fbpx

home

Il fondotinta in estate: qualche consiglio per usarlo al meglio

Correggere e proteggere

  • Beauty Forum

Quando arriva l’estate, molte clienti vorrebbero mettere il fondotinta nel cassetto; c’è una cosa, però, che non bisogna dimenticare: lo scopo primario del fondotinta non è quello di modificare il colore dell’incarnato ma innanzitutto di uniformarlo e perfezionarlo, oltre che di nasconderne i piccoli difetti. In più, un buon fondotinta offre anche molti altri benefici, tra i quali un’azione curativa e protettiva della pelle. In generale, il colore naturale dell’incarnato vince sempre sulla nuance del fondotinta, che deve armonizzarsi in modo invisibile e senza soluzione di continuità con la pelle del viso. Collo e décolleté vanno esclusi dall’applicazione del fondotinta - pratica che, nel peggiore dei casi, porta a “orli” di make-up e righe sugli abiti. In caso di dubbio sulla scelta del fondotinta, una regola è sempre valida: meglio scegliere una nuance più chiara rispetto a una più scura, che farebbe apparire il viso più vecchio.

Protezione solare inclusa

Per contrastare l’invecchiamento della pelle, molti fondotinta offrono un aiuto prezioso: una protezione solare integrata nella sua formulazione. La funzione di protezione dalla luce e dai raggi solari, come sappiamo, può essere espletata anche da molti altri prodotti di skin care. Il livello di protezione da scegliere dipende dal fototipo di ognuno e rappresenta il lasso di tempo in cui è possibile estendere la funzione di protezione solare “innata” del nostro organismo (ne abbiamo parlato nel Dossier di BEAUTY FORUM 3/2017).
Contrariamente a quanto si pensi, “accumulare” SPF (Sun Protection Factor) attraverso l’applicazione consecutiva di più prodotti schermanti, ad esempio una crema giorno seguita da un fondotinta, non è di alcuna utilità: a essere determinante in funzione protettiva è il primo prodotto che si applica sulla pelle. Se la crema giorno contiene già un filtro solare, dunque, non è necessario che lo contenga anche il fondotinta applicato successivamente.
In questo caso, il motto “tanto più, tanto meglio” non è adatto. Anzi, è l’esatto opposto. L’esperienza insegna che stendere più strati uno sopra l’altro, ognuno con un filtro solare, non porta a un rafforzamento della protezione e a un incarnato necessariamente più bello e uniforme: un filtro solare è composto da elementi chimici e fisici che schermano i raggi UV, e una combinazione di prodotti schermanti diversi si trasforma, prima di tutto, in una patina compatta e resistente sulla pelle.

La giusta quantità

Del fondotinta è importante conoscere la texture, la tecnica di stesura e la quantità da usare. La maggior parte delle donne, infatti, tende ad applicare troppo prodotto. Fino a pochi anni fa si usava stendere il fondotinta in modo uniforme sul viso (e spesso anche sul collo) per poi fissarlo con un’abbondante spolverata di cipria; secondo le moderne tecniche di make up, invece, il fondotinta va steso solamente su quelle aree in cui è necessario e non dev’essere fissato con la cipria. Oggi, infatti, si presta molta più attenzione a far trasparire il naturale colorito della pelle, valorizzandolo. In questo modo, il viso riceve molta più irradiazione e si ottiene un “effetto glow” naturalissimo. Ecco perché, soprattutto in estate, vanno per la maggiore i fondotinta dalla texture leggera, che si armonizzano alla pelle velocemente, con facilità e senza appesantire. Un fondotinta estivo di buona qualità si riconosce proprio per la sua consistenza ariosa; inoltre, dovrebbe essere formulato su una base idratante e contenere un basso numero di lipidi.

Al sole con il fondotinta?

Un fondotinta contenente un fattore di protezione solare “standard” protegge dal sole di tutti i giorni, quello a cui si è esposti ad esempio camminando per andare al lavoro, ma non è in grado di proteggere la pelle dall’esposizione intensa a cui ci si sottopone, ad esempio, in spiaggia. In questo caso, si consiglia di usare un fondotinta specifico dotato di un filtro integrato contro i raggi UV-A e UV-B, che possa resistere, in particolare, a un’esposizione intensa ai raggi UV-B.
Per gli spostamenti, ad esempio durante le vacanze estive, la scelta ideale sono i fondotinta compatti; possono essere in crema o in polvere, a seconda delle singole esigenze della pelle.

