fbpx

For Professional use only

La vostra abilità sta nel riuscire a proporre il giusto colore ad ogni cliente: se utilizzerete i metodi giusti nemmeno le più accanite affezionate del nude look riusciranno a resistere.

La Mamma (Prima parte)

  • Nailpro

Per quanto differenti tra loro, le madri si somigliano tutte.

TRIIIN! “Pronto?”. La voce dall’altro capo: “Ma io lo posso avere ISTAGRA?”. Si potrebbe pensare che in linea ci sia un infante, invece di là, con voce trepidante in attesa di una risposta (non solo affermativa, ma che continui con un “te lo scarico io e ti insegno”), c’è mia madre, entrata nell’era smart... e poco importa che fino a ieri abbia lavorato su un pc in ufficio, e che sia stata sempre iper tecnologica, lo “smartphone” ha azzerato le sue conoscenze e messo a dura prova la mia tranquillità. Ma non è di applicazioni o social che voglio parlare, questo incipit mi è solo accessorio per affrontare il discorso “madre”. È affascinante la dinamica che si è venuta a creare da quando entrambe siamo adulte. Certo, i ruoli ufficiali sono sempre chiarissimi: lei è saggia, io sono una principiante-per-sempre, ma accade anche (e oggi sempre più di frequente) che io sia la competente e abile esperta e lei la mia “piccina”, la novellina da guidare. Tutto questo mi fa sorridere... io con mia madre rido moltissimo, le ho anche affibbiato un nomignolo, esattamente come faccio con tutte le persone della mia vita. Sul cellulare è salvata come Mamuskå, nei giochi verbali la chiamo in ungherese Erzsébet. Mia madre sembra una damina dell’Ottocento, pallida e bionda, con un tono di voce suadente e basso, ma non fatevi ingannare: come ogni madre, dentro nasconde una creatura mitica e pericolosa pronta ad azzannare i cattivi e a tirare pedagogici scappellotti “ai suoi piccoli” se sbagliano... e non voglio dilungarmi sulle nascoste qualità da soprano che esibisce quando sgrida! Mi fa sorridere, dicevo, perché per quanto differenti tra loro, le madri si somigliano tutte. Ho cercato di riportare alla mente alcune delle uscite degne di cabaret di mia madre, non solo quelle che mi hanno riguardato, ma anche quelle che sono state pronunciate all’indirizzo di mio padre, quelle che, se smetto di tremolare per il tanto ridere, oserei quasi dire che abbiano edificato i primi principi cardinali della mia esistenza. Di una cosa sono certissima e cioè che ad un certo punto della lettura, penseremo di essere tutte sorelle (ma in fondo non lo siamo già?). In ordine sparso. Episodio “Basta Ripetersi”: mio padre torna vittorioso da una disputa (con lo Stato, col sindacato, col gruppo di amici al circolo... poco importa) e, come un eroe (certo che anche i maschi sono tutti uguali! Padri, mariti o fidanzati, sempre a lustrarsi le penne e a farsi grandi!), per la quarta volta ripete la vicenda. Mia madre a questo punto gli si para davanti e dice: “Abbiamo capito, che dobbiamo fare? Ci dobbiamo mettere a ballare?”. Papà si ritira risentito . Episodio “Una Misurata Ironia”: mamma mi sta rimproverando, e si sbraccia, ed è spettinata e sulla bocca mi appare un sorrisetto e... “Prova a ridere e ti faccio piangere!”

#inogninumero, #Nailpro, #kcz, #NP_lug_ago_17


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102