fbpx
Opzioni di trattamento e principi attivi anti-couperose

Rosso relativo

  • Beauty Forum

TRATTAMENTO DELLA COUPEROSE - Arrossamenti diffusi o capillari che trapelano sulla pelle del viso potrebbero essere manifestazioni della couperose. Chirstiane Laszig ci spiega quali accorgimenti adottare per aiutare la cliente che ne soffre.

Con il termine “couperose” si indica una debolezza genetica dei vasi sanguigni, che colpisce soprattutto le pelli molto secche e sensibili. Questo disturbo è caratterizzato dalla comparsa di arrossamenti e di capillari in evidenza soprattutto nell’area del naso, delle guance e del décolleté. In molti casi, la couperose altro non è che lo stadio iniziale della rosacea, ma non è sempre detto che il disturbo evolva in questa patologia; i sintomi che indicano questo passaggio, comunque, sono la comparsa di papule e pustole, pelle desquamata, gonfiori e ghiandole sebacee ingrossate.
Couperose e rosacea, ovviamente, non sono la stessa cosa. Mentre infatti la rosacea è una malattia, la couperose è più che altro un problema estetico che si può trattare con dei prodotti specifici, il cui utilizzo regolare può innescare una regressione spontanea del disturbo. La chiave è individuare e alleviare i fattori che la scatenano, come lo stress, l’assunzione di alcuni medicinali, la pressione alta, gli sbalzi di temperatura drastici, l'esposizione a condizioni meteorologiche come troppo sole, troppo freddo o troppo vento, oppure l’assunzione di caffè, alcolici, tè, bibite a base di caffeina, alimenti troppo caldi o troppo speziati e, più in generale, un’alimentazione squilibrata.
La couperose colpisce soprattutto le donne oltre i 30 anni che hanno la pelle molto chiara e fotosensibile, oppure le donne più mature; gli uomini, invece, ne soffrono molto meno. In quanto professionista della pelle, l'estetista deve saper spiegare in modo minuzioso alla cliente colpita da couperose l'importanza di sottoporsi a trattamenti mirati soprattutto quando il disturbo è nella sua fase più acuta, consigliandole inoltre un efficace percorso di autocura ad hoc.

Quali prodotti?

La couperose va trattata con prodotti specifici:

  • Agendi idratanti e lipidi sono fondamentali per questo tipo di pelle.
  • Va usato un siero specifico, sia durante il trattamento in cabina che nella beauty routine domiciliare. Il suo compito è rinforzare le pareti dei vasi sanguigni e rinsaldare la struttura dei tessuti, ma deve anche essere efficace nel ridurre irritazioni e arrossamenti.
  • Per correggere e nascondere le zone arrossate con il make up bisogna ricorrere a correttori sulle tonalità del verde.
  •  La pelle colpita da couperose può diventare estremamente sensibile e secca: è bene aggiungere al trattamento prodotti ad azione lenitiva, che riducano il livello di stress cutaneo.
  • Sono molto utili le maschere che favoriscono la circolazione sanguigna, stimolando i tessuti connettivi.
  • Il decorso della couperose è diverso per ogni persona e deve, quindi, essere tenuto sotto controllo da un professionista.
  • Possono aiutare i massaggi energetici per il viso e il corpo. I Chakra bloccati in caso di teleangectasie sono il primo e il settimo mentre, in caso di pelle sensibile, sono il secondo, il quarto e il sesto.
  • L’ossigenoterapia è un'ottima opzione di trattamento, perché permette di veicolare i principi attivi direttamente all’interno delle cellule. Qui l’ossigeno attiva la riproduzione cellulare, facendo apparire la pelle più fresca e giovane.

Quali principi attivi?

Incenso: riduce gli arrossamenti, calma la pelle ed è antinfiammatorio.
Estratto di alghe: attenua gli arrossamenti e allevia le infiammazioni mentre stimola la micro-circolazione e la produzione di collagene.
Estratto di calendula: è antinfiammatorio, calmante, rigenerante e rinforzante.
Bisabololo: lenisce le irritazioni, dona una sensazione di rilassamento e ha un’azione antinfiammatoria.
Olio di rosa selvatica: idrata a fondo.
Pantenolo e vitamina E: rinforzano la capacità di resistenza della pelle, svolgono un'azione antinfiammatoria e combattono i fattori ambientali inquinanti e irritanti.
Acqua termale: contiene minerali e microelementi, rigenera e favorisce il metabolismo.
Sostanze minerali: hanno un’azione anti-comedogenica e sono inoltre prive di oli, di coloranti o di conservanti artificiali e, quindi, a basso rischio di reazione allergica.
Fattori anti-arrossamento: un complesso di principi attivi antibatterici composto da Ranuncolo favagello, estratto di malva e viola del pensiero rilassa, lenisce, attenua la sensazione di prurito, neutralizza i rossori, riduce la comparsa dei capillari in superficie e idrata a fondo.
Rame e peptidi: hanno un’azione rigenerante e stabilizzante e aiutano a inspessire il reticolo di fasci di collagene ed elastina.
Estratto di tè verde: calma la pelle.
Complesso attivo di estratti vegetali: composto da estratti di ippocastano, liquirizia, centella asiatica, calendula e pungitopo, ha azione astringente, riduce la comparsa dei capillari in superficie, migliora la stabilità delle vene mentre ne fa “sbiadire” i colori, attenuando gli arrossamenti.
Burro di Karité: nutriente e rigenerante, stimola le capacità della pelle di legarsi agli elementi idratanti.

