fbpx
Come cambia il rapporto con il web

Come cambia il rapporto con il web

  • Nail

Sembra che i Centennials abbiano capito che abusare del web riduce la nostra capacità di relazione e di comprensione del mondo che ci circonda.

Negli ultimi anni abbiamo visto entrare il web nelle nostre vite e in qualche misura trasformarle. Ci siamo innamorati prima dei forum, poi dei social, ci siamo abituati ad avere tutta una serie di servizi online, come i negozi e i servizi di messaggistica. Abbiamo imparato ad utilizzare il web con i computer e, con il tempo, ad essere sempre connessi grazie ai telefoni, fino a preferirli per la velocità di consultazione che offrono. Il web ha modificato il modo di fruire dei contenuti, sempre più veloce, ha ridotto gli approfondimenti, ci ha illusi di poter aumentare la nostra conoscenza quando invece l’eccesso di informazioni e le fake news hanno di fatto ridotto la capacità di informarci, ma soprattutto la capacità di concentrarci su un argomento per più di qualche secondo.

Tutto questo è successo molto velocemente; gli early adapter hanno iniziato questo percorso alla fine degli anni ‘90, ma per la maggior parte delle persone possiamo dire che è successo tutto negli ultimi dieci anni.

Per quelli come me, della generazione X (nati negli anni ‘60 e ‘70), che per ragioni anagrafiche hanno visto nascere questo fenomeno non più giovanissimi, è stata una vera rivoluzione. I Millennials (nati negli anni ‘80 e ‘90) sono nati analogici ma sono arrivati al web molto giovani, quindi lo hanno capito ed utilizzato prima e molto meglio.

Il fenomeno web non ha ancora trovato una sua stabilità, è ancora in continua e rapida trasformazione e forse, per via della sua natura, il cambiamento non rallenterà mai. Nessuno riesce veramente a prevedere quale direzione prenderà, ma ci si può provare osservando come si relazionano al web le nuove generazioni. Per questo è molto interessante una ricerca commissionata da Bnp Paribas. Il dato emerso è che i primi nativi digitali, la generazione Z o Centennials (nati a partire dal 2000), hanno un rapporto più equilibrato con il mezzo. Apprezzano tutto quello che la tecnologia può fare, ma allo stesso tempo sono più consapevoli di quello che la tecnologia non può fare. Preferiscono l’acquisto nei negozi fisici per l’esperienza che ne deriva. Sono utilizzatori di social, ma li usano meno delle generazioni precedenti. Sembra che i Centennials abbiano capito che le esperienze e i rapporti umani non possono essere aiutati o sostituiti dal web e che abusare dello strumento riduce la nostra capacità di relazione e di comprensione del mondo che ci circonda.

Buona lettura.

 

Loris Sparti

 

 

#inogninumero, #editoriale, #Nail, #NP_mag_giu_19


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102