fbpx

home

Capelli e unghie nel senso della naturalezza per il giorno del sì

Dalla testa ai piedi

  • Beauty Forum

I bridal trend per questa primavera/ estate sono all'insegna della naturalezza: i look artefatti, da principessa algida e composta, lasciano il posto a uno stile più spontaneo, capace di esprimere al meglio la femminilità istintiva e gioiosa che contraddistingue ogni donna.

Chiome spensierate

Sposa spettinata, sposa fortunata? Può sembrare un'esagerazione, ma le tendenze capelli parlano chiaro: le acconciature rigide e costruite - senza il minimo capello fuori posto - sono out. Quale sposa, oltretutto, vorrebbe trascorrere l'intera giornata delle nozze a limitare la propria gestualità per evitare di rovinare la "scultura" che ha in testa? Nel suo giorno speciale, una donna deve divertirsi e scatenarsi! Un'acconciatura morbida e naturalmente movimentata coniuga stile e praticità e, con i dovuti accorgimenti, dona a ogni tipologia di volto.
Per chi porta i capelli lunghi, il raccolto è da sempre una scelta privilegiata, perché lascia le spalle scoperte e mette in risalto le lavorazioni del corpetto dell’abito. Gli hairstylist consigliano di evitare gli chignon molto lisci e “tirati”, da balletto classico; meglio puntare su raccolti morbidi, capaci di avvolgere la sposa come una nuvola, magari con qualche ciocca ribelle a incorniciare il viso, per un tocco di studiata spontaneità. Per un matrimonio in stile bohémien, invece, via libera a una chioma sciolta e fluente, movimentata da onde finto-casuali semplici da realizzare – e da mantenere! Uno stile adatto anche a chi ha i capelli più corti: il “wob”, brioso caschetto mosso amato da star come Emma Stone e Margot Robbie, è perfetto per una sposa easy-chic e si presta a essere accostato al velo, a tiare luminose o inserti floreali.
Già, perché quest’anno la moda vuole sognanti spose “ninfe”, con fiori intrecciati tra i capelli: che si tratti di un semplice pettine decorato a fermare le chiome, di coroncine minimal o di più complesse applicazioni ispirate ai fiori scelti per il bouquet, l’elemento floreale impazza su ogni testa e regala a ogni sposa un tocco di romanticismo senza sforzi. Ma si può essere “bucoliche” anche senza fiori! Tra i bridal trend tornano infatti le trecce: ricami sottili a circondare il capo come una corona, o languidamente appoggiate sulla schiena lasciata scoperta da un abito scollato, impreziosite magari da un nastro di raso in tono con il vestito.


Quello tra il principe Harrt e Megan Markle, previsto per maggio, sarà il matrimonio mediatico dell'anno. C'è da giurare che il look scelto dalla sposa detterà tendenza. L'attrice americana, d'altro canto, è già un'icona di stile. Anche per quanto riguarda i capelli: il suo "messy bun", il morbido chignon casual che sfoggia con disinvoltura anche nelle occasioni ufficiali, è diventato in pochi mesi un hairstyle imitatissimo dalle donne di tutto il mondo.

Baby Boomer e accenti gioiello

Se è vero che l’acconciatura dovrebbe rispettare lo stile e le abitudini della sposa, unendo eleganza e praticità, il discorso vale a maggior ragione per le unghie: affusolati stiletti o vistosi decori 3D andrebbero riservati a quelle spose che hanno già dimestichezza con nail style “importanti”. Il giorno delle nozze, con le sue emozioni e le sue sorprese, è affollato di momenti (e movimenti) frenetici - scendere dall’auto senza strappare lo strascico davanti a tutti, ad esempio! – ed è bene che la manicure lasci adeguata libertà di manovra alla sposa. D’altro canto, però, le sue mani saranno al centro della scena: tutti vorranno vedere la fede calzata all’anulare! Il segreto sta allora nel trovare il giusto compromesso tra la ricercatezza di un nail look bello e originale e la comodità di un’unghia che assecondi le esigenze della sposa. Una mandorla da salone o uno squoval medio-corto sono forme passepartout.
Che dire di colori e decori? Tra le tendenze top di stagione c’è sicuramente il baby-boomer: una sfumatura leggera tra il bianco del bordo libero e il rosa naturale del letto ungueale, elegante come una French manicure ma meno rigorosa, più moderna e modaiola. Piace molto anche il nude look, tassativamente fedele alla carnagione della mano e meglio se su unghie lunghe almeno oltre il polpastrello. Oltre a essere di gran classe, le tonalità camouflage, soprattutto se glossy, sono ideali per mascherare unghie imperfette senza ricorrere necessariamente a colori o nailart; ancora più glamour è il finish satinato, a patto che l’unghia naturale sottostante sia già perfetta – proprio come succede con il rossetto, infatti, i toni matte tendono ad evidenziare maggiormente i piccoli difetti rispetto a quelli lucidi. Bonus benefit della naked manicure? È la salvezza delle spose più maldestre: eventuali piccole sbeccature passeranno completamente inosservate!
Come arricchire un semplice nude look da sposa con un piccolo vezzo decorativo? La cosiddetta “ring finger manicure” - o “accent manicure” - è nata proprio a questo scopo: protagonista è infatti l’unghia dell’anulare, che diventa un vero e proprio accento di stile. Anche in questo frangente, la parola d’ordine è semplicità: un discreto punto luce o una piccola fila di perline alla base dell’unghia sono il contrappunto perfetto per la fede nuziale, e ne emulano lo scintillio; un’alternativa molto cool è invece riprendere un dettaglio del vestito, come un pizzo o un ricamo, e riprodurlo a misura di unghia.

Anche il piede vuole la sua parte

Un bridal look che si rispetti non può certo trascurare la pedicure: questo vale soprattutto per i matrimoni estivi, in cui la scelta delle calzature ricade spesso su sandali e open toe, ma anche quando si indossano le classiche décolleté chiuse - quante spose si ritrovano a danzare a piedi nudi nel bel mezzo dei festeggiamenti? Accanto a un trattamento accurato degli inestetismi cutanei, è bene che anche lo stile delle unghie sia studiato con attenzione: colori e decori possono richiamare quelli scelti per le mani, ma sui piedi si può anche osare di più, con tonalità vivaci e sgargianti. La regola è una sola: se la scarpa è "importante", con lavorazioni sontuose ed elaborate, meglio puntare su un nail look sobrio e naturale; per dare un tocco di stile a una scarpa semplice, invece, via libera alla creatività!

 

A cura della redazione

 

 


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102