fbpx
Pelle e primavera

Pelle e primavera

Ogni stagione è accompagnata da un clima e da temperature diverse che, spesso, portano la struttura della nostra pelle a cambiare. In automatico, quindi, siamo anche portati a cambiare le abitudini di skincare ma, mentre per te estetista è facile prevedere i cambiamenti della pelle e adattare di conseguenza i tuoi prodotti e trattamenti, per una cliente non è sempre così e, soprattutto se agisce “in autonomia”, potrebbe ricorrere a prodotti che non vanno bene per il suo tipo di pelle.

Il problema si presenta soprattutto su chi ha la pelle grassa e a tendenza acneica: la combinazione invernale di aria fredda all’aperto e calda e secca negli ambienti chiusi ha messo a dura prova anche la pelle che produce più sebo, danneggiandone la barriera cutanea. Se durante l’inverno non ha preso delle contromisure adeguate, probabilmente la tua cliente avrà iniziato a usare delle creme molto grasse e ricche che, però, non vanno bene per il suo dermotipo. Dopo l’inverno arriva la primavera e, con essa, delle esigenze cutanee diverse a cui devono adattarsi anche la beauty routine e i prodotti di skincare; se però si sono accumulati strati e stradi di prodotti troppo grassi sulla cute, alla tua cliente servono delle vere e proprie pulizie di primavera per la pelle.

Secondo le evidenze scientifiche, i principi attivi da usare sulla pelle impura (in particolare ora, ma anche in ogni altro periodo dell’anno) sono principalmente di 4 tipi:

  • cheratolitici;
  • sebostatici;
  • antinfiammatori;
  • ingredienti che rafforzino la barriera cutanea e la microflora.

I trattamenti per le “pulizie di primavera” dovrebbero concentrarsi soprattutto sull’azione cheratolitica e lenitiva delle infiammazioni, a cui vanno poi abbinati dei preparati idratanti pensati individualmente a seconda delle esigenze di ogni cliente. L’azione dei trattamenti deve essere “profonda”, così da riportare in equilibrio la barriera cutanea, rimuovere le cellule superficiali morte e stimolare il ricambio cellulare. Punta soprattutto su:

  • acido salicilico (INCI: SALICYLIC ACID, SA), un beta-idrossiacido considerato cheratolitico e cheratoplastico e che ha anche un’azione lenitiva delle infiammazioni. Questo acido scioglie i legami intercellulari e viene usato soprattutto per rimuovere le occlusioni nei follicoli e le ipercheratosi, cosa che porta anche a una riduzione dei comedoni.
  • vitamina B3 (o niacinamide oppure niacinamide, INCI: NIACINAMIDE), un principio attivo perfetto per la pelle impura la cui azione dipende, però, dalla concentrazione in cui viene usato. Si è visto, però, che ha un’azione sebostatica e antinfiammatoria e, se applicato topicamente, aiuta a proteggere la barriera della pelle dalle infezioni batteriche.

 

Proponi anche tu il perfetto trattamento per il risveglio della pelle in primavera: prendi spunto dalla proposta “Pulizie di primavera” dell’estetista Anna Tersteeg sul numero di Aprile di Beauty Forum!

 


Newsletter Beauty Forum


zeroventi • Via Passalacqua 4 - 10122 Torino • p.i. 10222000019 • reg. imp. TO-1115102