Lunga durata

Molte clienti si domandano se sia sufficiente stendere il fondotinta una sola volta al giorno, ad esempio al mattino. La risposta è: dipende! Se l’applicazione del fondotinta è inserita all’interno di una beauty routine appropriata - detersione, pulizia del viso, cura degli occhi, applicazioni di prodotti specifici tra cui il primer - e se viene sfumato adeguatamente con un pennello da fondotinta, si ottiene un risultato molto duraturo. In questo caso non c’è bisogno di ritoccare il trucco, ma si può comunque correggere il lavoro in caso di bisogno. Bisogna far passare alla cliente il messaggio che i moderni fondotinta, in media, si armonizzano così bene alla pelle che riescono a resistere anche alle temperature più alte. Prima di passare a riopacizzare il viso con della cipria, si consiglia di asciugare la pelle con una velina per poi passare un pennello Kabuki pulito sul viso con movimenti circolari. In questo modo, si armonizzerà il fondotinta già steso con la pelle.

I moderni fondotinta si armonizzano così bene alla pelle che riescono a resistere anche alle temperature più alte.

Sostanze Summer-Friendly

Da un prodotto di make up di alto livello ci si può e ci si deve aspettare che sia multifunzione, sia nell’applicazione che negli effetti. Durante l’estate, un prodotto di make up dovrebbe contenere, ad esempio, dell’acido ialuronico, che non solo ha un effetto idratante, ma permette anche di "legare" questa idratazione alla pelle. Il risultato è un incarnato fresco, sodo e rimpolpato.
Un principio attivo ancora più adatto all’estate è l’estratto di lievito, composto da sostanze preziose come amminoacidi, enzimi, proteine e vitamine del gruppo B. L’estratto agisce donando idratazione e stimolando la sintesi di acido ialuronico già presente nell’organismo.

Fondotinta al posto del trattamento giorno?

La tua cliente può rinunciare alla crema giorno se già sta utilizzando un fondotinta con proprietà curative? È possibile, ma solo nel caso in cui la sua pelle non abbia bisogno di trattamenti specifici particolari (come nel caso di una pelle giovane e sana). Se il livello di sostanze curative contenute nel fondotinta è abbastanza alto, non dovrebbero esserci problemi. In questo caso, però, si consiglia di usare una crema notte particolarmente ricca. Inoltre, va ricordato che anche sotto un fondotinta ad alto contenuto di ingredienti curativi dovrebbe essere stesa una buona base. In questo caso, è sufficiente un siero, che protegge anche dall’eventualità di un trucco “a macchie”, frequente su visi che non sono stati adeguatamente curati in precedenza.

Pelle arrossata

Una pelle arrossata dal sole deve essere prima di tutto curata con un trattamento adatto; le eventuali tracce di rossore rimaste possono essere camuffate con una leggera base. In alcuni casi è possibile utilizzare il fondotinta, soprattutto se tra i suoi ingredienti compaiono principi attivi lenitivi o calmanti.

Come conservarlo?

Durante l’estate è fondamentale conservare i prodotti di make up in maniera corretta. I fondotinta liquidi o in crema non vanno tenuti in borsetta ma, come la maggior parte dei prodotti curativi, dovrebbero essere conservati in un luogo riparato, fresco e asciutto, lontano dalla luce e da fonti di calore. Anche i forti sbalzi di temperatura non fanno bene ai prodotti. I fondotinta compatti, invece, sono concepiti per essere portati in borsetta e non sono troppo sensibili al calore. Nessun prodotto curativo o di make up dovrebbe mai essere lasciato in pieno sole.

 

Throsten Joffroy
Make Up Artist e Hairstylist per set fotografici e produzioni cinematografiche, è beauty-expert e formatore per l'azienda Maria Galland.

 

 


Newsletter


zeroventi • Via Valprato 68 - 10155 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102