fbpx
Scomodi Gonfiori

Scomodi Gonfiori

  • Beauty Forum

Gonfiori – Gambe e piedi gonfi sono uno scomodo problema che non si presenta solo in estate: possono comparire anche nel resto dell’anno e colpiscono soprattutto le persone che devono stare in piedi (o seduti) per lunghi periodi di tempo. Che rimedi puoi impiegare per dare sollievo alle tue clienti?

Le gambe gonfie sono un problema tipico dell’estate, ma non solo. Una delle cause scatenanti è presto detta: si tratta della forza di gravità, che causa un accumulo di sangue nelle estremità inferiori (ovvero nei piedi e nella sezione bassa delle gambe); se, poi, si è soliti trascorrere molte ore al giorno in piedi o seduti, la gravità avrà gioco ancora più facile. A ciò va aggiunto il rallentamento della circolazione causato dalla mancanza di movimento.

Un’altra causa comune dei gonfiori è un sistema venoso compromesso, caratterizzato da vasi sanguigni dilatati e che hanno perso elasticità e resistenza (come nel caso, ad esempio, delle teleangectasie e delle vene varicose). La debolezza venosa fa sì che il sangue non riesca più a fluire correttamente verso l’altro, depositandosi, quindi, nella parte inferiore del corpo.

Come se non bastasse, l’estate e le temperature elevate rendono tutto più difficile. Per evitare di surriscaldarsi, infatti, il nostro corpo deve disperdere del calore e, per farlo, dilata i vasi sanguigni così da rallentare la circolazione del sangue. Questo, però, rende le vene più permeabili: ciò significa che all’interno dei tessuti vengono trasportati più fluidi, ma questi vengono fatti defluire in modo meno efficiente.

Il risultato: gambe e piedi gonfi. A soffrire di questo problema sono soprattutto le donne, il cui tessuto connettivo è mediamente più debole rispetto a quello degli uomini ed è, quindi, meno in grado di stabilizzare le vene.

Attenzione 

Quand’è che avere le gambe gonfie diventa pericoloso? 
Chi ne soffre solo occasionalmente non ha di che preoccuparsi; chi, invece, ne soffre spesso o, addirittura, in maniera cronica deve consultare immediatamente il proprio medico: c’è il rischio di teleangectasie, di vene varicose e addirittura di flebiti.

È possibile che le vene siano deboli per natura e, di conseguenza, che la circolazione sanguigna non funzioni nel modo corretto; va detto, inoltre, che i piedi gonfi in estate potrebbero anche essere causati da un’anomala ritenzione idrica nei tessuti (un edema). In circostanze particolari, questi fattori possono indicare un’insufficienza cardiaca, che porta a un accumulo di sangue davanti al cuore che, poi, può arrivare fino ai piedi. In questi casi, bisogna valutare se il gonfiore compare su una sola gamba oppure su entrambe: se l’edema interessa un solo lato del corpo (una gamba, un piede oppure una caviglia), potrebbe trattarsi di un problema venoso o del sistema linfatico; se, invece, l’edema compare su entrambi i lati del corpo, è più probabile il rischio di un problema a un organo interno (ad esempio il cuore, i reni, il fegato o la tiroide). In questi casi, è consigliabile consultare il proprio medico per avere dei chiarimenti.

scomodi gonfiori1È importante indossare delle calzature corrette, perché delle scarpe troppo strette potrebbero rallentare la circolazione sanguigna.

Primo Soccorso

Esistono diversi metodi per alleviare il gonfiore di gambe e piedi e perfino per prevenirne la comparsa. Una buona consulenza e utili consigli in cabina, quindi, possono essere molto importanti per le tue clienti.

La Giusta Consulenza

Dai alla tua cliente dei consigli dettagliati: se li seguirà, potrà fare molto per contrastare i suoi gonfiori. 
Ecco qualche rapido consiglio da dare alla cliente come trattamento domiciliare:

1 Fare esercizio fisico è fondamentale, ma dille di farlo solamente durante le ore serali - quando, cioè, le temperature sono più fresche. Il nuoto è uno sport perfetto durante tutto l’anno, ma soprattutto in estate: l’acqua fresca, infatti, aiuta ad abbassare la temperatura corporea, mentre la sua pressione sul corpo agisce come un leggero massaggio (perfetto per i piedi gonfi). Un altro sport efficace contro i gonfiori è il ciclismo.

2 Dille di tenere i piedi sollevati. Consigliale di prendersi delle pause, durante la giornata, per sollevare i piedi: questo aiuterà il sangue a fluire verso il cuore e ridurrà la pressione nelle vene degli arti inferiori. Altri esercizi ugualmente utili sono sciogliere i muscoli delle gambe e stare sulla punta dei piedi.

