fbpx

home

Sfatiamo insieme quattro luoghi comuni sugli alimenti

Alimenti equivoci

  • Beauty Forum

Quando si tratta del rapporto tra pelle e cibo, leggende metropolitane e falsi miti sono all’ordine del giorno. Quanto c’è di vero nelle presunte proprietà di bevande alcoliche, cioccolato, “superfood” e cibi “colorati”? Facciamo un po’ di chiarezza.

Le bevande alcoliche

Di base, l’alcol è dannoso per la pelle. Questo vale soprattutto se viene consumato regolarmente e in grandi quantità: agisce come un veleno, dilata i vasi sanguigni, favorisce la comparsa di eczemi cutanei a base grassa e porta a una carenza di importanti elementi nutritivi come le vitamine e gli oligoelementi, fondamentali per mantenere la pelle in salute.
Se però vengono assunte in piccole quantità, le bevande alcoliche possono avere effetti positivi sulla salute della pelle, soprattutto nel caso del vino rosso; alcune sostanze vegetali secondarie contenute negli acini d’uva (tra cui gli antiossidanti) sono in grado, infatti, di lenire le infiammazioni e aiutare a riparare i danni causati dal fotoinvecchiamento.
Il vino rosso è molto più salutare di quello bianco; le donne non in gravidanza ne possono bere mezzo bicchiere al giorno, mentre gli uomini un bicchiere intero. Chi, invece, non ha mai bevuto né vino rosso né vino bianco… dovrebbe proprio cominciare!

Il cioccolato

Non è il cioccolato a essere il diretto responsabile della comparsa dei brufoli, ma gli zuccheri industriali che contiene. Essi, infatti, fanno aumentare il livello di alcuni ormoni presenti nel nostro corpo, noti come “Fattori di crescita insulino-simili”, che vanno a stimolare la produzione delle ghiandole sebacee. L’aumentata produzione di sebo porta alla comparsa di acne e impurità. In alcuni casi i brufoli sono favoriti anche dall’assunzione di alimenti come latte fresco, miele bianco e di cibi grassi lavorati industrialmente, come le patatine, i biscotti, i prodotti da forno industriali e gli alimenti da fast-food.

I “superfood”

“Superfood” è un marchio industriale che identifica quegli alimenti che offrono una gran di quantità di sostanze nutritive salutari. Le sostanze più importanti per mantenere la pelle in buona salute sono gli antiossidanti, quelle che rinforzano la barriera cutanea (come le vitamine), gli elementi vegetali secondari e i microelementi, oltre agli Omega-3 e alle fibre. I super-cibi più rinomati sono le bacche di Goji, i semi di Chia e le bacche di Acai. Il mio speciale consiglio da esperto: fate provvista di concentrato di pomodoro, tè verde, noci, olio di lino, broccoli e avocado!

I colori degli alimenti

Alcune persone, quando assumono alimenti di alcuni colori, sviluppano ponfi e prurito sull’intero corpo, hanno episodi di vomito e diarrea e manifestano problemi a livello circolatorio, disturbi che possono arrivare fino a uno shock letale. I sintomi sono simili a quelli che si verificano in seguito a una reazione allergica. La ragione di questo fenomeno sta nel fatto che, quando vengono assunti determinati “colori”, il corpo rilascia un neurotrasmettitore, l’istamina. Quando si è intolleranti a una certa sostanza colorata contenuta negli alimenti, questo neurotrasmettitore causa una sorta di malattia senza, però, l’intervento del sistema immunitario (a differenza di quanto accade nelle reazioni allergiche). Se non è possibile fare nulla per alleviare questa ipersensibilità, l’unica possibilità è quella di interrompere per sempre l’assunzione di quella categoria di alimenti.

 

Yael Adler
Dermatologa

 


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102