fbpx

Comunica con Beauty Forum

Roberto Valente

Cambiare, cambiare, cambiare

  • Beauty Forum

Siamo certi che le nostre clienti continueranno a richiedere gli stessi servizi di prima? Ci stiamo continuamente aggiornando? E se una persona cerca un nuovo salone, ci trova facilmente?

È una delle parole più usate (e, forse, abusate) del momento: cambiamento. Gli eventi dell’ultimo anno, poi, ci hanno messo di fronte a una realtà nuova, differente, inaspettata e, in molti casi, hanno richiesto a ciascuno di noi di intervenire sulle proprie abitudini per fare delle modifiche che, in alcuni casi, si sono rivelate definitive.

Ma quando il cambiamento non è imposto e dipende dalla nostra volontà, quando cioè sentiamo di doverlo fare, ci troviamo quasi sempre in una situazione di disagio: cambiare vuol dire abbandonare certe abitudini, luoghi, routine che, in molti casi, non sono veramente insopportabili (oppure lo sono, ma riusciamo anche a conviverci). E, si sa, quando si lascia la strada vecchia per la nuova… Lasciamo però perdere i proverbi. Esistono spiegazioni scientifiche che giustificano la nostra refrattarietà al cambiamento. Il nostro cervello è stato “programmato” per essere conservativo: mantenere lo status quo garantisce da possibili pericoli. E allora, per premiarci, il cervello rilascia delle endorfine, che ci fanno stare bene ed essere rilassati.

Quando, invece, dobbiamo affrontare il cambiamento e uscire dalla cosiddetta confort zone, allora il cervello reagisce facendo produrre cortisolo che genera ansia, sudorazione e tutti quei sintomi che ci fanno stare male e che dovrebbero indurci a desistere dalla volontà di cambiare.

E quindi? Come abbiamo detto in apertura, la vita nell’ultimo anno è cambiata per molti. L’incremento nell’utilizzo degli strumenti digitali è sotto gli occhi di tutti. Per fortuna, però, alcune professioni non possono essere digitalizzate, e questo capita dove la manualità ha una componente fondamentale. Ma ciò non deve far sentire al riparo: cambiano comunque le abitudini dei consumatori. Siamo certi che le nostre clienti continueranno a richiedere gli stessi servizi di prima? Ci stiamo continuamente aggiornando? E se una persona cerca un nuovo salone, ci trova facilmente? Cosa si dice di noi? Come comunichiamo la nostra esistenza? Solo per citare alcune delle domande che ci possiamo porre.

Dobbiamo mettere in conto che qualsiasi cambiamento ha un prezzo, ma dobbiamo anche considerare quale sarebbe il prezzo da pagare nel caso in cui non cambiassimo. E, nel fare ciò, occorre guardare non solo all’oggi, ma anche (e soprattutto) al domani.

 

Roberto Valente
Amministratore delegato Health and Beauty e Consigliere Delegato BOS - Cosmofarma.

 

#BeautyForum, #inogninumero, #puntodivista, #BF_apr21


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102