fbpx
Ultra Flessibile

Ultra Flessibile

  • Beauty Forum

Trattamenti con gli ultrasuoni – Gli ultrasuoni sono il “tuttofare” del beauty, che si possono usare in molti tipi di trattamenti e si integrano perfettamente in numerosi protocolli. Eccone qualche esempio!

Gli ultrasuoni si possono impiegare in una vasta gamma di trattamenti grazie alla combinazione di frequenze diverse: sprigionano la loro azione a tutte le profondità cutanee rilevanti per i servizi di bellezza, cosa che permette di trattare le rughe, la pelle impura o sensibile, le cicatrici, le smagliature e addirittura la cellulite.

Gli ultrasuoni non si usano solo per rimpolpare la cute o per migliorare l’azione dei principi attivi, ma fanno anche un efficace micromassaggio negli strati cutanei profondi e promuovono la rigenerazione cutanea. Sono noti soprattutto perché, tra le altre cose, favoriscono la permeabilità delle membrane cutanee, inibiscono gli enzimi responsabili della distruzione dei tessuti connettivi e stimolano l’attività dei fibroplasti. Sembra, inoltre, che riescano a riattivare l’attività metabolica.
A seconda della lunghezza d’onda scelta, l’azione degli ultrasuoni raggiunge strati cutanei diversi.

“ Gli ultrasuoni fanno un efficace micromassaggio negli strati cutanei profondi e promuovono la rigenerazione cutanea. ”

Combinazione con le Fiale

Le fiale hanno un’azione visibile e percepibile: è dunque impossibile pensare a un istituto di bellezza senza di loro. Integrando gli ultrasuoni in un trattamento con le fiale, si riesce a preparare la pelle al meglio alla penetrazione dei preziosi ingredienti attivi. La combinazione di fiale e ultrasuoni rende straordinario qualsiasi trattamento:

  • Il trattamento inizia con un’analisi cutanea per scegliere le fiale che meglio si adattano alla pelle della cliente.
  • Si passa, poi, alla doppia detersione, fatta con degli oli naturali a base di un complesso vegetale e un gradevole bagno alternato caldo-freddo eseguito con elementi freddi e caldi.
  • In seguito, si applica un peeling agli acidi della frutta per rimuovere delicatamente le cellule cutanee morte senza il rischio di irritazioni meccaniche.
  • Mentre il peeling è in posa (per 10 minuti), si possono coccolare le braccia, le spalle e le mani della cliente con un peeling delicato ma efficace e un tonico per il viso.
  • Nei passaggi successivi entra in gioco la tecnologia: gli ultrasuoni stimolano la circolazione sanguigna nella pelle e favoriscono il ricambio cellulare; eseguono, inoltre, un impercettibile micromassaggio che agisce come un booster per i principi attivi.
  • Segue, quindi, il primo highlight del trattamento: le fiale, la cui particolare tecnica di applicazione viene percepita dalla cliente come un mini-massaggio. Il prodotto va “picchettato” sulla pelle fino a quando non si assorbe completamente. Attenzione: le fiale di principi attivi non vanno usate per i massaggi, perché il liquido viene assorbiti troppo in fretta dalla pelle e non faciliterebbero in alcun modo lo scorrimento delle mani.
  • Ora è il momento di un breve massaggio con una crema viso e corpo per decongestionare ulteriormente i tessuti e far arrivare in profondità i principi attivi revitalizzanti della crema.
  • Sulla crema viso va, poi, applicata una maschera in tessuto a base di argento che, grazie alla sua azione occlusiva, permette alla fiala e alla crema di dispiegare tutto il loro potenziale; questo, abbinato a delicate manovre, permette alla cliente di rilassarsi mentre la pelle si mette in “azione”. Una volta rimossa la maschera, la pelle è naturalmente luminosa.

 Idea 

Per far assorbire meglio la fiala di principi attivi e, allo stesso tempo, celebrarne l’applicazione per la cliente, “tampona” o “picchietta” delicatamente l’elisir sulla pelle: sarà un rituale molto piacevole e la pelle assorbirà al meglio il liquido della fiala. Fai così: metti la mano a forma di “coppa”, versavi con attenzione il liquido e applicalo sul viso, il collo e il décolleté. Alla fine, premi delicatamente il concentrato sulla pelle col palmo della mano.


Combinazione con la Microdermoabrasione

La combinazione di microdermoabrasione e ultrasuoni trasforma un semplice servizio in un trattamento avanzato e completo, perfetto per soddisfare qualunque desiderio beauty.
Microdermoabrasione e ultrasuoni vengono usati spesso in caso di impurità cutanee e cicatrici da acne. Prima dell’azione vera e propria degli ultrasuoni, la pelle va preparata in maniera più intensa usando la microdermoabrasione che, grazie a speciali cristalli, rimuove efficacemente le ipercheratinizzazioni e le cellule morte, cosa che dà alla cute l’impulso per rigenerarsi da sola e, quindi, tornare morbida e vellutata. L’ideale è proporre un ciclo di 6-10 trattamenti hi-tech per ridurre le impurità della pelle e migliorare visibilmente l’aspetto delle cicatrici dell’acne. Per essere più precisi, con la microdermoabrasione si possono esaudire 3 desideri beauty:

  • È possibile esfoliare la pelle in maniera intensa e mirata per attivarne i processi di de-pigmentazione e ridurre al minimo la cheratinizzazione.
  • Inoltre, con questa esfoliazione si riescono a trattare le cicatrici già esistenti e l’eventuale iperpigmentazione che ne deriva - a patto, però, di usare una tecnica e delle impostazioni appropriate. Con ogni trattamento, le cicatrici si “appianano” tornando visivamente allo stesso livello dei tessuti.
  • Le macchie scure, che spesso sono causate da un processo infiammatorio delle impurità cutanee unito all’azione dei raggi UV, si schiariscono e l’incarnato appare più omogeneo ad ogni trattamento.

In questo modo, non solo l’incarnato della cliente diventa più omogeneo e pulito, ma anche le rughe e le linee d’espressione appaiono minimizzate e la pelle più giovane.

ultra flessibile1

ULTRASUONI COME TRATTAMENTO PRE- E POST-OPERAZIONE CHIRURGICA

La stretta collaborazione con i chirurghi estetici ha mostrato che gli ultrasuoni sono perfetti anche come trattamento pre- e post-operatorio nel caso di interventi come, ad esempio, la blefaroplastica, il face lifting, la liposuzione o le iniezioni.

Sono perfetti anche prima di una mesoterapia o di un trattamento di plasma needling - meglio se in un ciclo di 10 trattamenti eseguiti a una distanza che sia il più ravvicinato possibile. L’ideale sarebbe almeno un trattamento al giorno ma, nel caso in cui si debba preparare la pelle a un plasma needling o una mesoterapia, si consiglia di eseguire un trattamento con ultrasuoni alla settimana.

L’intenso micromassaggio degli ultrasuoni aumenta la circolazione sanguigna nella pelle e stimola i processi metabolici cutanei. Viene favorita, inoltre, la rigenerazione della pelle al fine di promuovere una buona qualità cutanea - fondamentale per il successo del plasma needling o della mesoterapia.


Antje Meyer
Esperta in attrezzature tecniche, Medical Concept & Education Manager presso l’azienda cosmetica Babor.


#BF_beauty&care, #BeautyForum, #apparecchiature, #BF_dic21_gen22


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102