fbpx

Comunica con Beauty Forum

Piccola guida all'epilazione in dolce attesa

Un problema in meno

  • Beauty Forum

Per molte donne in dolce attesa, depilarsi diventa un'impresa titanica. Un'epilazione confortevole e delicata in istituto è la perfetta soluzione per far sentire le tue clienti in ordine e a proprio agio.

 

→ Questo articolo fa parte del Dossier
Bellezza in dolce attesa

 

Le donne abituate da sempre a prendersi cura del proprio corpo con metodi fai-da-te, depilazione compresa, durante la gravidanza si trovano improvvisamente di fronte a non pochi ostacoli: il ventre continua a crescere, la mobilità diventa più limitata e la “visibilità” nella zona bikini sempre più ridotta. Alcune provano comunque a depilarsi - chi con l’aiuto di uno specchio mobile, chi alla cieca -, correndo l’enorme rischio di ferirsi. Sono in molte, però, a concordare sul fatto che il cruccio dei peli superflui andrebbe affidato a una professionista.
Ogni donna vuole sentirsi a proprio agio e sicura di sé e questa esigenza, lungi dallo scomparire con la gravidanza, diventa al contrario ancora più pressante: la futura mamma, infatti, è continuamente sotto gli occhi di persone estranee, basti pensare alle numerose viste dal medico. Perché, allora, non offrire alle tue clienti in dolce attesa un’alternativa comoda e duratura alle scomode acrobazie con il rasoio? L’epilazione professionale con la cera calda può liberare la futura mamma dal disagio dei peli superflui per settimane, riducendo notevolmente il suo livello di stress.

Circostanze particolari

Si può eseguire senza problemi una ceretta anche a una cliente con un grande “pancione”: basta adottare gli accorgimenti giusti. Sii pronta a soddisfare le esigenze speciali di cui necessita una cliente incinta, prima fra tutte quella di stare distesa su un lato anche durante quei passaggi in cui di solito è richiesta la posizione supina. Lavora trattando piccole porzioni di pelle alla volta e, se necessario, fai delle brevi pause tra una e l’altra; la pelle di una futura mamma, infatti, è resa più sensibile dal cambiamento ormonale e dalla maggiore tensione a cui è sottoposta. Non dimenticare che una donna incinta avverte con più frequenza lo stimolo alla minzione: interrompi il trattamento per lasciare alla cliente il tempo di una breve pausa-bagno, e riprendi poi da dove vi eravate interrotte. Una seduta di epilazione con una donna incinta richiede che tu sia ancora più concentrata, cauta e prudente di quanto sei di solito: la cliente, infatti, potrebbe non essere ancora completamente a proprio agio con il suo corpo che cambia. Un’atmosfera rilassante la aiuterà a distendersi e la farà sentire come a casa.

L'Ok del medico

Di solito è possibile sottoporsi all’epilazione con cera calda in ogni fase della gravidanza - il trattamento si rivela molto utile proprio durante gli ultimi mesi, quando l’eventualità di dover correre in ospedale in preda alle doglie con le parti intime in disordine o le gambe non depilate rischia di mettere in apprensione la futura madre. Dal momento che ogni gravidanza è diversa, però, consiglia sempre alla tua cliente di chiedere il parere del suo medico curante prima di sottoporsi al trattamento. Se, per esempio, le è stato ordinato di stare a riposo completo o di evitare il contatto con il calore (che, in circostanze particolari, potrebbe favorire il parto), la cliente non dovrebbe sottoporsi all’epilazione con cera calda. Nella maggior parte dei casi, comunque, la ceretta è assolutamente sicura: l’importante è che sia eseguita con coscienziosità e solo sulla pelle sana.

Prodotti di qualità

Proprio come per tutti gli altri prodotti che usi con le clienti in gravidanza, anche la qualità della cera ha un ruolo fondamentale. La tua cliente in dolce attesa vorrà essere sicura che nessuna sostanza nociva venga a contatto con il suo corpo e con il suo bambino; considera poi, come già sottolineato, che in gravidanza la pelle è molto più sensibile del normale. Evita quindi di usare prodotti che contengono sostanze potenzialmente irritanti e scegli invece cere formulate con ingredienti naturali e puri, più delicate e meglio tollerate dalla pelle. La cera deve essere priva di parabeni e siliconi e dermatologicamente testata; inoltre, deve aver superato i rigidi controlli di qualità imposti dagli standard italiani ed europei. Questo vale, ovviamente, anche per tutti i prodotti che utilizzi prima e dopo il trattamento: coloranti sintetici, profumazioni e conservanti contenuti ad esempio negli oli pre e post epilatori possono dare problemi. Ecco perché vale la pena investire nell’acquisto di prodotti di alta qualità.

E dopo il parto?

Di norma, è possibile sottoporsi a una ceretta in zona bikini già dopo qualche settimana dal parto. Questo discorso non vale per chi ha subito lacerazioni o ha partorito con parto cesareo: in questi casi, prima di avvicinare la cera alla zona è indispensabile che le cicatrici siano completamente guartie - e può volerci qualche mese. Puoi comunque trattare le zone circostanti, evitando quelle che presentano le ferite. L'essenziale è che a guidarti siano estrema cautela e attenzione!

 

Christine Margreiter
Fondatrice e direttrice della catena dei centri specializzati in epilazione "Wax in the City".


Questo articolo fa parte del Dossier
Bellezza in dolce attesa

A prova di pancione
Trattamenti e consigli di bellezza per future mamme

Effetti indesiderati
Come gestire i 4 disturbi più diffusi in gravidanza

Piedi più leggeri
Consigli per una pedicure efficace e rilassante

Una pausa di benessere
Rituali wellness in gravidanza:
quali accorgimenti osservare?

SOS Neomamma
In forma dopo il parto: i trend della medicina estetica

 

 

#BeautyForum, #epilazione, #BF_dossier, #BF_nov17, #bellezzaindolceattesa


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102