del settore interpretano e reinventano i trend del momento trasmettendoli alle loro lettrici. Infine, la formazione: Estrosa Academy propone corsi, meeting e open day in cui divulga le tecniche più innovative e le ideazioni artistiche più in voga.

(MONICA MISTURA)
Sicuramente è molto importante rimanere sintonizzati con il mondo della moda: proprio come i ritmi del Fashion sono scanditi dalle sfilate - primavera/estate, autunno/inverno, alta moda, pre-collezioni - anche i trend del mondo Beauty seguono una cadenza prevalentemente stagionale. È importante saper "fiutare" i trend globali, scegliere quelli più adatti ai gusti e alle esigenze della propria cliente e proporglieli insieme a consigli di stile personalizzati. Per fare ciò è essenziale leggere riviste, consultare social e blog. Un altro metodo molto efficace è quello di monitorare le proposte di quei brand del settore nail che sono molto orientati all'industria della moda, come CND o anche ORLY. Infine, è fondamentale continuare a studiare, frequentando corsi di formazione e di specializzazione: le nuove idee arrivano anche da lì!

 

2. Dietro ogni collezione stagionale di un brand c'è una narrazione ben precisa: quanto è importante saperla comunicare alle clienti finali?

(ALESSANDRA MARCHESI)
In generale il gusto sta diventando sempre più globale, tanto che è possibile evidenziare alcuni trend che oltrepassano i confini nazionali. La cosa importante, oggi, è comunicare un'identità, uno spirito preciso, che possa entrare in risonanza con il momento storico in cui lo si lancia. Esattamente come l'abbigliamento, oggi lo smalto è un elemento fondamentale dell'aspetto di ogni donna, che come sappiamo ha una componente emozionale molto sviluppata. Le collezioni diventano così sempre più organiche, dotate di un filo narrativo unico e ben percepibile. Un grande player nel mare delle tendenze globali è quello della naturalità, dove sfumature nude si muovono fluidamente verso i toni delle rocce ma anche dei metalli, del verde del sottobosco e dei marroni della terra; come in Diaries, l'ultima collezione FABY.

(ELEONORA BORTOLETTO) 
Dietro ogni collezione c'è uno studio approfondito che assume una sua propria identità solo dopo mesi di ricerche e di duro lavoro con le passerelle di alta moda, che rappresentano la chiave di tutte le tendenze future in campo Fashion e Beauty. La collezione Holiday/Winter 2018 di Gelish e MORGAN TAYLOR, ad esempio, è nata ispirandosi a una celebre icona femminile: Marilyn Monroe, il cui fascino indiscusso ammalia ancora oggi. Danny Haile, CEO e fondatore dei brand, ha dichiarato di aver colto al volo l'opportunità di creare una collezione ispirata a lei ritenendo il suo atteggiamento pionieristico e senza tempo perfettamente compatibile con l'energia di Gelish e MORGAN TAYLOR.

(GRETA MANCINELLI)
Considero di fondamentale importanza saper comunicare il messaggio dietro ogni collezione stagionale alle clienti: è un modo per tenerle aggiornate sulle tendenze del momento che, come tutti sappiamo, sono costantemente in evoluzione. Inoltre, un'azienda non deve solo vendere prodotti, ma anche garantire servizi che siano sempre al passo con i tempi. La nuove collezioni Estrosa, Wild e Rock, sono composte da tinte intense ma al contempo delicate, vibranti nella loro semplicità, ricche, sensuali, profonde e plasmate sul guardaroba delle star.

(MONICA MISTURA)
Sicuramente nell'era dei social media, della pubblicità e del famigerato storytelling a cui tutti i brand ambiscono, è importante far capire alla cliente che quelli che indossa non sono semplicemente colori. Dietro a ogni collezione c'è un vasto lavoro di ricerca, di sviluppo e di marketing che analizza trend globali e li interpreta creando una storia e, soprattutto, un ideale di bellezza. Ne sono un esempio le collezioni autunnali di CND e ORLY, entrambe ispirate a tonalità rubate alla natura.

 

3. Il rapporto tra moda e nail è sempre più stretto: ci sono stilisti o celebrità a cui t'ispiri maggiormente per le tue creazioni?

(ALESSANDRA MARCHESI)
Prima di passare al settore cosmetico sono stata una fashion designer per anni, e mi è rimasta una grande ammirazione per un brand in particolare: Alexander McQueen. Il suo lavoro è stato così all'avanguardia che non cessa di ispirarci ancora oggi. Quando si pensa al suo stile è naturale citare il suo lato più provocatorio, ma io credo che nessuno come lui abbia mai avuto la capacità di creare dettagli così squisitamente femminili e potenti al tempo stesso. Ogni look di Alexander McQueen è pieno di spunti che possono tramutarsi in nail art del tutto inaspettate.

(ELEONORA BORTOLETTO)
Non sempre c'è uno stilista o una celebrità dietro le mie creazioni. Generalmente mi viene assegnato un tema come filo conduttore, qualcosa che detta moda o interesse in quel momento. Ogni volta che devo realizzare un set di unghie decorate mi riservo del tempo per fare una ricerca dettagliata e per recuperare tutte le informazioni necessarie. Poi catalogo ciò che mi serve e che rappresenta al meglio ciò che voglio esprimere e infine rielaboro l'immagine che ho scelto, prima mentalmente, poi su carta o tip, infine sulle unghie vere e proprie. Cerco di utilizzare i colori delle ultime collezioni, valutando i migliori abbinamenti cromatici. Ogni singolo centimetro rappresenta un'espressione, un modo di sentire, una forma. Nulla è lasciato al caso. Questo è l'aspetto più magico e incredibile del mio lavoro: la creatività.

