fbpx

For Professional use only

Intervista esclusiva a Giancarlo Guccione, il nail guru italiano per eccellenza

Giancarlo Guccione

  • Nailpro

Ospite di questo numero di Nailpro è il nail guru italiano per eccellenza: Giancarlo Guccione, volto di nail brand leader del mercato, insegnante appassionato e richiestissimo, oltre che presenza fissa nei backstage di moda. Dai primi passi mossi un po’ per gioco nel settore Nail fino all’attuale notorietà, Giancarlo ci racconta come estro e passione siano da sempre i suoi assi nella manica per eccellere nella professione di nail designer.

 

(Nailpro) Qual è il tuo primissimo ricordo legato al mondo delle unghie?

(Giancarlo Guccione) Le unghie per me all’inizio sono state una prova, fatta quasi per gioco. A quel tempo lavoravo come direttore tecnico in una maison di trucco di Milano, che nasceva con un concept tutto londinese e, pertanto, poco capito nel nostro Paese. Per fidelizzare le clienti e farle tornare in maison con una certa frequenza, quindi, chiesi al proprietario di inserire la ricostruzione unghie, facendomi fare un corso di formazione. Ricordo con piacere quel periodo, nel quale partecipavo ai corsi con una modella del tutto particolare: la mia mamma, che con le sue belle mani grandi mi esortava ad imparare perché sarebbe stato il mio futuro. Andavo con piacere ai corsi di formazione, appassionandomi giorno dopo giorno sempre di più alle unghie, alle loro forme, allo studio dei colori. Poi arrivarono i decori, le applicazioni di Swarovski e la specializzazione in “unghie gioiello”, ossia unghie che ogni donna può portare e soprattutto studiate in base alle richieste delle clienti, alle loro esigenze ed ai loro gusti.
Ho tanti bei ricordi di quel periodo, che oggi mi sembra così lontano.

 

Quali sono, secondo te, i passi da fare per trasformare una passione in professione?

Non credo ci sia un percorso prestabilito per trasformare una passione in una professione, ma credo invece fermamente che ognuno debba scegliere come professione ciò che gli piace e lo appassiona, perché nella vita è più il tempo che si passa a lavorare che a fare altro. Ecco la mia ricetta di trasformazione. Io ho sempre messo nel mio lavoro enorme passione, che cresceva a ogni cliente soddisfatta. La passione è quella che mi ha sempre permesso di andare avanti, migliorandomi e specializzandomi.

 

Quali difficoltà hai incontrato nel tuo percorso professionale e come le hai superate?

Varie sono state le difficoltà che ho incontrato nel mio percorso lavorativo, ma la peggiore è stata sicuramente quella di non trovare dei collaboratori validi e con voglia di imparare, di sacrificarsi per la propria professione. Questo è stato il più grande problema che ho sperimentato nel corso della mia carriera, e che per lungo tempo mi ha limitato, tenendomi lontano da tante belle opportunità lavorative. Come l’ho risolto? Avvalendomi solo della persona di cui mi fido, che è mia sorella Alessia. Con lei ho potuto migliorare il mio percorso professionale, crescendo e facendo crescere anche lei. Collaborando con lei sono riuscito a fare tutto ciò che sognavo: collaborazioni moda, consulenze tecniche, shooting fotografici.

 

Quali sono state, invece, le soddisfazioni più grandi?

Sicuramente l’essere tecnico di riferimento dei maggiori marchi di prodotti per le unghie, essere il nail designer più conosciuto e, non ultimo, uno tra i più ambiti formatori. Altra soddisfazione immensa è quella di aver realizzato set di unghie per cantanti, attrici, attori e altri personaggi del mondo dello spettacolo, anche di fama mondiale. L’idea di essere ricercato da personalità così celebri e importanti per realizzare loro un nail style su misura è una vera lusinga.

 

Da cosa trai ispirazione per le tue nailart?

La realizzazione di una nailart dipende da diversi fattori, in primis la forma dell’unghia e l’estensione desiderata del decoro. Di solito mi ispiro alla stagione, ai tessuti, alle geometrie, ma non c’è necessariamente un filo conduttore fisso nelle mie creazioni. Seguendo molto anche le passerelle di moda, ovviamente anche le mie nailart risentono dell’influenza dei colori e dei motivi decorativi in voga al momento, facendomi propendere, ad esempio, per una nailart a basso rilievo oppure in 3D, magari con l’applicazione di cristalli o piccoli oggetti metallici.

 

Da veterano di sfilate e shooting fotografici, cosa puoi dirci del rapporto tra moda e nailart?

Dico che sempre più la moda e i giornali sono attenti alle mani e ai piedi di modelle e modelli, richiedono unghie perfette, ben curate, dipinte con cura, benché difficilmente chiedano vere e proprie opere di nailart. Per quanto riguarda le sfilate di moda, ci sono grandi studi dietro il nail look che le modelle porteranno in passerella, sia per quanto riguarda forma e lunghezza, sia per quanto concerne il colore.

 

Tra le tante attività in cui sei impegnato c’è anche quella di insegnante: quali sono i segreti di una formazione efficace?

Vero, e devo dire che insegnare mi piace moltissimo: poter trasmettere agli altri il proprio sapere è un’esperienza unica. I segreti di una formazione efficace? Linguaggio e spiegazioni semplici, che possano arrivare a tutti; dimostrazioni pratiche che mostrino ciò che si sta spiegando; far riprodurre ai corsisti quanto trattato nelle formazioni. Bisogna anche trovare l’empatia giusta con le persone alle quali si insegna, in modo che si sentano predisposte ad affidarsi al formatore.

 

Una domanda che ci piace fare spesso: per avere successo in questo settore conta di più il talento naturale o l’esercizio costante?

Direi che le due cose vanno di pari passo: bisogna avere talento ed esercitarsi costantemente per ottenere i migliori risultati. Ritengo comunque che per avere successo si debba essere dei fuoriclasse molto estrosi: fare unghie secondo il proprio gusto, seguendo la propria creatività, dando forma a nailart semplici ma d’effetto attingendo da tutto il repertorio di strumenti disponibili, da quelli tradizionali fino a stamping, foil e brillantini, creando magari unghie diverse una dall’altra.

 

 

#inogninumero, #Nailpro, #spoton, #NP_lug_ago_19


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102