fbpx
Le lampade nail sono tutte uguali?

Le lampade nail sono tutte uguali?

Lo spettro delle onde elettromagnetiche è una delle forze più potenti che esistono nel nostro universo conosciuto. Una parte dello spettro delle onde elettromagnetico è composto dai raggi ultravioletti, il cui effetto e potenza viene usato ogni giorno in un centro estetico. Come sappiamo, innumerevoli studi sulle radiazioni UV mostrano senza dubbio che sono dannose per la salute, e per questo motivo da anni molte nail designer continuano a chiedersi se le lampade UV che si usano nei saloni sono cancerogene.

In realtà, come abbiamo già visto qui, la quantità di raggi emessi dalle lampade nail è talmente bassa che si possono paragonare allo stare qualche secondo all’aria aperta, e ciò significa che si possono usare in salone nail o centro estetico senza paura di provocare danni alla cliente. Sicuramente, però, molti/e professionisti/e si staranno ancora chiedendo se ci sia una lampada UV più sicura di altre. Esiste davvero?

Nel corso degli anni, il settore Nail ha vissuto numerosi cambiamenti che non hanno interessato solo i prodotti da ricostruzione o gli strumenti di lavoro: anche le lampade UV hanno visto la loro evoluzione nel corso degli anni. Distinguiamo, quindi, 3 tipi principali di dispositivi:

  1. La lampada UV classica, un’icona del mondo del nail design: un semplice dispositivo di plastica dotato di 4 lampadine da 9 watt. Negli anni ’90 era ancora astronomicamente cara, mentre oggi si può trovare anche a pochi euro. Le versioni di lusso avevano anche il fondo removibile e il contatore dei secondi.

  2. La lampada CCFL (Cold Cathode Fluorescent Light): una lampada a catodo freddo dotata di una lampadina a forma di spirale e caratterizzata da una lunga durata e una buona efficienza energetica. La differenza rispetto alla classica lampada è che usa solo in minima parte i raggi dello spettro UV, insufficienti per alcuni tipi di prodotti.

  3. La lampada che sfrutta gli UV-LED, ovvero una fonte di radiazioni UV che si basa su diodi LED. Un diodo è un componente elettrico che consente alla corrente di passare quasi senza ostacoli in una direzione e la isola, invece, nell’altra, cosa che riduce al minimo la dispersione di energia. Per questo motivo, le lampade UV che si basano su diodi LED e lavorano con gli stessi UV standard sono più veloci, più potenti e, quindi, più efficienti delle altre lampade UV.

Indipendentemente dal modello, quindi, le differenze tecniche tra lampade standard, CCFL e LED-UV sono semplici: differiscono per efficienza e tempo. Tutte e tre, però, lavorano con lo stesso sistema: la radiazione UV, e l’effetto dei raggi UV è lo stesso ovunque. Senza una lampada UV, non sarebbe possibile avviare il processo di polimerizzazione dei nostri prodotti per le unghie. In altre parole: la lampada UV è essenziale per l’industria nail.

 

Nonostante le tue rassicurazioni la tua cliente ha ancora dei dubbi sulla non pericolosità delle lampade per i servizi nail? Fuga ogni sua preoccupazione spiegandole da vera professionista tutto quello che c’è da sapere sui raggi UV e lo spettro elettromagnetico!

 


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102