fbpx
Come scegliere l'applicatore del mascara

Come scegliere l'applicatore del mascara

Concludere un servizio con una breve sessione di make up per esaltare i risultati del trattamento appena eseguito (bastano 10 minuti per ottenere un risultato perfetto) è un ottimo modo per aumentare la soddisfazione della cliente, ma c’è un particolare spesso sottovalutato che può fare la differenza tra il risultato desiderato e un’improvvisazione mal riuscita: la scelta del mascara.

Sul mercato si possono trovare talmente tante varianti di mascara che permettono davvero di trovare il prodotto perfetto per ogni tipo di esigenza. Il problema, però, è scegliere il prodotto giusto! La prima cosa da valutare è l’applicatore: come devono essere le setole? Che forma deve avere? Tutto, ovviamente, dipende dal risultato che si vuole ottenere e da quanto sono folte le ciglia della cliente:

  • Dritto e sottile: ideale per chi ha poche ciglia o le ciglia sottili, oppure per essere usato sulla rima ciliare inferiore. Separa e allunga le ciglia e dona loro un buon volume.

  • Dritto e appuntito: la sua forma sottile permette di fare un lavoro di precisione e dona volume e lunghezza alle ciglia.

  • Spesso, grande e pieno: gli applicatori grandi e spessi sono adatti a chi ha le ciglia lunghe, mentre vanno evitati sulle ciglia più corte perché il colore verrebbe steso “a macchie” e non si riuscirebbe a raggiungerle tutte. È l’ideale per donare ancora più densità e volume.

  • Incurvato: la leggera forma a mezzaluna di questo applicatore rende più curve le ciglia dritte. La forma si adatta a quella dell’occhio e permette di stendere il prodotto in modo mirato e iniziando il movimento il più vicino possibile alla palpebra, donando maggiore “slancio” e densità.

  • Punta sferica: aiuta a enfatizzare in modo mirato alcune aree delle ciglia; è perfetta soprattutto per portare nella direzione desiderata porzioni di ciglia e, quindi, rendere più ordinate quelle “spettinate”.

  • Punta a clessidra: questa forma è pensata per donare alle ciglia più volume. Il centro dell’applicatore, più stretto, riesce a raggiungere le ciglia direttamente all’attaccatura dell’occhio incurvandole, mentre i bordi dell’applicatore sistemano le lunghezze.

  • A pettine: questo applicatore serve letteralmente a “pettinare” le ciglia e a portarle alla definizione e separazione desiderata. Viene spesso usato in combinazione con un altro applicatore.

 

Le altre due variabili da considerare sono il materiale dello scovolino e la tecnica di applicazione. Scopri qui tutti i segreti!


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102