fbpx

home

Qualche idea per trattamenti wellness che la tua cliente adorerà

Rituali irresistibili

  • Beauty Forum

Per aggiungere il famigerato “fattore wellness” all’offerta del proprio centro estetico non è necessario disporre di spazi giganteschi e iper-attrezzati. Anche nella più grande e lussuosa Spa del mondo, infatti, il massaggio è qualcosa che può svolgersi solo nell’intimità di una cabina e, per quanto possa variare il colore delle pareti o il design del lettino, la cabina trattamenti di una costosa beauty farm non è molto diversa da quella di un normale centro estetico. Quando si parla di rituali e manualità, insomma, il segreto per rispondere all'esigenza di relax della clientela sta nella capacità di offrirle qualcosa che faccia realmente la differenza.

Gli ingredienti del perfetto rituale

Un trattamento wellness di successo, che si tratti di un massaggio tradizionale o di un rituale più complesso ed elaborato, deve essere in grado di coinvolgere in modo armonico e coerente tutti i sensi del cliente: è il principio della multisensorialità, che sta alla base di qualunque approccio orientato al benessere. Si parte dal tatto, ovviamente: nel percorso che conduce all’armonia tra corpo e mente c’è necessariamente qualcuno che deve essere “guidato”, il cliente, e qualcuno che “guida”, l’operatore; è il contatto tra i due il vero motore del benessere, ed è fondamentale che la manualità dell’operatore sia calibrata a seconda dell’obiettivo del trattamento, modificandosi all’occorrenza in base ai “segnali” che vengono inviati durante il suo svolgimento. Un tocco troppo timido e leggero, o al contrario troppo energico, possono essere determinanti nel far “fallire” il trattamento, impedendo al cliente di raggiungere il grado di rilassamento desiderato.
Anche l’udito ha un ruolo importante: il benessere presuppone isolamento, ogni intrusione acustica esterna deve essere neutralizzata – dal vociare delle altre cabine ai possibili “bip” dello smartphone – e sostituita da un sottofondo musicale adeguato al contesto. Lo stesso dicasi per l’olfatto: aromi e profumi sono portentosi vettori di emozioni, perché vanno a stimolare in modo diretto il sistema limbico, la parte del nostro sistema nervoso in cui sono conservati ricordi e sentimenti. In questo, gli oli essenziali sono alleati preziosissimi per l'estetista (per un approfondimento, corri a leggere i consigli di Roberto Paladin di Mei al tag #spaadvisor di questo numero, ndr.). Proprio per la sua potenza evocativa, può essere una buona idea concordare insieme all'ospite la scelta della nota aromatica con cui accompagnare il trattamento, magari proponendogli una scelta tra quattro o cinque fragranze diverse. Stesso discorso per la musica: sonorità orientali, ritmi africani o suoni della natura? Anche in questo caso, poter scegliere il sottofondo preferito aiuta il cliente a predisporsi meglio al trattamento.
Che dire del gusto? Secondo gli ultimi wellness trend, si tratta di una componente tutt’altro che accessoria per la riuscita del rituale: la tisana di fine trattamento, personalizzabile in base alle preferenze e alle esigenze del cliente, è diventata ormai uno standard nella maggior parte delle Spa ed è un accorgimento molto semplice da applicare anche in istituto. Senza contare che infusi e tisane sono un eccezionale prodotto da rivendita.
Infine, la vista: al cliente che sceglie di abbandonarsi a un momento di relax, è vero, si richiede di utilizzare soprattutto i propri “occhi interiori”, che hanno il potere di trasportarlo in una dimensione sensoriale completamente slegata dallo spazio fisico in cui si trova. È altresì vero che tutto ciò che l’ospite vedrà entrando in cabina, e che sarà lì ad aspettarlo quando riaprirà gli occhi al termine del rituale, gioca un ruolo importante nel suo sentirsi (o meno) a proprio agio nell’ambiente. Via quindi tutto ciò che può rappresentare una nota stonata all’idea di benessere – dall’ingombrante macchinario per l’epilazione definitiva ai poster promozionali “gridati” – e occhio soprattutto all’illuminazione: se adeguatamente valorizzata da espedienti di cromoterapia, la penombra può essere la tua migliore alleata.

Un consiglio:
In base alla disponibilità di spazio e personale, potrebbe essere una buona idea proporre anche degli speciali rituali di coppia: dal classico massaggio "a due" per celebrare ricorrenze o anniversari, al pacchetto "madre-figlia", da promuovere ad esempio in occasione della Festa della Mamma. Il benessere paga: soprattutto quando è condiviso!

