For Professional use only

Pennelli, stickers, stamping o aerografo: tutti gli strumenti per nailart perfette

Gli strumenti dell'artista

  • Nailpro

CHE SI TRATTI DI UN'INIZIALE, DEL PROPRIO FIORE PREFERITO O DEL PROPRIO ANIMALE GUIDA, LA SCELTA DI UN PARTICOLARE DECORO HA SEMPRE UN SIGNIFICATO SPECIALE PER LA CLIENTE. Proprio come il tatuaggio, la nailart è una forma di espressione individuale; con il vantaggio, però, di non essere permanente e di poter quindi raccontare ogni volta una storia diversa. Oggi, la professionista delle unghie dispone di uno sterminato repertorio di tecniche per creare nailart ad effetto - dalla classica micropittura fino alle moderne opzioni "express" per decori veloci ma mai banali.

I pennelli

Proprio come nella pittura su tela, anche nella nailart la scelta del pennello da utilizzare è strettamente legata alla tecnica decorativa che si intende impiegare. "In base a quale risultato finale voglio raggiungere scelgo la forma, il tipo e la lunghezza delle setole, la compattezza, il manico e il bilanciamento del pennello" commenta a questo proposito Claudio Capparuccia, ONS Advanced Educator e fondatore di Nailsworld. Esistono tipologie di pennello espressamente pensate per una tecnica precisa. È il caso ad esempio del pennello One Stroke, studiato appositamente per eseguire alla perfezione l'omonima tecnica decorativa: piatto, corto, con setole preferibilmente naturali e inclinate a 45°. Anche la tecnica Zhostovo ha un suo pennello specifico: a lingua di gatto, con setole naturali. Per la micropittura si privilegiano pennelli dalla punta iper sottile, mentre quelli per l'acquerello sono allungati e appuntiti.

 

"In base a quale risultato finale voglio raggiungere scelgo la forma, il tipo e la lunghezza delle setole, la compattezza, il manico e il bilanciamento del pennello."
Claudio Capparuccia, ONS Advanced Educator e fondatore di Nailsworld


Fissate le regole generali del decoro pittorico, la sensibilità personale di ogni nail designer gioca comunque un ruolo cruciale nella scelta dei pennelli, veri e propri prolungamenti della mano dell'artista. "Il mio pennello è il Nail Artist 1: un pennello di estrema precisione con setole sintetiche, per nailart e micropittura" dice Daniela Bottone, Master Estrosa. Anche Michela Molinari, Ladybird house Nail Trainer e Responsabile Formazione CND, non può fare a meno dei pennelli a punta sottile per le nailart e la micropittura; tra i suoi irrinunciabili, c'è anche un pennello da gel a lingua di gatto con setole naturali: "oltre che per la ricostruzione in gel" spiega Michela, "lo utilizzo spesso anche per ridefinire tratti di colore nei decori, o per correggere eventuali sbavature".
"I pennelli che più amo usare sono i pennelli 0, sia short che long: mi aiutano tantissimo nello stendere il colore e nel delinearlo" spiega Lylly Florea, MasterTech Eniinails. Lo 0 è un tipo di pennello amato anche da Melania Alessandrello, Master BrillBird, che al primo e al secondo posto di un immaginario podio dei pennelli a cui non potrebbe mai rinunciare inserisce "il pennello Acrylart per la tecnica gel/3D, dotato di una punta di altissima precisione, e il pennello Artist per la tecnica water acrilica", quest'ultimo in setole rigorosamente naturali.

 

"Il mio pennello è il Nail Artist 1: un pennello di estrema precisione con setole sintetiche, per nailart e micropittura."
Daniela Bottone, Master Estrosa

 

 

Tecniche e strumenti alternativi

Se è vero che i pennelli ci consentono di realizzare moltissimi tipi di decorazione, gli strumenti per nailart si sono incredibilmente diversificati nel corso degli anni, in molti casi per rispondere a un'esigenza particolarmente diffusa nei centri nail: la velocità.
Nailart complesse ed elaborate spesso richiedono tempi lunghi (e costi giustamente elevati): un lusso che non tutte possono permettersi. Ecco allora che sono nate e si sono moltiplicate tecniche che in pochi semplici step permettono di dare quel tocco in più a una semplice manicure monocolore.
Spesso è sufficiente giocare con finish diversi per dare un twist al look - alternando ad esempio finish lucido e satinato -, o aggiungere un dettaglio luminoso solo su qualche unghia. "Brillantini, paillettes e glitter sono in grado di rendere immediatamente particolari le unghie della cliente" commenta ad esempio Daniela Bottone. Anche gli effetti olografici vanno per la maggiore: si possono ottenere con l'impiego di colori specifici, o semplicemente con i foil metallizzati, "che permettono di creare decorazioni semplici ma d'effetto grazie alle numerose trame e colori disponibili" spiega Michela Molinari.