Cosa fare e cosa non fare

Cosa fare:

  • Scegliere un trattamento giorno con principi attivi dal potere idratante e calmante; di sera, invece, applicare dei principi attivi che favoriscano la rigenerazione cutanea.
  • Attenzione a non seccare troppo la pelle: la giusta quantità di grasso cutaneo è importante. –– Usare prodotti rinfrescanti.
  • Applicare sempre una protezione UV (almeno SPF 15).
  • Scegliere delle protezioni solari minerali, come l’ossido di titanio o l’ossido di zinco.
  • Detergere la pelle con delicatezza.
  • Radersi con un rasoio elettrico.
  • Usare un correttore verde per camuffare i rossori; anche il make up minerale li attenua.
  • Usare del selenio, che protegge le cellule ed è antinfiammatorio.
  • Trattare la teleangectasia con il laser o la luce pulsata.
  • Usare preparati cosmetici specifici per la couperose e preferire prodotti senza coloranti ed emulsionanti.
  • Usare acido azelaico o metronidazolo.
  • Usare acqua tiepida per lavarsi e delicate lozioni detergenti.
  • Usare complessi di principi attivi antibatterici a base di ranuncolo favagello, estratto di malva e viola del pensiero.
  • Praticare delle tecniche di rilassamento e meditazione.

Cosa non fare:

  • Sottoporsi a sedute di abbronzatura troppo frequenti e troppo lunghe.
  • Frequentare saune e solarium.
  • Radersi con le lamette.
  • Usare detergenti per il viso a base alcolica.
  • Sottoporsi a trattamenti aggressivi, che ostacolano la corretta circolazione sanguigna.
  • Vivere una vita troppo stressata.
  • Utilizzare prodotti contenenti conservanti, colorazioni e profumazioni artificiali.
  • Sfregare vigorosamente la pelle durante la detersione.
  • Utilizzare prodotti con potenziali allergeni nella formulazione, oli a base di paraffina e siliconi.
  • Applicare ciprie che seccano troppo la pelle.

Trattamento con luce pulsata

Per trattare efficacemente la couperose si può ricorrere alla luce pulsata, proposta in un ciclo composto da tre/quattro sedute a distanza di una settimana l’una dall’altra.
Procedimento:
Inizia offrendo alla cliente un tè dall’azione detox.
  Passa poi a un delicato massaggio del collo.
 Procedi con la vaporizzazione, aggiungendo al vapore dell’olio essenziale di lavanda (e un sottofondo di musica rilassante).
Detergi delicatamente la pelle della cliente e applicale un peeling enzimatico.
Esegui poi degli impacchi con acqua termale.
Passa ora al cuore del trattamento: con il macchinario per luce pulsata, “scarica” per 15 minuti degli impulsi luminosi sull’area di pelle da trattare. All’interno dei vasi sanguigni, questi impulsi verranno trasformati in calore, facendo così sparire i capillari in superficie. Spesso si indica il trattamento con luce pulsata come “trattamento al laser”: entrambe le tecnologie, infatti, si servono di una radiazione luminosa che penetra nella pelle.

Trattamento con luce pulsata: passaggi e prodotti

  1. Benvenuto → tè a effetto detox.
  2. Massaggio al collo → olio di enotera.
  3. Detersione → lozione detergente / olio detergente.
  4. Impacco occhi → prodotto lenitivo per il contorno occhi.
  5. Vaporizzazione → olio di lavanda.
  6. Peeling → prodotto per peeling a base enzimatica.
  7. Idratazione → acqua termale.
  8. Luce pulsata.
  9. Trattamento giorno → crema idratante con SPF, prodotto per contorno labbra e contorno occhi.
  10. Base per il trucco → correttore verde.
  11. Make up giorno.

 

Christiane Laszig
Estetista e truccatrice, lavora per il cinema e la televisione e forma nuovi visagisti. Come autrice, tratta temi legati a cosmesi, antiage e make up.

 

 

#BF_beauty&care, #dermatologia, #BeautyForum, #viso, #BF_mag_giu18


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102