fbpx

Comunica con Beauty Forum

Intervista esclusiva a Agne Vaiciute

Agne Vaiciute

  • Beauty Forum

Agne Vaiciute è una professionista a tutto tondo: non è solo una docente attenta e competente, ma è anche un’imprenditrice di successo, sempre pronta ad affrontare nuove sfide. Inoltre, ha vinto concorsi e gare internazionali, è giudice in competizioni importanti e relatrice di convegni in tutto il mondo. Tutto questo l’ha resa una professionista davvero completa e cosmopolita, molto attenta ai cambiamenti e alle esigenze del settore.

Agne Vaiciute1

come nasce la tua passione per la dermopigmentazione?

La mia passione per la dermopigmentazione è nata guardando un video su YouTube che mi era apparso per caso: si trattava di una dimostrazione di microblading del maestro - nonché “papà” di molti attuali artisti - David Zhang. Rimasi esterrefatta dal trattamento in sé, perché non si capiva neanche che stesse tatuando una persona. Sembrava un’opera d’arte. In quel momento, ho deciso che avrei voluto impararlo anch’io.

“Dermafusion” è l’accademia che hai fondato tu. La tua offerta formativa copre tutti i temi legati alla dermopigmentazione. Quali sono le caratteristiche dei tuoi corsi?

La caratteristica principale di tutti i miei corsi è che sono basati esclusivamente sulla mia esperienza personale: i traguardi che ho raggiunto, ma anche i miei errori. Insegno ai miei studenti come non ripeterli e, a volte, faccio addirittura una buona dose di “terrorismo psicologico”, perché ci tengo che svolgano quest’attività con un grande senso di responsabilità verso il cliente.
Un altro punto vincente della Dermafusion Academy sono i gruppi molto piccoli e intimi: cerchiamo di evitare i corsi di massa e optiamo, invece, per la qualità.
Inoltre, diamo la totale libertà di scegliere i prodotti e i macchinari con cui si desidera lavorare. Non obblighiamo nessuno ad acquistare nulla.

Sei spesso componente di giurie per competizioni internazionali. Quali credi che siano gli aspetti positivi nel partecipare a competizioni di questo genere? 

Assolutamente la voglia di migliorare e di varcare nuove acque. La carica di adrenalina che si prova durante questi eventi è indescrivibile! L’ho provata personalmente anche in qualità di giudice e mi sono emozionata insieme a quelli che sono riusciti a salire sul podio. Ovviamente, non posso non aggiungere l’effetto “bomba” di questi eventi, che portano un’agenda di lavoro piena: questo perché le competizioni sicuramente aumentano anche la propria reputazione.

Grazie alle tue attività congressuali e alle partecipazioni ai campionati hai una visione internazionale della dermopigmentazione. Ci sono Paesi in cui la dermopigmentazione riscuote maggiore successo o in cui il livello tecnico è superiore? 

Seguo tantissimo il mercato asiatico e russo. Per me sono i migliori in assoluto e so perfettamente perché: la disciplina che in quei paesi viene insegnata fin dai primi giorni di scuola frutta grandi risultati in futuro. I dermopigmentisti prestano tantissima attenzione e precisione al loro lavoro, molto più di quello che vedo altrove. 

Sei molto attiva su Instagram mentre presti meno attenzione a Facebook. La tua presenza social è efficace e interessante: come hai sviluppato le tue competenze?

Per molti anni sono stata una “tipa da Facebook”, perché ero convinta che Instagram non fosse la piattaforma giusta per il mio lavoro; questo finché, durante la prima quarantena, non ho iniziato a curiosare di più. Lo scorso novembre ho fatto il mio primo corso di social media management, e la cosa mi ha appassionata talmente tanto che ho deciso di iscrivermi all’università online e formarmi a livello professionale. Nel frattempo, mi sono completamente “convertita” e ho abbandonato quasi del tutto Facebook, perché la creazione del piano editoriale per Instagram è diventato un vero e proprio lavoro che mi ruba un sacco di tempo. Non nascondo che ho delle idee per il futuro legate molto strettamente con i social e la dermopigmentazione.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Digitalizzare la mia accademia: la voglio portare online e rendere accessibile a tutto il mondo, non solo all’Italia.
Inoltre, come dicevo precedentemente, ho in mente un progetto che riguarda il social media management e mi sono addirittura data una deadline - vediamo se sarò capace di realizzarlo entro novembre prossimo!

Quale consiglio puoi dare alle estetiste che non hanno ancora introdotto i servizi di dermopigmentazione nel proprio istituto? Da quali tecniche dovrebbero iniziare?

C'è stata molta richiesta di trucco permanente, negli ultimi anni, perciò inserire questo trattamento nel proprio centro estetico - o avviare delle collaborazioni con dei dermopigmentisti itineranti - è più che necessario, nel 2021.
Se si ha voglia di intraprendere questo mestiere, consiglierei di iniziare da un corso base ricco di teoria e pratica. Il primo corso è fondamentale per la struttura della propria carriera, ma non deve assolutamente essere l’ultimo: questo campo è in continua crescita, e i corsi di perfezionamento e aggiornamento sono necessari per diventare dei dermopigmentisti di successo.

#BeautyForum, #inogninumero, #uncaffècon, #BF_apr21


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102