 

"Il dotting tool, nelle sue varie dimensioni, è a mio avviso uno strumento fondamentale per creare decorazioni semplici o pois."
Michela Molinari, Ladybird house Nail Trainer e Responsabile Formazione CND


"Ogni tool ha una funzione che ci permette di realizzare vere e proprie opere d'arte, tutto sta nel saperlo utilizzare" commenta Claudio Capparuccia. "È molto importante conoscere le tecniche di utilizzo e fare molta pratica. Un esempio fra tutti? La stilografica" che, come sappiamo, richiede un certo allenamento. Più immediato e di facile utilizzo è il dotting tool: "nelle sue varie dimensioni è a mio avviso uno strumento fondamentale per creare decorazioni semplici o pois" commenta Michela Molinari, che lo utilizza anche " per prelevare e appoggiare piccole decorazioni sulle unghie".
A rivoluzionare il panorama della nailart, negli ultimi anni, è stato in particolare lo stamping: una tecnica non nuova - è nata infatti quasi vent'anni fa -, ma letteralmente esplosa di recente. Questo grazie al miglioramento degli strumenti e a un più ampio range di design e colori disponibili: i dischi con i decori sono oggi fabbricati con materiali di più alta qualità, e le incisioni sono più profonde e dettagliate; gli smalti per stamping sono inoltre disponibili in più colori e finish rispetto al passato, quando si limitavano a 2-3 tonalità di base. "Quando i minuti sono contati, l'onicotecnica deve saper proporre una tecnica che sia 'amica' del tempo, come lo stamping: una lieve pressione, ed ecco comparire il disegno scelto" dice Melania Alessandrello, confermando la velocità e la praticità di questa tecnica decorativa, che permette di riprodurre sulle unghie design anche molto complessi senza bisogno di possedere una manualità particolarmente sviluppata. Proprio come gli sticker, decori adesivi la cui applicazione è ancora più rapida - benché spesso meno duratura.

 

"Lo stamping è un'ottima alternativa quando i minuti sono contati: una lieve pressione ed ecco comparire il disegno scelto." 
Melania Alessandrello, Master BrillBird


Necessita invece di maggiore dimestichezza l'aerografo, un vero e proprio tesoro nelle mani del nail designer: caricando il colore prescelto nel serbatoio e nebulizzandolo sull'unghia si possono ottenere una miriade di effetti differenti. Come sottolinea Lylly Florea, "l'aerografo ci serve in particolare per realizzare effetti sfumati e per creare figure geometriche perfette tramite griglie o altri supporti interposti tra l'unghia e il getto di colore". Per quanto riguarda le sfumature, sempre attuali per la loro elegante sobrietà, anche spugnette e derivati si rivelano strumenti provvidenziali. Riferendosi alle Magic Pads, sue alleate quotidiane, Michela Molinari dice che "oltre a eliminare lo strato dispersivo dei top coat, sono l'ideale per creare effetti spugnati, sfumature e anche babyboomer con smalto tradizionale o semipermanente".
In quanto a ferri del mestiere, insomma, il mondo della nailart è messo piuttosto bene. Con tante opzioni a disposizione, sembra che a frenare il nail designer rimanga solo il limite della propria fantasia. Va detto comunque che, talvolta, sono proprio strumenti e accessori a offrire lo spunto giusto quando ci si trova in "crisi creativa" e non si riescono più a ideare design originali e distintivi. Per questo è molto importante formarsi e aggiornarsi periodicamente sulle tecniche decorative più in voga, rimanendo al passo con le proposte dei brand e con i trend della moda, così da avere sempre la proposta giusta, su misura per ogni cliente.

 

"L'aerografo è utile per realizzare meravigliose sfumature, ma anche per creare forme geometriche perfette."
Lylly Florea, MasterTech Eniinails

 

Valeria Federighi

 

 

#Nailpro, #NP_focus, #NP_lug_ago_19, #ilkitdelnaildesigner


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102