fbpx
Summer Glow

Summer Glow

  • Beauty Forum

Protezione di mani e unghie – I mesi estivi sono sinonimo di riposo e relax: basta il primo sole a trasmetterci una sensazione di libertà e benessere, mentre i raggi UV sono in grado di stimolare la circolazione sanguigna, il metabolismo e l’attività delle ghiandole endocrine. Accanto a questi vantaggi, però, il sole estivo nasconde anche dei lati negativi.

I raggi del sole, grazie a un aumento nel rilascio di ormoni, ci fanno sentire di buonumore e rilassati e aumentano la nostra voglia di vivere, oltre a essere il fattore principale per la produzione di vitamina D. Il risultato visibile di queste azioni sono una pelle luminosa che risplende di un meraviglioso bagliore estivo. Accanto a questi vantaggi, però, il sole ha anche molti lati negativi: un’esposizione eccessiva, ad esempio, causa scottature e molto altri danni cutanei, che diventano visibili sul lungo periodo sotto forma di invecchiamento cutaneo precoce o, peggio ancora, di un’alterazione maligna della pelle. Se, invece, ci si espone con cautela e usando un filtro solare adeguato, lo stress causato alla pelle si ridurrà in maniera significativa. 
Ci sono dei giorni in cui, soprattutto in piena estate, l’intensità del sole si può percepire nettamente sulla pelle; nei giorni nuvolosi e meno caldi, invece, la forza dei raggi solari viene enormemente sottostimata. A torto, ovviamente.

L’UV-Index

L’intensità dei raggi solari è determinata da molti fattori diversi. Siccome, però, questi fattori potrebbero non essere immediatamente riconoscibili, per orientarsi può essere utile dare uno sguardo all’UV-Index, o “indice UV”.
L’“Indice universale della radiazione UV solare”, chiamato semplicemente “indice UV” (UVI), è un’unità di misura internazionale che descrive il livello di radiazioni ultraviolette (raggi UV, appunto) che raggiungono la superficie terrestre in una determinata area: più il numero è alto, maggiore è il rischio di scottature e danni alla pelle. I valori di questo indice dipendono dalla posizione del sole, all’altitudine del luogo a cui si fa riferimento e alla copertura nuvolosa di quel momento. 

Già un UVI 3 viene considerato una “radiazione solare media” e necessita di contromisure adeguate, come applicare un’abbondante quantità di crema solare sulla pelle. Alcuni studi scientifici hanno mostrato che già ad aprile si può arrivare a un UVI 3: questo significa che l’intensità dei raggi UV è già abbastanza alta da provocare un eritema. Bisogna, quindi, adottare delle contromisure per proteggersi dal sole.

“ È un errore pensare che la crema solare non serva se il cielo è nuvoloso o se rimaniamo all’ombra. ”

Il Fattore Di Protezione Solare

La scelta del fattore di protezione solare dipende, oltre che dall’indice UV del luogo in cui ci troviamo, dal fototipo della nostra pelle. In media, la pelle molto chiara diventa rossa dopo appena 10 minuti di esposizione, mentre quella medio-scura o bruna ha un periodo di “auto-protezione” che va dai 20 ai 30 minuti. Questo perché la forza dei meccanismi di protezione della pelle è diversa da individuo a individuo. 

Una delle protezioni più importanti della pelle è la melanina, che avvolge i cheratinociti e li protegge dagli effetti dannosi dei raggi solari. È facile comprendere, quindi, che una pelle più pigmentata (come i fototipi più scuri oppure chi è già abbronzato) è meno soggetta alle scottature rispetto ai fototipi più chiari. 
Un altro meccanismo di auto-protezione cutaneo è la formazione di un leggero ispessimento dello strato corneo causato dai raggi UV, che fa in modo che i raggi solari penetrino di meno all’interno della pelle. 

Mani e Piedi

Il leggero ispessimento dello strato corneo si forma anche sulle mani, che sono esposte quotidianamente alle ingerenze ambientali: qui, infatti, l’ispessimento è leggermente più spesso che sul resto del corpo. Sul dorso del piede, invece, l’ispessimento è molto più sottile. 

Poco fa abbiamo detto che un importante meccanismo di protezione della pelle è la melanina, ovvero il pigmento prodotto dai melanociti che assorbe i raggi solari che arrivano sulla cute. Sulla pianta dei piedi e sui palmi delle mani, però, di melanociti ce ne sono estremamente pochi, cosa che determina una scarsa presenza di melanina in queste aree: ciò significa che andrebbero sempre protette con un filtro solare alto (in linea di massima, va bene la crema che si usa sul resto del corpo).

