fbpx
Il futuro del mondo beauty e wellness oltre oltre la crisi sanitaria

Il futuro oltre la crisi

L’umanità sta attraversando un momento delicato: da un lato la globalizzazione, l’inquinamento, il sovrappopolamento, lo sfruttamento intensivo delle risorse, dall’altro la riscoperta delle relazioni autentiche, della semplicità, del lusso interiore, della genuinità. Due mondi a confronto che si incontrano nel delicato equilibrio tra una vita sempre più frenetica (Fast Life) e il bisogno impellente di rallentare il passo (Slow Experience).

Proprio ora che ci troviamo al centro della "società delle emozioni", ora che i sensi hanno raggiunto la vetta più alta nel cammino evolutivo dell’uomo, recuperando quella centralità che avevano perso nel tempo, ora che il rapporto umano è diventato un bene prezioso da custodire e rivalutare, per contrastare la distanza sociale imposta dalla realtà sempre più virtuale... Proprio ora, a causa del fenomeno “coronavirus” il contatto fisico è stato messo in discussione, mentre gli smartphone, i tablet e i social network, tanto demonizzati negli ultimi tempi, sono diventati le soluzioni più efficaci in una dimensione di vita basata sul concetto del distanziamento sociale.

Come cambierà il mondo dopo una situazione di portata globale come il COVID-19?

Come cambieranno i bisogni, la prospettiva di vita e le aspirazioni dei consumatori dopo mesi di isolamento forzato?

Il settore Spa&Beauty vive e si nutre di incontri, contatti, emozioni e rapporti umani basati sull’accoglienza e l’ospitalità. Senza entrare nel merito degli sviluppi socio-culturali e delle evidenti implicazioni economiche che seguiranno, credo che esistano delle opportunità nascoste dietro questo momento così complesso, a partire dai miglioramenti professionali e sociali che potremo prevedere in un futuro prossimo.

Cambierà il modo di lavorare, di approcciare i clienti e i nuovi protocolli operativi dovranno prevedere delle procedure di igiene standardizzate ed efficaci. Ma cambierà anche il modo di comunicare, di informarsi e di formarsi.

L’emergenza sanitaria degli ultimi mesi ha spostato nuovamente il baricentro della comunicazione, generando nuovi e inaspettati fenomeni sociali - basta pensare all’incremento esponenziale delle attività on-line - che probabilmente nascondono interessanti possibilità.

Sarà fondamentale intercettare le nuove linee guida da seguire per comunicare in modo efficace con i consumatori, partendo dai loro bisogni, in questo momento così delicato.

Rassicurazione, affetto, autenticità, tecnologia, formazione sono solo alcune delle parole chiave su cui puntare per riemergere in un mercato che sta cambiando.

Andrea Bovero
Presidente CIDESCO ITALIA
General Manager LIFEXCELLENCE

 


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102