3 I getti e le docce di acqua fredda sono un toccasana per stimolare i piedi e le gambe, ma anche camminare in una vasca di acqua fredda può fare dei miracoli. Non va fatto per troppo tempo, però, e bisogna fare attenzione in caso di problemi al sistema cardio-circolatorio!

4 Anche l’alimentazione ha un ruolo molto importante e, soprattutto in estate, cibi pesanti e bevande alcoliche possono mettere a dura prova l’organismo. L’alcol, in particolare, causa la dilatazione dei vasi sanguigni, cosa che può portare ai gonfiori.

5 È importante indossare delle calzature adatte all’estate, perché delle scarpe troppo strette possono far rallentare la circolazione del sangue. Sandali e scarpe aperte, invece, assicurano una corretta regolazione della temperatura dei piedi e prevengono gli accumuli di calore.

6 Bisogna bere molta acqua, perché la mancanza di idratazione fa aumentare la ritenzione idrica. Assicurarsi che il corpo riceva abbastanza liquidi, quindi, è essenziale e, nelle estati molto calde, potrebbe essere necessario bere tre litri di acqua al giorno.

4 FATTORI

 Questi quattro fattori aumentano ulteriormente il rischio di gambe e piedi gonfi:

  • Gravidanza.
  • Sovrappeso.
  • Bere poca acqua.
  • Trascorrere molte ore in piedi o seduti senza compensare con del movimento.

6 CONSIGLI DURANTE IL TRATTAMENTO

Cosa puoi integrare alla tua pedicure professionale per alleviare i gonfiori della tua cliente? Personalizza il trattamento aggiungendo alcuni accorgimenti in più.

  1. Falla bere. Se la cliente non beve volentieri l’acqua pura, sostituiscila con una tisana oppure con dell’acqua fresca arricchita con del limone o delle foglie di menta per renderla più gustosa. Per incoraggiarla a bere di più, offrile la bevanda dentro un bicchiere più grande rispetto a quelli normali.
  2. Falla sdraiare. Fai mettere la tua cliente in una posizione più distesa del solito: in questo modo, allevierai la pressione del sistema venoso e favorirai la decongestione degli arti inferiori. Ciò significa che potresti dover lavorare in piedi, ma questo potrebbe fare bene anche a te che, solitamente, sei costretta a stare seduta per la maggior parte della giornata.
  3. Se la cliente non soffre di insufficienza venosa, coccolala con un pediluvio che alterni acqua calda e fredda: lo sbalzo termico permette di “allenare” i vasi sanguigni e stimola la decongestione e il drenaggio dei liquidi. In alternativa, puoi optare per un vero e proprio “allenamento vascolare” aumentando la temperatura dell’acqua da tiepida a calda entro 20 minuti. Attenzione, però: se la tua cliente soffre di problemi venosi, come le vene varicose, la temperatura dell’acqua non deve superare i 39° C; non vanno raggiunte temperature elevate neanche se la cliente soffre di diabete. Se non vuoi cambiare la temperatura dell’acqua, ma vuoi comunque ottenere un effetto “fresco”, aggiungi al pediluvio dei principi attivi rinfrescanti (come la menta piperita).
  4. Un’alternativa decongestionante al pediluvio sono gli impacchi freddi. Dopo una disinfezione accurata, solleva i piedi della cliente e avvolgili in un panno freddo. Eventualmente, all’acqua dell’impacco puoi aggiungere una goccia di aceto di mele: si tratta di un vecchio rimedio casalingo che si dice abbia un effetto antinfiammatorio e decongestionante, soprattutto in caso di piedi gonfi.
  5. In caso di gonfiore, un massaggio attento e delicato può aiutare a decongestionare i tessuti e a riattivare lo smaltimento dei liquidi. In questo caso, però, esegui solo degli accarezzamenti e dei movimenti delicati.
  6. Principi attivi rinfrescanti come il mentolo, la canfora o la menta piperita sono un vero sollievo per i piedi gonfi e, per questo, andrebbero impiegati in chiusura di trattamento; sono efficaci anche i prodotti a base di foglia di vite rossa, che aiutano a rinforzare le pareti venose. In generale, comunque, dovresti impiegare sempre dei prodotti che rinforzino e rinfreschino i vasi sanguigni: questo perché il freddo aiuta a restringere le vene e favorisce una migliore tensione e pressione nel sistema venoso.

 

Bettina Hillemacher
Estetista e onicotecnica, è nel settore dell’estetica dal 1985. Ha lavorato come responsabile formazione e marketing per un’azienda cosmetica tedesca, mentre oggi è una libera professionista che opera come life & success coach.


#BF_beauty&care, #BeautyForum, #piedi, #BF_lug_ago_21


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102