fbpx

home

Bridal look primavera/estate: i migliori trend visti in passerella

Sì, lo voglio!

  • Beauty Forum

La stagione dei matrimoni si è ufficialmente aperta e ogni futura sposa si sta preparando al tanto atteso giorno del sì. Definiti ormai da tempo i dettagli di cerimonia e ricevimento, gli ultimi ritocchi sono quelli che riguardano il look, dai capelli alle unghie, passando ovviamente per il make up. Con un occhio puntato alle tendenze moda e l'altro alle caratteristiche personali e allo stile della sposa, trovare l'equilibrio ideale in fatto di beauty look non è sempre così immediato. Da dove partire? Dall'elemento che sarà al centro della scena durante il gran giorno: l'abito!

Scollature che sorprendono

"Il giorno delle nozze è il più importante per una donna: deve essere romantico, deve essere femminile, deve essere etereo e deve far sognare - non è necessario che sia sexy." Ad affermarlo è Carolina Herrera, una che di outfit nuziali se ne intende, ma la tendenza pervade un po' tutte le collezioni bridal di stagione: abbandonato ogni espediente seduttivo, la sposa 2018 catalizza l'attenzione grazie a un'eleganza senza sforzi, condita da un pizzico di eccentricità. Ecco allora che le scollature si fanno più castigate, ma al tempo stesso più elaborate. Il décolleté rimane comunque al centro della scena: Elie Saab lo valorizza con un gioco raffinato di pizzi ricamati, per uno stile classico e senza tempo; da Jenny Packham, inserti metallici dal gusto glam-rock fanno la gioia delle spose più trasgressive. A rimanere nuda è invece la schiena, enfatizzata da fiocchi e intrecci - si vedano le proposte di Viktor & Rolf, tra gli altri -, ma anche da gioielli pendenti. Le super trendy "collane da schiena" sono un accessorio versatile, che può accontentare sia le spose dallo stile minimal, sia quelle che amano stupire.

Qualcosa di... nero

Secondo la tradizione, è di buon auspicio che la sposa indossi qualcosa di blu il giorno delle nozze. I trend primavera/estate 2018 puntano piuttosto su "qualcosa di nero": piccoli dettagli dall'animo dark che danno un twist grintoso e inaspettato al wedding look. Un esempio? I sottili cinturini che esaltano il punto vita nelle proposte firmate Marchesa, ma anche i voluminosi inserti all-black che, tra maniche asimmetriche e tagli irregolari, rendono la collezione di Vera Wang davvero sopra le righe.

Principesse moderne

A caratterizzare le collezioni primavera/estate c'è anche la (quasi) totale scomparsa della fasciante forma "a sirena": gli abiti cadono ampi, trasformando la sposa in una vera principessa delle favole. Il "maxi" non spaventa, che sia di liscissimo raso o di impalpabile chiffon; le gonne si trasformano ora in architetture strutturate, ora in nuvole vaporose. Christian Siriano veste le sue spose con vere e proprie cascate di tulle, semplici o arricchite da romantiche lavorazioni. Da Monique Lhuillier onde sinuose si sovrappongono donando al look un aspetto etereo e fatato, perfetto per le più romantiche. E per chi proprio non ama lo stile principesco? Presenza fissa in quasi tutte le collezioni, i pantaloni non sono più un tabù in fatto di wedding look. Le proposte dei designer per il 2018 raggiungono alte vette di ricercatezza, basti vedere le proposte ultra chic di Carolina Herrera, Tadashi Shoji e Naeem Khan, per citarne alcuni. Passepartout di questo stile moderno e anticonvenzionale, i pantaloni palazzo: ampi e adatti a tutte le fisicità, si prestano perfettamente a meravigliose tute jumpsuit nuziali. Con gli accessori giusti, l'effetto sorpresa è assicurato.

Flower Power

Un sottile fil rouge che sembra legare le proposte dei fashion designer è il richiamo alla natura e ai suoi elementi decorativi, quasi a evocare un country wedding in mezzo al verde. D'altra parte, è primavera: la stagione della rinascita, dei boccioli in fiore. Quale migliore metafora dell'unione tra due sposi che si apprestano a iniziare una nuova vita? Fernando Garcia e Laura Kim raccolgono l'eredità del compianto Oscar de la Renta dando vita ad abiti che sono un vero e proprio tripudio di fiori, foglie e piante rampicanti: la sposa si trasforma così in una sofisticata ninfa dei boschi, che si muove con leggiadria tra gli invitati. Ma le applicazioni floreali sono ricorrenti in moltissime collezioni: da quella di Lela Rose, dove regalano un raffinato tocco femminile ad abiti dal gusto semplice e minimal, a quella di Mira Zwillinger, dove acquistano colore e volume diventando il fulcro centrale intorno a cui ruota l'intero look.

 

A cura della redazione

 

 


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102