fbpx
Cosa mangiare per rendere la pelle più bella

Cosa mangiare per diventare più belli?

I dati e le ricerche scientifiche parlano chiaro: è possibile migliorare l'aspetto della pelle grazie a un'alimentazione sana ed equilibrata. In una dieta pro-pelle, quindi, ci sono alcuni alimenti che non possono proprio mancare.

  • In primis frutta e verdura, che sono una fonte inestimabile di moltissimi nutrienti tra cui dei preziosi antiossidanti, che proteggono la pelle dall'invecchiamento perché in grado di neutralizzare l'azione dei radicali liberi. Uno degli antiossidanti più conosciuti è la vitamina C che, come abbiamo visto in un precedente articolo, non viene prodotta autonomamente dal nostro corpo ma si può trovare in alimenti come arance, limoni, paprika o pomodori.
  • Un'altra vitamina importante è la vitamina E, che ha dimostrato di aiutare a migliorare l'aspetto della pelle, a proteggerla dai danni dei raggi solari e a neutralizzare i radicali liberi. Anche questa vitamina si può trovare in alcuni tipi di frutta e verdura.
  • Secondo alcuni studi,  i pomodori sarebbero in grado non solo di ridurre la concentrazione di ROS che si sviluppano dopo l'esposizione al sole, ma contribuirebbero anche a diminuire il tasso di morte delle cellule cutanee, le reazioni infiammatorie e la perossidazione dei lipidi.
  • Tra gli oligoelementi, invece, lo zinco è uno di quelli più importanti per il nostro corpo. Questo perché partecipa a numerosi processi biochimici e sembra avere un'azione antiossidante, oltre che un ruolo chiave nella sintesi della vitamina A; inoltre, supporta il metabolismo degli acidi grassi omega 3. Lo zinco si trova soprattutto nella carne bovina, suina e nel pollame, nei frutti di mare, nel pesce, nella frutta a guscio, nel latte e nel formaggio.

E che dire del collagene, una delle proteine strutturali più importanti del corpo umano? Uno degli ultimi trend sono le cosiddette "Bevande di bellezza", ovvero acque e altre bevande arricchite di collagene. I peptidi di collagene che vengono preparati per essere assunti oralmente sono ottenuti dal collagene naturale tramite un processo chiamato "idrolisi enzimatica" e sono oggetto di numerosi studi scientifici. Secondo la dottoressa Meike Steriker, che ha fatto il punto sugli studi pubblicati finora, sembra che gli effetti di questi peptidi di collagene siano stati documentati da numerosi studi indipendenti. Per ottenere dei risultati visibili sulla pelle, però, le cellule del derma devono essere stimolate continuamente e per un periodo di tempo abbastanza lungo da questi pepetidi.

Cosa dice la scienza, quindi, circa questi peptidi?

Leggi cos'ha scoperto la dottoressa Streker!


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102