fbpx
A chi viene l'alluce valgo?

A chi viene l'alluce valgo?

Chi sviluppa l’alluce valgo? Perché? Soprattutto, però: perché c’è una maggiore incidenza nelle donne? Si stima, infatti, che a soffrirne siano per il 90% donne. La predisposizione all’alluce valgo è ereditaria ed è causata da un tessuto connettivo debole, tipico soprattutto nelle donne. Da ciò deriva la loro “predestinazione” . 

Perché si sviluppi un alluce valgo, però, la predisposizione genetica non basta: ad essa devono aggiungersi ulteriori fattori esterni, come un tessuto connettivo debole e dei legamenti deboli che rendono instabili gli archi longitudinale e trasversale del piede. Non solo: anche una brutta caduta con conseguente ferita all’alluce o una malattia alle articolazioni possono causare una displasia dell’alluce.

Oltre al tessuto connettivo debole, però, ci sono altre ragioni che aumentano l’incidenza dell’alluce valgo nelle donne, tra cui le scarpe alte e strette in punta. Sono molto belle, ma quando si indossano il peso del corpo grava soprattutto sull’avampiede, cosa che può far perdere stabilità all’arco plantare, favorire la comparsa del piede traverso e, quindi, dell’alluce valgo. Altre cause sono passare molte ore in piedi e il sovrappeso, che possono destabilizzare l’avampiede e avere delle ripercussioni negative sull’arco trasversale.

Per alleviare il dolore causato dalla pressione e le ipercheratosi, il pedicurista o il podologo possono sciogliere i calli; se necessario, poi, il cliente può ricorrere a cuscinetti a pressione per i piedi oppure dei plantari, che riducono l’attrito delle teste metatarsali alleviando dolore e disagio. I cuscinetti plantari e le protezioni per le dita che si trovano comunemente in commercio aiutano a ridurre la pressione sui punti più sensibili e, in alcuni casi, a riportare l’alluce nella sua posizione iniziale. Esistono, inoltre, speciali tutori per l’alluce valgo, da indossare di notte, che spingono il dito nella sua posizione iniziale. 

È importante, inoltre, indossare scarpe basse, comode e con uno spazio sufficiente per contenere comodamente sia le ossa metatarsali che le punte delle dita; negli stadi iniziali dell’alluce valgo può anche essere utile indossare una soletta contro il piede traverso. Per rinforzare l’arco del piede e contrastare l’avanzata della deformazione si può camminare a piedi scalzi, fare ginnastica per le dita dei piedi e far rotolare la pianta del piede sulle teste metatarsali.

 

L’alluce valgo non è sempre uguale, ma si presenta in 4 stadi con diversi livelli di dolore. Scopri qui tutto quello che devi sapere!

 


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102