Benessere su misura

Non sono pochi i centri estetici che nel loro listino propongono massaggi di vario tipo: quasi invariabilmente si tratta di rituali di ispirazione esotica o dal richiamo “goloso”, come il classico massaggio “alla vaniglia” o “al cioccolato”. Un’etichetta accattivante, tuttavia, non è sufficiente a decretare il successo di un trattamento benessere: a che tipo di esigenza profonda rispondono questi trattamenti dai nomi altisonanti? L’offerta, oltretutto, tende a essere molto ripetitiva: come differenziarsi tra decine di istituti che propongono i soliti massaggi thai? Focalizzandosi, più che sul tipo di massaggio, sul fabbisogno di benessere di specifiche categorie di clienti. Proprio come si fa con il trattamento estetico, sempre più specialistico e mirato alle caratteristiche individuali di precisi gruppi d’interesse.
La conoscenza dell’ambiente in cui si opera è, come sempre, di grande importanza. Se il centro estetico si trova in una zona residenziale gettonata da famiglie e giovani coppie, un’idea vincente potrebbe essere quella di proporre rituali distensivi per donne in gravidanza: i mesi che precedono la nascita di un figlio comportano stress fisici e psicologici che un massaggio mirato può alleviare in modo molto efficace. Negli ultimi anni sono nati molti corsi specializzati, che spiegano approfonditamente come trattare in modo efficace e sicuro il corpo di una futura mamma, aiutandola a rilassarsi e regalandole una preziosissima pausa dall’incessante ottovolante emozionale su cui sta viaggiando.
Se l’istituto si colloca invece in una zona densa di uffici, può essere una buona idea puntare su trattamenti anti-stress, da proporre magari in vantaggiosi pacchetti “pausa pranzo” o “after work”. Come si diceva in apertura di Dossier, il tempo da dedicare al proprio relax è un bene sempre più scarso e ricercato; ecco allora che anche solo venti minuti di massaggio combinato alle spalle e all’area cervicale può diventare un piccolo regalo con cui premiarsi dopo una lunga giornata di lavoro al pc, così come un rituale defaticante per le gambe un rimedio perfetto per chi ha trascorso molte ore in piedi.
E ancora, gli sportivi: gli atleti professionisti, ma anche i semplici appassionati di fitness, sottopongono il loro corpo a sollecitazioni spesso molto intense e sono entrambi proiettati, in misura ovviamente diversa, al raggiungimento di risultati sempre migliori. Per avere successo nello sport, di qualunque tipo e a qualunque livello, la predisposizione fisica è importante tanto quanto quella mentale: ecco allora che un trattamento rilassante, che sfrutti aromaterapia e musicoterapia per favorire la capacità di concentrazione e di finalizzazione del risultato, possono essere incredibilmente allettanti per chi si prepara ad affrontare una sfida sportiva.
Impara a interpretare i desideri inespressi dei tuoi potenziali clienti e vendi loro una risposta su misura: li avrai conquistati per sempre.

 

Le proposte dei brand

  1. Per la futura mamma: Body & Mind Active
    Bellezza e benessere uniti in un unico trattamento: nel totale rispetto della straordinaria condizione in cui si trovano le donne in gravidanza, il metodo Hesito® propone un protocollo di trattamento cutaneo che mira al benessere e, soprattutto, al buon esito! Ingredienti dalle proprietà idratanti, nutrienti, esfolianti ed elasticizzanti sono esaltati e potenziati da un avvolgente massaggio anti-stress, appositamente studiato per agire delicatamente su un corpo che cambia.
    www.hesito.it

  2. Per chi dorme male: Tranquillity™ Rituale del sonno
    Porta la firma di Comfort Zone questo trattamento professionale unico nel suo genere che, grazie alla sinergia dell’esclusivo blend di oli essenziali, un suono appositamente studiato e specifiche manualità di massaggio, favorisce un profondo rilassamento per mente e corpo e migliora la qualità del sonno. Un rituale di grande efficacia nel contrastare i problemi di tensione, il sonno disturbato e le conseguenze del jet lag.
    www.comfortzone.it

  3. Per un benessere che parte dai piedi: Phytomassopodia®
    Ideato dal prof. Giuseppe Mazzocco dell’Università di Padova e da Mei, è un metodo che ricerca il benessere del corpo a partire dai piedi, con l’uso esclusivo di mezzi naturali. Il protocollo si avvale di una studiata sequenza di manovre, massaggi e applicazioni di 5 prodotti fitocosmetici. “Special guest” del trattamento, il podostrigiles, uno speciale ausilio di massaggio ispirato allo strigile in uso nei rituali delle antiche terme romane.
    www.phytomassopodia.com – www.casamei.com

  4. Per unire tecnologia e relax: Endermologie® SPA Experience
    Da LPG, quattro nuovi protocolli SPA da 60 minuti (rassodante, rilassante, rivitalizzante e detox) che combinano la piacevolezza del massaggio manuale e dei cosmetici con l’efficacia del nuovo macchinario CELLU M6 ALLIANCE® SPA. Un’azione combinata antiage per il viso e rimodellante per la silhouette con un focus importante non solo sul raggiungimento dei risultati fin dalla prima seduta, ma anche sul benessere.
    www.endermologie.com/it

 

A cura della redazione

 

 


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102