(GRETA MANCINELLI)
Amo la moda e mi piace ispirarmi a capi, tessuti e trame che danno poi vita a un'idea che subito deve prendere forma sulle mani, un po' come il ricordo di un sogno da scrivere subito prima che svanisca. È una sensazione difficile da spiegare razionalmente, ma credo che questo descriva bene quello che provo: un tessuto, un quadro a una mostra o un cartellone pubblicitario e in un attimo nasce l'idea per la prossima nail art. Un po' come facevano gli impressionisti sulla tela, così io faccio sulle unghie, esaltando la luce e i colori perché siano, come le loro opere, un "inno al bello". Per quanto riguarda l'alta moda, ammiro moltissimo il lavoro di stilisti come Maria Grazia Chiuri, Franco Moschino, Donatella Versace e Dolce & Gabbana.

(MONICA MISTURA)
Lo stile elegante e ricercato non sbaglia mai. Detto questo, in genere cerco di studiare il periodo, se ci sono delle ricorrenze particolari o degli importanti eventi di moda o arte per poter proporre sempre qualcosa di nuovo e all'avanguardia. Qualche esempio? Negli ultimi mesi ho trovato spunti creativi sorprendenti nella mostra di Frida Kahlo al Museo delle Culture di Milano e nel concerto dei Rolling Stones. Oltre che, ovviamente, nella Milano Fashion Week, che è sempre una grandissima fonte d'ispirazione.

 

4. Una cliente ti chiede una NailArt che ha visto su Instagram, ma tu la ritieni poco portabile, inadata alle sue mani o al suo stile di vita: come gestisci la situazione?

(ALESSANDRA MARCHESI)
Come onicotecniche siamo prima di tutto consulenti, e questo concetto si applica anche alla nail art. Lo stile di vita e le attività quotidiane della cliente devono essere - insieme alla qualità dell'unghia naturale - alla base dell'analisi che ci spinge poi a consigliare un trattamento invece che un altro. Alcuni nail look sono molto scenografici, ma realizzabili solo su determinate lunghezze e su persone con una quotidianità che non richiede molto lavoro manuale. Qui entra in gioco la nostra capacità di consulenti e professioniste che sono riuscite a costruire nel tempo un rapporto di fiducia con le clienti: consigliamole con cura e spieghiamo loro in termini semplificati perché dovrebbero optare per uno stile o per l'altro. La scelta finale è sempre loro - nei limiti della fattibilità tecnica e dei costi -, ma quasi certamente si affideranno al nostro giudizio.

(ELEONORA BORTOLETTO)
Nel mio centro situazioni come questa sono all'ordine del giorno. Quando una cliente arriva con il suo bel cellulare mostrandomi in tutta fierezza ciò che desidererebbe realizzare sulle unghie, la prima cosa che faccio è analizzare il disegno o la nail art, cercando poi di capire che lunghezza e forma si desiderano ottenere. Non sempre sono in disaccordo con la cliente, anzi trovo stimolante il modo un po' bizzarro che alcune di loro hanno per farti capire cosa vogliono. Propendo comunque spesso per modificare il soggetto che hanno scelto: preferisco realizzare nail art con un tocco di personalizzazione, piuttosto che fare copie.

(GRETA MANCINELLI)
La mia preziosissima mamma mi ha trasmesso un insegnamento molto importante: tratta gli altri come vorresti essere trattata tu. Quando io stessa mi rivolgo a dei professionisti, mi affido completamente al loro giudizio, accetto e ammiro coloro che hanno il coraggio di dire la verità, anche quando può risultare essere sgradita. Per questo mi piace avere con le clienti un rapporto di totale sincerità. Se una cliente mi chiede un lavoro poco portabile o incompatibile con le caratteristiche delle sue unghie e mani, lo faccio presente proponendo delle soluzioni alternative più adatte. Una volta consigliata, la lascio libera di scegliere, ma devo dire che nella totalità dei casi le clienti finiscono comunque per affidarsi al mio parere.

(MONICA MISTURA)
Tante clienti ora seguono profili Instagram alla moda e vogliono avere la possibilità di "farne parte" anche solamente indossando sulle unghie ciò che vedono. Perché non accontentarle? Occorre ovviamente fare delle modifiche per adattare un certo design a uno specifico tipo di unghia, motivando sempre il perché di questi piccoli cambiamenti. L'importante è cercare di rendere il tutto più ricercato e soprattutto personalizzato, per ottenere un risultato che sia adatto a ogni cliente.

 

Questo articolo fa parte del Focus
Alla ricerca dell'ispirazione

Gli altri articoli del Focus:

I Consigli dei Tecnici
Arte, moda e ispirazione secondo Alessandra Marchesi,
Eleonora Bortoletto, Greta Mancinelli e Monica Mistura.

Evoluzioni in Passerella
Storia dei nail trend da passerella: 11 design iconici ideati
dai nail designer nei backstage delle Fashion Week dal 2013 ad oggi.

Voce del Verbo Ispirare
5 spunti per nailart originali ispirate alle
suggestioni del mondo che ci circonda.

 

#Nailpro, #NP_focus, #AlessandraMarchesi, #EleonoraBortoletto, #MonicaMistura, #alla_ricerca_dell_ispirazione, #NP_nov_dic_18, #GretaMancinelli


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102