home

Intervista esclusiva a Ivana Bednarikova, distributrice Eniinails Italia

Ivana Bednarikova

  • Nailpro

In questo nuovo appuntamento con i protagonisti del mondo Nail, diamo voce a un esempio virtuoso di imprenditoria femminile di successo: Ivana Bednarikova, che insieme a Cristina Lovato distribuisce Eniinails Italia, ci racconta come si è avvicinata al settore Nail, come ne ha fatto una professione e quali sono i valori che ogni giorno la guidano nella continua ricerca dell'eccellenza, per le proprie clienti e per le clienti finali che a loro si affidano.

(Nailpro) Quando e come ti sei avvicinata al mondo delle unghie?

(Ivana Bednarikova) Ho amato le unghie fin dalla giovanissima età: l’idea di colorarle e decorarle mi affascina da quando sono bambina. Poi dieci anni fa, quando sono arrivata in Italia, ho approfondito il mio interesse nel settore, ho iniziato a studiare e a formarmi su tutte le tecniche di ricostruzione unghie e sui diversi prodotti presenti sul mercato. L’anno della svolta è stato il 2012: io e la mia socia Cristina Lovato abbiamo deciso di lanciare sul mercato italiano il marchio Eniinails, già affermato nei paesi dell’Est Europa. Da quel momento la mia vita ha preso una piega importante, la mia passione è diventata una professione appagante. Sono molto soddisfatta, perché la nostra azienda non offre solo prodotti di qualità eccellente, ma valorizza i propri clienti e i professionisti del settore offrendo loro una formazione completa e a tutto tondo.

Cosa significa essere a capo di un brand?

La cosa che amo di più del mio lavoro è il fatto di incontrare e comunicare con persone diverse ogni giorno. Amo le personalità, le diversità, le differenze di visione sulla creatività e adoro quando insieme ci incontriamo e discutiamo disegni e idee per nuovi nail look di tendenza. Le mie giornate non sono mai uguali una all’altra! Questo non è un lavoro per chi vuole stabilità e routine: bisogna essere flessibili e organizzare ogni aspetto in modo efficiente per gestire i cambiamenti spontanei che avvengono all’interno del settore.

Che sfide comporta, in particolare, la distribuzione di un brand internazionale?

Fin dall’inizio, la filosofia verso cui ci siamo indirizzate è stata quella di offrire prodotti di eccellente qualità a prezzi accessibili. Oggi con Eniinails stiamo diventando sempre più importanti nel settore, e si moltiplicano i professionisti che ci scelgono come partner di fiducia. La nostra sfida è anticipare i tempi, offrire in anteprima prodotti e tecniche di applicazione innovative, perché l’innovazione è una componente fondamentale di un’offerta davvero autorevole.

Che cosa cercano le donne quando si rivolgono a una professionista delle unghie?

Per noi donne le unghie curate sono più che un accessorio: fanno parte del nostro stile, del nostro linguaggio, del nostro modo di vivere. Oggi più che mai, quindi, le donne vogliono la garanzia di affidarsi a mani competenti. Essere onicotecnica è una professione che richiede responsabilità e preparazione. La professionista deve essere in grado di consigliare il trattamento più adatto alle esigenze della cliente in base alle sue unghie: oggi, ad esempio, il trattamento con smalto semipermanente può avere la stessa durata di una ricostruzione in gel o in polygel, ma non sempre è adatto al tipo di unghia; compito dell’operatrice è saperlo riconoscere. La qualità paga, ed è un concetto a cui tengo molto: dietro a ogni lavoro di un’onicotecnica ci sono investimenti e molti sacrifici, ed è giusto che le clienti non lo diano per scontato.

Cosa dovrebbe ricercare invece la professionista nell'azienda alla quale affidarsi?

Innanzitutto professionalità e competenza, caratteristiche imprescindibili per un’azienda che possa dirsi seria e affidabile. Anche l’innovazione e la tecnologia sono componenti molto importanti di un’offerta all’altezza. Fondamentale è poi, per la professionista, poter contare su un’assistenza pre e post vendita qualificata, per non sentirsi mai sola: questo è un aspetto assolutamente prioritario per Eniinails.

Anche la formazione riveste un ruolo centrale per Eniinails. Ma come si crea un'offerta formativa di qualità e al passo con i tempi?

Attualmente stiamo proponendo corsi di vari livelli dedicati a tecniche nuove e innovative; cruciale è il ruolo della nostra Master e direttrice tecnica Lylly Florea che è continuamente alla ricerca di nuovi spunti e nuove proposte. Studiare le esigenze del mercato è fondamentale per poter poi elaborare i concept formativi sulla base di ciò che si è rilevato. Il consiglio che posso offrire a una principiante in tema di formazione è: non aspettare! Investire nella propria carriera, sviluppare le proprie capacità e continuare a tenersi aggiornate con corsi di formazione di alto livello sono le chiavi per il successo.

Talento naturale o esercizio continuo: cosa conta di più per avere successo come onicotecnica?

Direi entrambe le cose. Sono due requisiti ugualmente importanti e che non possono mancare a un’onicotecnica. Vorrei però riflettere, in particolare, su un fatto molto semplice: nessuna di noi è nata sapendo fare le unghie. Investire nella formazione di base e nella formazione continua sono dunque gli unici modi per rimanere al passo con le tecniche e i metodi sempre più innovativi che periodicamente rivoluzionano il settore. Non meno importante è credere in se stessi e nelle proprie capacità: determinazione e studio sono, d’altra parte, due facce della stessa medaglia.

Quali sono, secondo te, i punti di forza e di debolezza del settore Nail in Italia?

Il vero punto di forza è la continua ricerca della perfezione! I prodotti innovativi e di alta qualità producono eccellenza, e la formazione permette di venire incontro a ogni esigenza delle clienti. La debolezza più evidente rimane la concorrenza sul prezzo, che in molti casi va a discapito della qualità e della professionalità.

 

 

#Nailpro, #NP_gen_feb_19, #spoton


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102