fbpx
A ogni stress il suo trattamento

A ogni stress il suo trattamento

Conoscere i meccanismi che vengono innescati dallo stress e dallo stress cronico è molto importante per poter capire davvero cosa affligga il/la tuo/a cliente, ma la sola analisi non basta. Durante la fase di consulenza, è importante avere dalle cliente tutte le informazioni possibili per poterla trattare al meglio, e questo comprende anche scegliere la tipologia di trattamento più adatta al suo tipo di stress e di inestetismi in base agli effetti che si vuole ottenere.

Alcuni esempi:

  • Se noti una eccessiva tensione muscolare, troverai molto utili i trattamenti a base di lavanda (meglio se associati al sale caldo, che aiuta il riassorbimento degli edemi provocati dalle infiamamzioni): la lavanda, infatti, ha una spiccata azione miorilassante che ben si sposa per questo tipo di trattamenti. A questo abbina delle manovre distensive, abbastanza profonde ma non troppo invasive per riuscire a rilassare gradualmente le contratture senza provocare dolore alla cliente, che peggiorerebbe solo la situazione.

  • Se sei davanti a un soggetto ansioso e che fa fatica a respirare correttamente, scegli delle fragranze neutre e non invasive e concentrati soprattutto su manualità molto circolari e ripetitive, su ondulazioni, su flussi riflussi e su otto seguiti da oscillazioni. Concentrati soprattutto sui movimenti circolari e sulla ripetizione dei movimenti, che mettono il soggetto in uno stato di tranquillità, favoriscono il rilassamento e ricaricano di energia positiva.

  • Se noti che il diaframma del/la cliente è dolente e bloccato, opta per dei trattamenti a base di fanghi marini autoriscaldanti che, grazie alla loro azione ossidoriducente, alleviano le tensioni più profonde e rilassano rivitalizzando i tessuti; inizia, in questo caso, con trattamenti total body e prosegui, poi, con sedute specifiche effettuando delle applicazioni localizzate.

  • Se il soggetto è particolarmente astenico, invece, prediligi dei trattamenti rigeneranti e possibilmente riccih di oligoelementi, dalle note proprietà rivitalizzanti; sfrutta anche il potere del mare, fonte di esclusivi principi attivi funzionali che donano energia e vitalità. Per quanto riguarda le manualità, devono essere il più avvolgenti possibile e interessare ogni parte del corpo compreso, se il/la cliente è d’accordo, il cuoio capelluto e i capelli.

Come sempre, però, la fase più importante per un risultato globale e davvero soddisfacente è la consulenza iniziale durante la quale, grazie alla capacità analitica del metodo logico-funzionale, permette di consigliare non solo il trattamento migliore per il/la cliente, ma anche consgliare il momento migliore in cui sottoporvisi. L’approccio migliore è quindi quello di porre le domande giuste al/la cliente, ascoltare attivamente le risposte e mettere in correlazione tutte le informazioni che raccogli.

 

Chiunque è in grado di effettuare dei trattamenti: per distinguersi sul mercato è indispensabile offrire soluzioni ragionate, motivate e logiche! Scopri con Elena Frigerio, insieme a Eugenio Vuillermin, come far passare il/la cliente dallo stress al benessere: trovi tutto sul numero di Febbraio/Marzo di Beauty Forum!


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102