fbpx

home

Come adattare la formina a unghie “problematiche” in pochi semplici step

L'incastro perfetto

  • Nailpro

La ricostruzione unghie sta tornando velocemente alla ribalta, complice il lancio di sistemi innovativi che ne stanno velocizzando e semplificando l’esecuzione. Per una ricostruzione con allungamento, l’uso delle nail form è indispensabile; per un risultato naturale e duraturo, è cruciale soprattutto saperle posizionare nel mondo corretto. Perfezionare la tua tecnica di applicazione può fare la differenza tra un’unghia dalla struttura perfetta - e che rimane tale fino al refill successivo -, e un’unghia che presenta evidenti solchi sui laterali. Se la formina non si adatta perfettamente all’unghia su cui è applicata, infatti, la crescita della stessa sotto la ricostruzione crea un vero e proprio solco che può trasformarsi in un pericoloso punto debole: l’unghia ricostruita si romperà facilmente alla minima pressione, o potrebbe impigliarsi nei capelli o nei vestiti della cliente. Se poi questa ha l’abitudine di “mordicchiare” le imperfezioni, probabilmente inizierà a stuzzicare quel punto fino a quando l’unghia non si spezzerà del tutto.
L’applicazione impeccabile della nail form può diventare un’impresa esasperante soprattutto quando si ha a che fare con unghie naturali imperfette. Molte operatrici hanno difficoltà a portare a termine questa operazione: ogni cliente ha unghie e dita dalla forma diversa e non è detto che l’apertura arrotondata della formina combaci perfettamente con tutte. Ecco perché bisogna imparare ad adattare la nail form all’unghia naturale che si ha davanti: la formina deve combaciare perfettamente con l’unghia e aderire saldamente al dito, così da evitare che si sposti. Se i lati della nail form sono sistemati in maniera perfetta, la sua linea centrale dovrebbe corrispondere al centro esatto dell’unghia.
Se ti rendi conto che la formina standard non si adatta all’unghia della cliente che hai di fronte, osserva il suo letto ungueale e il suo iponichio (il lembo di congiunzione tra la pelle del dito e la parte inferiore del bordo libero), poi prendi un paio di forbici o di tronchesine - sono perfette quelle ricurve che si usano per dare forma alle sopracciglia - e regola la formina di conseguenza. Devi farlo nel modo giusto, però! Ecco allora alcune strategie per personalizzare la formina e adattarla in modo semplice e tre tipi di unghia “difficile”: con letto ungueale squadrato, molto largo e con iponichio esteso.

Letto ungueale squadrato

Con dita dal letto ungueale squadrato, la sfida maggiore è far sì che sia il centro sia gli angoli della formina siano saldamente ancorati al dito. Quando esegui una ricostruzione su unghie di questo tipo (e soprattutto se la cliente è onicofagica, perché probabilmente si sarà morsicata l’iponichio fino a eliminarlo), devi garantire adeguato supporto al centro dell’unghia; per evitare che si creino degli spazi vuoti ai lati, inoltre, devi aggiustare il bordo della nail form per assecondare quello del letto ungueale, rendendo quindi la formina altrettanto squadrata.

 

incastro perfetto 01
STEP 1
Rimuovi l'inserto centrale della formina e taglialo trasversalmente per creare un lato dritto.

 

incastro perfetto 02
STEP 2
Una volta tagliato, applica di nuovo l'inserto con il lato adesivo rivolto verso l'alto e il bordo dritto verso la parte ricurva della cartina, proprio sotto l'apertura, rendedola così squadrata.

 

Incastro perfetto
STEP 3
Applica quindi al formina al dito, assicurandoti che sia ben dritta e chiusa.

 

Iponichio esteso

Le clienti con un letto ungueale molto allungato spesso temono l’applicazione della formina per via del loro iponichio esteso - quella condizione per cui l’iponichio aderisce così saldamente al lato inferiore dell’unghia che questa, crescendo, lo trascina con sé. Questa conformazione rende il posizionamento della nail form fastidioso o addirittura doloroso. Elimina il problema ritagliando una piccola “V” al centro della cartina; più l’iponichio è esteso, più profondo dovrà essere il taglio. Se arriva addirittura a superare la punta del dito, dovrai fare un taglio decisamente profondo.

 

Incastro perfetto
STEP 1
Rimuovi l'inserto centrale della formina e sistemalo alla sua base con il lato adesivo rivolto verso l'alto.

 

Incastro perfetto
STEP 2
Usa delle tronchesine o delle forbicine per tagliare una "V" al centro della formina; potresti dover tagliare anche fino alla prima linea, ma questo dipende da quanto è esteso l'iponichio.

 

Incastro perfetto
STEP 3
Applica la formina al dito assicurandoti che aderisca al bordo libero; controlla da vicino soprattutto il centro dell'unghia: se la "V" che hai ritalgiato è troppo profonda, noterai la presenza di uno spazio vuoto.

 

Letto ungueale largo

Il segreto per adattare la formina a un letto ungueale ampio (come quello del pollice o dell’alluce) è… usarne due. Una nail form di dimensioni “normali”, infatti, non serve a niente quando si lavora sull’alluce o su un pollice molto largo, dunque la soluzione più semplice è combinarne due da usare in quella particolare circostanza.

 

Incastro perfetto
STEP 1
Prendi due formine: dalla prima ritaglia tre linee partendo da sinistra, dalla seconda ritagliane tre partendo da destra.

 

Incastro perfetto
STEP 2
Allinea la formina tagliata a destra con la linea centrale di quella tagliata a sinistra.

 

Incastro perfetto
STEP 3
Rimuovi entrambi gli inserti centrali e sistemali sul retro della nuova “mega formina” con il lato adesivo rivolto verso l’alto; questa operazione serve ad assicurarsi che la nuova formina non si divida.

 

Incastro perfetto
STEP 4
Separa i lembi superiori e taglia i pezzi seghettati alla base dell’apertura per creare una linea liscia e dritta.

 

Incastro perfetto
STEP 5
Applica la nuova formina al dito, assicurandoti che aderisca all’intero bordo libero.

 

 

Una forma al top

Greg Salo, presidente di Young Nails e maestro nell’applicazione delle formine, ci dà qualche consiglio:

  • Per prima cosa, assicurati di far corrispondere il centro della nail form all’esatto centro del bordo libero. Per me, è il passaggio più importante.
  • Chiudi la formina facendone combaciare i lembi inferiori prima di calzarla al dito della cliente: così facendo, sarà più facile evitare di spostarla inavvertitamente quando è già in posizione.
  • Tieni a portata di mano un set di forbicine appuntite, essenziali per adattare facilmente la nail form a qualunque tipo di unghia.

 

Alexa Joy Sherman

 

#Nailpro, #NP_workshop, #manicure, #ricostruzioneunghie, #NP_mar_apr_18


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102