fbpx

home

Intervista esclusiva a Beatrice Berchi, Direttore Marketing, Formazione e HR di Sifarma.

Beatrice Berchi

  • Nailpro

È uno spaccato esclusivo sull’industria della bellezza di mani e unghie quello che ci offre la protagonista di questo nuovo appuntamento con Spot On: stiamo parlando di Beatrice Berchi, una laurea in Farmacia, 7 anni in una nota azienda farmaceutica e, dal 2000, Direttore Marketing, Formazione e HR di Sifarma. L’azienda milanese distribuisce, oltre ad altri prestigiosi marchi, un brand leader del settore nail professionale come OPI. Proprio l’esperienza e la cura per i dettagli che contraddistinguono il marchio statunitense sono il pretesto per affrontare con la nostra ospite una serie di questioni fondamentali per il settore, dall’importanza della comunicazione e della formazione alle sfide che attendono le professioniste delle unghie nel prossimo futuro.

 

(Nailpro) I servizi legati alla bellezza, e in particolare alle unghie, sembrano non conoscere crisi: quali sono le ragioni di questo successo?

(Beatrice Berchi) I servizi legati alla bellezza e al benessere fisico non conoscono stagioni; nello specifico, proprio la cura delle unghie e delle mani insieme è un trend in crescita perché le donne sono molto più attente ad avere una manicure bella e curata sempre, e non solo in occasioni particolari. Le mani, lo sappiamo, sono il nostro punto di contatto e biglietto da visita, la prima parte del corpo che viene notata ma che a volte trascuriamo. Ci prendiamo cura del viso, ma dimentichiamo di curare le mani e di prevenirne l’invecchiamento! Inoltre, il colore è diventato ormai un accessorio di moda, da adattare all’outfit proprio come si fa con borse e scarpe, cambiandolo a seconda delle occasioni.

 

Le aspettative sempre più alte delle clienti finali spingono le professioniste a ricercare l’eccellenza: come la si consegue?

Sicuramente con la comunicazione e la formazione, oltre che, ovviamente, con prodotti di qualità. Saper comunicare è importante ed è importante farlo bene, senza false promesse. Le consumatrici ormai sono molto informate, quindi, a maggior ragione, la professionista dell’estetica deve formarsi e mantenersi sempre al passo con i tempi per soddisfare le loro richieste. Una buona formazione, poi, permette all’operatrice di creare un rapporto di fiducia con la cliente, perché la rende in grado di capire le sue esigenze più profonde, saper fornire risposte adeguate e consigliarla in base al suo stile e carattere, personalizzando il trattamento. Le clienti si fidano delle proprie estetiste e onicotecniche, ma solo se trovano in loro interlocutrici competenti che rispondono in modo efficace alle loro necessità.

 

Partiamo dal primo aspetto, la comunicazione: come può il salone di bellezza sfruttare gli strumenti comunicativi che il brand mette a sua disposizione?

Il tema dell’eleganza e l’elemento moda, come anticipato, sono fondamentali per l’immagine di OPI. La stessa attenzione che il brand pone nel creare colori sempre nuovi e di tendenza la mette anche nel creare collezioni glamour, con testimonial e ispirazioni che fanno sognare tanto le onicotecniche quanto, ovviamente, le loro clienti. Inoltre, OPI comunica come utilizzare i prodotti correttamente, perché solo con la formazione e la conoscenza approfondita dei vari sistemi si possono garantire risultati eccellenti e duraturi. Per quanto riguarda gli strumenti, il web è il presente e il futuro di questo tipo di comunicazione: tramite il nostro sito e i canali social comunichiamo quotidianamente ai nostri clienti e ai consumatori tutta l’eccellenza OPI.

 

Parliamo di formazione: è davvero un percorso formativo di alto livello a fare la differenza tra una semplice appassionata di unghie e una vera professionista?

Assolutamente sì: la formazione è lo spartiacque tra le vere professioniste e l’esercito delle “applicatrici” di colore. In molte si affacciano al mercato del nail senza competenze, creando nel tempo non pochi danni alle unghie delle loro sventurate clienti. Altre, invece, hanno trasformato la loro passione in una vera e propria professione, con costanza, umiltà, dedizione e studio. Una professionista seria si riconosce dalla sua capacità di individuare al volo le caratteristiche di ogni tipo di unghia, sapendo trattarla al meglio con prodotti specifici. In Sifarma puntiamo molto sulla formazione dei nostri tecnici, in quanto ambasciatori del marchio OPI presso i clienti.

 

Smalti e moda rappresentano un connubio sempre più forte e OPI lo sa bene: quanto incidono le tendenze del momento nella creazione delle collezioni colore?

Incidono moltissimo! OPI crea le sue collezioni con più di un anno di anticipo rispetto alla data di lancio, seguendo esattamente il calendario di presentazione delle collezioni di moda. Il brand oltretutto è spesso presente nei backstage durante le sfilate di New York e Los Angeles per curare il nail look delle modelle. Se in parte i colori proposti nelle collezioni di smalti seguono le mode, in alcuni casi addirittura le creano, proponendo spunti cromatici che di lì a poco compariranno nelle vetrine dei negozi di tutto il mondo.

 

Non solo colore, ma anche trattamento: come dialoga il mondo nail con gli altri settori dell’industria della bellezza, in particolare con quello dello skin care?

Ormai i due mondi vanno di pari passo: colore e cura sono due facce della stessa medaglia! Di recente OPI ha lanciato l’unica linea di prodotti per mani e piedi, studiata con una dermatologa di fama mondiale, che prende spunto dai prodotti skincare per il viso, con pari efficacia e qualità. Si tratta di tredici referenze dalle texture leggere e dalla fresca profumazione, con attivi antiossidanti e nutrienti che prevengono l’invecchiamento cutaneo di mani e piedi. Il brand ha inoltre creato 6 distinti protocolli di diversa durata per trattare e coccolare mani e piedi assecondando ogni esigenza del cliente, da quello più frettoloso a quello che invece desidera un momento di relax e benessere. (Per saperne di più, scopri la linea OPI ProSpa a pagina 99, ndr).

 

Quali sfide attendono le professioniste delle unghie nel prossimo futuro? Su cosa dovranno puntare per affermarsi in un settore sempre più competitivo?

La sfida è personale, nel senso che essere imprenditrice e onicotecnica non è facile: i due ruoli viaggiano paralleli e si riesce a fare bene entrambe le cose solo con impegno e determinazione. OPI punta sulla formazione, che è la base di tutto: solo con la competenza e la professionalità ci si può distinguere da chi si improvvisa onicotecnica o estetista. Per vincere la concorrenza spietata dei centri nail che spuntano a ogni angolo bisogna garantire alla clientela non solo qualità, ma anche disponibilità. Come? Venendo incontro, ad esempio, alle esigenze di orario di chi lavora e ha bisogno magari di un servizio last-minute.

 

 

#inogninumero, #Nailpro, #spoton, #NP_sett_ott_17


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102