fbpx
L'ossigeno nei cosmetici

L'ossigeno nel beauty

L'ossigeno non è solo un gas importantissimo per la nostra sopravvivenza, ma è anche presente in numerosi prodotti per la nostra bellezza sotto forma di ossidi (che sono ciò che si forma quando l’ossigeno si trova legato a un altro elemento).

L’ossido liquido più usato in estetica è probabilmente l’acqua, ma non è l’unico: nella cosmesi decorativa, ad esempio, vengono usati degli ossidi solidi come coloranti, come l’ossido di ferro (per il rosso, il marrone e il nero) e l’ossido di titanio (per il bianco); nelle maschere che si induriscono e nei prodotti per la ricostruzione unghie, invece, si può trovare il solfato di calcio. Sabbia, argilla e ossido di ferro sono le componenti principali delle argille impiegate a fini estetici, utilizzate soprattutto come maschere purificanti, oppure nei prodotti per la fisioterapia.

Alcoli, acidi carbossilici ed esteri di acidi carbossilici si trovano spesso nei cosmetici; qui svolgono diverse funzioni, tra cui quella di solventi, di “spalmanti”, di peeling acido, di addensanti, di componente lipidica e di principio attivo.

 

L'ossigeno, però, può anche innescare delle reazioni di ossidazione, che portano alla formazione di ROS e, ovviamente, di radicali liberi. Scopri come funziona questo processo!


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102