Una protezione solare alta va usata sempre e comunque, sia sulle mani che sui piedi: considerando i fattori descritti finora, per andare sul sicuro non bisognerebbe mai scendere sotto un SPF 30 né sulle mani, né sui piedi. Nonostante questo, però, spesso e volentieri ci dimentichiamo di proteggere queste aree - soprattutto le mani, da cui sistematicamente laviamo via la protezione solare senza neanche accorgercene. 
Se la cliente non sopporta la sensazione che la classica crema solare lascia sulle mani, consigliale di acquistare una crema mani formulata con un filtro solare.

Cautele Speciali

Vanno riservate delle protezioni speciali soprattutto alla pelle dei bambini e a quella delle mani la cui barriera è danneggiata o indebolita.
La pelle dei bambini non è ancora “matura” ed è più delicata e sensibile rispetto a quella degli adulti. E questo vale anche per le loro mani. Gli adulti, quindi, dovrebbero fare molta attenzione e proteggere dal sole in maniera adeguata non solo la pelle dei loro figli nella sua totalità, ma soprattutto quella delle mani.

Inoltre, possono essere particolarmente sensibili alla luce del sole le mani delle persone che sono spesso a contatto contatto con l’acqua (magari per lavoro) oppure quelle di coloro che soffrono di malattie cutanee come la neurodermite. Questo perché la loro barriera cutanea è danneggiata, cosa che espone maggiormente la cute al sole rendendola, così, più fotosensibile.

summer glow1L’indice UV è alto già ad aprile: mani e unghie, quindi, andrebbero già protette adeguatamente.

Eczema alle Mani

In caso di eczema alle mani, proprio come con la neurodermite, la pelle è priva di lipidi importanti che la proteggano dagli agenti lesivi esterni. La barriera cutanea, così, si danneggia, cosa che facilita la penetrazione di agenti inquinanti e raggi UV che possono causare più facilmente e velocemente scottature e altri danni alla salute. Ciò significa che un’adeguata protezione delle mani è una necessità importante anche durante la pandemia. 
Oltre alle mani, in estate vanno riservate cure e protezioni speciali anche alle unghie.

Le Unghie

L’unghia, di per sé, offre solamente una protezione minima dai raggi UV: basti pensare che circa il 10% dei raggi UVA raggiunge il letto ungueale proprio passando attraverso la lamina. Come per le altre aree della pelle, quindi, anche qui un’esposizione solare non protetta può alterare la pelle al di sotto dell’unghia e, nel peggiore dei casi, portare alla formazione di un cancro. Anche l’unghia stessa, però, può subire le influenze dei raggi del sole diventando rapidamente più secca e fragile. 

Va da sé, quindi, che anche le unghie vanno protette dal sole con una crema solare; per contrastarne la disidratazione, invece, andrebbero applicati regolarmente dei prodotti cosmetici specifici a base di oli vegetali, oppure di oligoelementi selezionati. Inoltre, va ripetuta più volte l’applicazione del prodotto solare sulle mani: la crema non resterà a lungo sulla pelle dopo essersi lavati le mani o dopo aver fatto il bagno, neanche se si tratta di un prodotto resistente all’acqua. Come se non bastasse, la maggior parte della crema viene rimossa dall’attrito meccanico che si crea quando sfreghiamo le mani con l’asciugamano.

Fonti:
Baldermann, C., Lorenz, S. UV-Strahlung in Deutschland: Einflüsse des Ozonabbaus und des Klimawandels sowie Maßnahmen zum Schutz der Bevölkerung.Bundesge- sundheitsbl 62, 639–645 (2019). 
Roberts WE. Skin type classification systems old and new. Dermatol Clin. 2009 Oct;27(4):529-33, viii.
Handekzeme auf dem Vormarsch: BVDD-Mitgliederbefra- gung zeigt Folgen der COVID-19-Pandemie. Der Deut- sche Dermatologe. 2020;68(6):412-413. doi:10.1007/ s15011-020-3216-8. 
Marini A, Reinelt K, Krutmann J, Bilstein A. Ectoine-cont- aining cream in the treatment of mild to moderate atopic dermatitis: a randomised, comparator-controlled, intra-in- dividual double-blind, multi-center trial. Skin Pharmacol Physiol. 2014;27(2):57-65. 
Grether-Beck S, Marini A, Jaenicke T, Krutmann J. Effecti- ve photoprotection of human skin against infrared A radia- tion by topically applied antioxidants: results from a vehic- le controlled, double-blind, randomized study. Photochem Photobiol. 2015 Jan-Feb;91(1):248-50. doi: 10.1111/ php.12375. Epub 2014 Nov 24. PMID: 25349107. 

 

Dott.ssa Meike Streker
Cosmetologa, è specializzata in ricerca cosmetica e ha una vasta esperienza nel campo della ricerca cosmetica e clinica.


#BF_beauty&care, #BeautyForum, #piedi, #BF_lug_ago_21


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102