fbpx
È un errore pensare che la crema solare non serva se il cielo è nuvoloso o se rimaniamo all’ombra.

Non farti ingannare!

I raggi del sole, grazie a un aumento nel rilascio di ormoni, ci fanno sentire di buonumore e rilassati e aumentano la nostra voglia di vivere, oltre a essere il fattore principale per la produzione di vitamina D. Il risultato visibile di queste azioni sono una pelle luminosa che risplende di un meraviglioso bagliore estivo. Accanto a questi vantaggi, però, il sole ha anche molti lati negativi: un’esposizione eccessiva, ad esempio, causa scottature e molto altri danni cutanei, che diventano visibili sul lungo periodo sotto forma di invecchiamento cutaneo precoce o, peggio ancora, di un’alterazione maligna della pelle. Se, invece, ci si espone con cautela e usando un filtro solare adeguato, lo stress causato alla pelle si ridurrà in maniera significativa. 

È un errore, però, pensare che la crema solare non serva se il cielo è nuvoloso o se rimaniamo all’ombra!

Ci sono dei giorni in cui, soprattutto in piena estate, l’intensità del sole si può percepire nettamente sulla pelle; nei giorni nuvolosi e meno caldi, invece, la forza dei raggi solari viene enormemente sottostimata. A torto, ovviamente: i raggi UV raggiungono la nostra pelle anche se siamo sotto l'ombrellone o se il cielo è nuvoloso. Chi non si è mai scottato durante una camminata in montagna con il cielo nuvoloso, oppure dopo una giornata al mare passata sotto l'ombrellone?

 

I pericoli del sole valgono soprattutto per le mani e le unghie. Scopri come proteggerle!

 


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102